mercoledì 11 marzo 2009

Panini in forma di Rosetta

Panini in forma di Rosetta

Queste mese su Cucina Italiana ho trovato una ricetta che ho voluto immediatamente provare appena rientrata a casa! I Panini a forma di Rosetta. Oddio, il nome Rosetta mi riporta alla mente un personaggio alquanto ignorantotto, ma sorvoliamo e passiamo a ricordi più ameni, di quando zia mi mandava dal prestinaio a ritirare le "michette" appena sfornate e ancora calde. Credo che le michette, con l'interno completamente vuoto e privo di mollica siano impossibili da riprodurre in casa, però con queste rosette ci si va abbastanza vicino. Certo l'interno non è completamente vuoto, ma si presenta con una bella mollica ampiamente alveolata ed una crosticina croccantissima (lo stesso rumore di quando si spezza una "vera" michetta)... e poi ha la capocchietta! Quella che garba tanto a me e che mangio avidamente prima di tutto il resto!

Panini in Forma di Rosetta
ricetta tratta dalla rivista "La Cucina Italiana" - Marzo 2009

Ingredienti
Farina 0 g 700
Farina di grano duro g 100
Lievito di Birra g.25
Sale g 7

Preparazione
Sciogliere g 5 di lievito di birra in g 300 d'acqua a 28°C (a questa temperatura la fermentazione si innesca più facilmente). Stemperarvi g 300 di farina 0 e lasciate fermentare il composto semiliquido per 4 ore a 24°C (biga). A fermentazine avvenuta, distribuite sulla spianatoia la farina 0 rimasta e quella di grando duro formando un largo cratere; versate al centro la biga, aggiungiete il lievito di birra rimasto sbriciolato e g 130 di acqua. Incorporate la farina alla biga portandola via via verso il centro; lavorate inizialmente con le dita, poi aggiungete il sale e proseguite aiutandovi con una spatola. Infine impastate a mano per almeno 10 minuti, ottenendo una pasta liscia ed omogenea. (ovviamente io ho utilizzato il Ken per impastare). Raccoglietela a palla, incidetela a croce e fatela lievitare per 50 minuti, coperta con un canovaccio umido, finchè non sarà raddoppiata di volume. Dividete la pasta in 16 pezzi (circa 80 g l'uno),modellateli a palla, così non si asciugano e copriteli con un canovaccio umido. Prelevate una pallina alla volta dal canovaccio e con un anello (diametro cm 3) incidetela al centro, penetrando fino a metà spessore; con una lametta fate poi 5 incisioni a raggiera. Ponete le rosette su una teglia coperta di carta forno e fatele lievitare coperte per un'ora. Mettete sul fondo del forno una ciotola d'acqua calda ed infornate le rosette a 180° per 12 minuti (io ho fatto 15), poi aumentate a 250° per 6 minuti (io ho fatto 10).


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

49 commenti:

  1. che meraviglia di foto,ed il tuo cucciolo...cavolo un ometto!!!
    ma come saranno quelle favole si rosette strapiene di mortadella??

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il piccolo Tomba... e per queste splendide rosette, ti sono veramente venute belle!

    RispondiElimina
  3. tanto tempo fa da noi li facevano queste rossette ormai è da tempo che non li fa piu nessuno ma sono buoni anche perchè l'interno è vuoto o come dicono soffiati, avevo visto questo formino apposta per queste rossette. perfette ti sono venute , baci!

    PS: splendide le foto !

    RispondiElimina
  4. ma che belli tutti quei bimbi in tuta e segnale!! non parliamo poi delle foto dei paesaggi..e tutta la cioccolata!!!
    buonissime le rosette: son tra i pani che più ci piacciono!!
    un bacione

    RispondiElimina
  5. @ Mirtilla è la stessa idea che aveva avuto il mi marito ieri :-) peccato che a casa non c'era mortadella....

    @ Barbara eh sì quelle rosette sono il mio "orgoglino"

    @ Mary queste dentro non sono vuote ma hanno una molica soffice soffice e ben alveolata :-) io ho lo stampino per fare i semmel tirolesi e funziona benissimo

    @ Manu e Silvia ho provato a congelarle vediamo un po come sono una volta scongelate speriamo si mantengano belle croccanti :-)

    RispondiElimina
  6. Laura, le rosette sono davvero fantastiche!! Devo assolutamente provare ( anche se a volte penso: ma chi me lo fa fare?? Ho degli ottimi forni sottocasa, non ci vuole niente andare a prendere un pò di pane da loro...)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Che bella vacanza!!!
    Io sono però stata attratta dalle tue meravigliose rosette... Sembrano uscite da un forno tanto rasentano la perfezione?!?!
    Complimenti e a presto!

    RispondiElimina
  8. Buonissime le rosette, meraviglioso l'alto adige.

    Speciale l'abbazzia di novacella, l'ho visitata personalmente e ne serbo un ricordo eclatante

    RispondiElimina
  9. Caspita, Laura, ma con questa neve siete riusciti ad arrivare a Garmish??? Complimenti! Bellissime le foto della montagna... e anche quelle delle rosette, ti sono venute proprio bene! Buona serata!

    RispondiElimina
  10. AHAHAHAH! Tombino! Che bello che è! Che bella la neve!
    Bel reportage!
    Quasi dimenticavo... Le tue rosette hanno un ottimo aspetto mi piace particolarmente questo tipo di pane

    RispondiElimina
  11. Che bei panini... e che bei paesaggi... immagino il divertimento!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Laura!
    I love all the pictures with snow and tue famila;beautiful !!!
    I like this panini in forma de roseta...I want panini with mortadella...
    Ciao,bacione, Nina

    RispondiElimina
  13. che foto meravigliose....i panini ti sono venuti perfetti...complimenti
    Annamaria

    RispondiElimina
  14. che belle foto e poi la neve qua da noi solo pioggia interminabile, i panini sono perfetti un bacio

    RispondiElimina
  15. Dopo aver ammirato i paesaggi incantati da te ritratti, dopo aver sognato pensando al buon cioccolato e dopo aver letto la ricetta mi chiedevo come si potessero ottenre roselline così perfette, ma poi la nota illustrata è stata più che esauriente.
    Ciao

    RispondiElimina
  16. @ Rossa effettivamente quando panifica a casa (con tutti gli ottimi forni che ci sono in giro) fai una bella fatica ma è una gran bella soddisfazione vedere il tuo pane che lievita e poi per casa quell'odore di pane cotto che fa così "focolare domestico" ... è un'alchimia ;-)

    @ Carolina anche io non pensavo che mi sarebbero venute così bene :-)

    @ Val Tidone l'Abbazzia di Novacella - specie se vista lonano dai periodi turistici - è un'oasi di pace e serenità

    @ Onde le strade principali le tengono perfettamente sgombre ma ai lati c'erano dei veri e propri muri di neve! ahahahaha

    @ Kitty anche a me piace molto queto pane dalla crosta così scrocchiarella e sono proprio contenta di essere riuscita a riprodurlo a casa

    @ Luna divertimento ma anche tanto tanto relax :-)

    @ Nina I'll send to you michette e mortadella! ahahaha :-)

    @ Unika ma grazie! Sei un Tesoro :-)

    RispondiElimina
  17. @ Carmen qui stasera diluvio!!!

    @ Lenny e dire che quando ho fatto l'ordine alla plurimix ho preso solo lo stampo per i semmel pensando che le rosette non le avrei mai fatte... ed invece mai dire mai! ehehehehe

    RispondiElimina
  18. Wow! Queste rosette sono perfette! Sono il tipo di pane che preferisco e a casa mia non manca mai. Farle da sè poi è una cosa meravigliosa!

    Le foto sotto la neve sono fantastiche! Che invidia, sono anni che non vedo neanche un fiocco :P
    Bacissimi,
    Barbara

    RispondiElimina
  19. @ Babi effettivamente non speravo nel risultato! Certo dentro non sono vuote come le michette ma sono pur sempre belle scrocchiose :-)

    RispondiElimina
  20. Che bello il tuo ometto!!!!
    Quei panorami sono stupendi, io adoro la neve!!!
    Le rosette sono buonissime con la mortadella !!!

    RispondiElimina
  21. @ Mina degna fine anche con il salamino come si faceva durante le merende brianzole :-)

    RispondiElimina
  22. E' sempre un piacere venirti a visitare. Io sono innamorata dell'Alto Adige, quindi non sono obiettiva quando se ne parla... Complimenti al tuo bimbo per il risultato della gara di sci e complimenti a te per il risultato delle rosette, sicuramente da copiare

    RispondiElimina
  23. Bellissimo questo pane e favoloso il tuo reportage. :-)
    Bacioni.

    RispondiElimina
  24. Tesoro, non vedo l'ora di riveredere MJ, veramente è Cathy che mi chiede di continuo di LUI.
    Stupende le foto.
    Per la ricetta, concordo con te, il nome Rosetta evoca brutti pensieri.......

    RispondiElimina
  25. Quello stampino lì me lo sono comprata giusto giusto prima di essere una nomade per qualche mese, e quindi non potendo cucinare come vorrei ed appoggiandomi alla cucina di mamma. Se tutto va bene per maggio dovrei essere nella casa nuova, e finalmente potrò provarlo!
    E, non per dire, ma le tue rosette sono di molto più belle di quelle esplicative vicino allo stampo: sono venute una meraviglia!

    RispondiElimina
  26. prima di tutto...grazie..per queste bellissime foto...e complimenti
    per le rosette....avevano incuriosito anche me........ viste le tue .....mi invogli a provarle..
    un bacio..

    RispondiElimina
  27. Belle le foto ma soprattutto il tuo cucciolo.... bravo per aver conseguito il 4° posto.
    io non so neanche mettrmi gli sci ai piedi?
    Ciao a presto.

    RispondiElimina
  28. belle foto e pane perfetto!!!!

    RispondiElimina
  29. Che girelloni che siete!!!! bravi... e complimenti al Tomba di Chianciano per la medeglia!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  30. @ Aldarita nemmeno io divento obiettiva quando parlo della Toscana e del Tirolo :-)

    @ Lory grazie :-)

    @ Erminia altro che brutti pensieri... proprio INCUBI!!!! ahahaha speriamo di riuscire a vederci presto... che ne so potremmo organizzare una falsa marcialonga in bici ... uhhhhh bocca mia statte zitta ma di fronte a bugie grosse quanto il mondo intero non si può far finta di nulla .... o no?????

    @ Pupina anche a me quelle rosette mi hanno intristito per il loro "piattume" ahahaha e per questo comprai solo lo stampino dei semmel ahahahaha

    @ Emamama provale vedrai che ti daranno molta soddisfazione!

    @ Stefi pensa che nemmeno io e mio marito sappiamo sciare ahahahahah

    @ Lisa ma grazie :-)

    @ Maya già noi siamo sempre con la valigia pronta, causa lavoro di marco e impegni universitari suoi siamo sempre in giro :-)

    RispondiElimina
  31. E quindi in casa abbiamo uno sciatore provetto! bravo MJ e brava anche tu laura le tue rosette sono spettacolari
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  32. Grazie per aver condiviso con noi questo meraviglioso reportage...e che buoni i panini!

    RispondiElimina
  33. adoro le rosette sono i panini della mia infanzia quelle piene piene di prosciutto cotto per la merenda...e grazie per ricetta e trucco per la forma! Sono felcie anche per la tua super vacanza! un bacione

    RispondiElimina
  34. che bello!!! paesaggi magnifici.
    le rosette ti son venute perfette.
    un bacione a te e al tuo cucciolo.

    RispondiElimina
  35. Che meraviglia di rosette, l'Alto Adige è bellissimo, complimenti per il promettente "Tombino".
    Un abbraccio,
    Stefano

    RispondiElimina
  36. Complimenti al piccolo atleta.
    Bello il tuo pane , mi sono copiata la ricettina, il pane è l'unica cosa che in quaresima preparo Ciao

    RispondiElimina
  37. Bellissime foto!!!!!! E quelle rosette .... le ho viste anche io su Cucina Italiana e sono venute molto meglio a te!!!! Bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  38. ma che bellezza, che incanto ragazza! posti magici incantati e...cioccolatosiii!!! da tuffarcisi dentro! ho capito che avete portato via mezzo negozio...hai fatto bene!!!! e che dire delle rosette? sento il profumino del pane appena sfornato fin qui!
    buon week end, lauretta!!!

    RispondiElimina
  39. @ Simo ma grazie :-)

    @ Lo anche la mia infanzia brianzola è legata alla mitica "michetta con il salamino" :-)

    @ 77mele grazie! :-)

    @ Mestolo e Paiolo, Stefano noi siamo proprio innamorati dell'Alto Adige :-)

    @ Sorbyy fammi sapere come è andata la preparazione :-)

    @ Mikki infatti la ricetta l'ho presa proprio da lì :-)

    @ Mammadeglialieni e pensa che abbiamo scoperto essercene uno anche all'outlet della valdichiana... praticamente siamo rovinati!!!! ahahahahah

    RispondiElimina
  40. tutto questo mi fa pensare che mi sei passata sotto casa.
    Prossima volta un caffè? ok?

    salutoni

    RispondiElimina
  41. @ Blunotte ma veramente?????? Ma certo che sì ;-)

    RispondiElimina
  42. splendide foto!!! che nostalgia della settimana bianca!!! un bacione buon w.e.

    RispondiElimina
  43. Che bello l'Ato Adige, anche io sono appena rientrata da quei magici posti ed è stato bello rivederli attraverso le tue foto.

    RispondiElimina
  44. Mamma mia che foto!! E poi la tua famiglia è bellissima!!
    Buona domenica!!

    RispondiElimina
  45. @ Manu noi siamo appena rientrati ma già ci manca :-)

    @ Antonella l'Alto Adige è sempre magico :-)

    @ Anemone ma grazie!!!

    RispondiElimina
  46. Hahahahaha, il Tombino è tornato ad imperversare sulle piste: grandeeeee !!!!!!!!
    Vi toccherà ingrandire casa per i suoi trofei, a breve :-D

    A proposito: la perdita d'acqua ?

    Un bacione !!!

    RispondiElimina
  47. @ Jajo proprio oggi l'elettricista ha finito di rimontare gli spot praticamente siamo stati in ballo 3 settimane !!!!

    RispondiElimina
  48. belle e sicuramente buone queste rosette!!! Hai visto le mie??? http://lacucinadigianni.blogspot.com/2010/12/il-mio-pane-senza-pasta-madre.html lo stampo è un pò diverso perchè a me escono dei soli e non delle rosette ahahahha

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)