lunedì 7 dicembre 2009

Stinchetti al Vin Santo nella Slow Cooker

Stinchetti al Vin Santo nella Slow Cooker

Questi stinchetti sono venuti a dir poco fantastici, morbidissimi, belli succulenti e profumati di Vin Santo. La ricetta? Di una semplicità vergognosa! In foto li vedete "nature" ancora nella slow cooker, in realtà li ho accompagnati con dei deliziosi Peperoni in Agrodolce che preparo velocemente con il Bimby.


Stinchetti al Vin Santo

Ingredienti
2 stinchetti
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
1 bicchiere di Vin Santo
sale e pepe

Preparazione
Salare e pepare gli stinchetti. Nella SL mettere due cucchiai d'olio. Adagiare gli stinchetti. Irrorare con il Vin Santo. Impostare la Slow Cooker su High per 3 ore


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

17 commenti:

  1. Ciao! ma questa carne deve essere proprio dolce , con un vino così liquoroso!
    davvero curiosa! bravissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  2. come dice la mia bimba "Che bombi" ^^

    RispondiElimina
  3. bellissimo piatto!!!buona settimana

    RispondiElimina
  4. laura.....gnam questi stinchi!!!
    anch'io faccio i peperoni col bimby..squisiti!!ho un amico che quando viene a cena da noi me li chiede espressamente!!

    RispondiElimina
  5. Troppo simpatico il racconto del tuo giro tra turisti a roma hihihi
    Ottima la ricettina ,mi stai tentando tantisssimo con questa nuova diavoleria in cucina,se lo sapesse mio marito........

    RispondiElimina
  6. Leggo con gran divertimento e vera comprensione delle tue scorazzate per Roma , che vissuta da turisti non basta mai!!!!
    approfitto per un "inboccalupo" per il concerto e...un sereno Natale !!

    RispondiElimina
  7. assolutamente da provare ecco un'altra bella idea per Natale...ciao

    RispondiElimina
  8. grazie davvero Laura! Penso che ripeterò al più presto questa ricetta, ho sempre del vin santo in giro x casa...e poi quando le ricette son così semplici è proprio una festa!

    RispondiElimina
  9. ma quanto devono essere buoni questi stinchi laura!!!!!!!!!!!!!!mamma che fame!!bacioni imma

    RispondiElimina
  10. Anch'io li faccio così semplici, però al forno e con il Lugana. Mi hai fatto morire con il racconto della gita a Roma e il bello è che sono proprio così, i "gruppi vacanze"...

    RispondiElimina
  11. Meno male che non sono l'unica che la pensa cosí su Roma: ogni volta che lo racconto agli amici tedeschi, mi guardano come se parlassero con un'extraterrestre
    :-).
    Spettacolari gli stinchi, é stato il mio amore a prima vista appena varcata la frontiera teutonica!!
    Una domanda: la pelle l'hai tolta o l'hai lasciata? Grazie 1000 e a presto!!

    RispondiElimina
  12. @ Manu e Silvia diciamo che viene molto aromatico

    @ Nanny grazie!

    @ Manu grazie!

    @ Annaferna quando ci vivevamo non ci siamo mai divertiti così come ieri :-D

    @ Masterchef è vero anche noi lo si fa spesso durante le feste

    @ Monika questa è proprio di una semplicità disarmante

    @ Imma sei sempre un tesoro!!!!

    @ Aldarita tanto di cappello al Lugana... ho finito l'ultima bottiglia, ahimè, qualche settimana fa...

    @ Mimma io li prendo già senza pelle

    RispondiElimina
  13. @ Dauly i peperoni con il bimby sono da paura!!!! :-D

    @ Nanny questa diavoleria è veramente un grande aiuto in cucina!!! :-)

    RispondiElimina
  14. Curioso ma intrigante abbinamento...
    baci

    RispondiElimina
  15. ah caspita pensa te che gente...credere che la cappella Sistina sia a Roma!!!
    ah ah ah ... come al solito mi fai ammazzare e pensa che una volta a Napoli a piazza del Plebiscito mi trovavo dietro un gruppetto di turisti che veniva ... per dirla come in un film di Totò 'dalla Val Brembana' senza offendere nessuno pero eh? e dopo vari commenti di apprezzamento uno di loro si gira deciso verso gli altri e fa "Allora ci vogliamo muovere o no per andare a visitare questo Campidoglio?" ah ah ah!!!
    interessante questo stinchetto al Vin Santo, te ne è rimasto un pò?
    abbraccioni familiari
    dida

    RispondiElimina
  16. mmmmm, che bontà sti stinchetti, Laura ! :) e che bella musica che crea un'atmosfera così natalizia !

    Brava !

    Max

    RispondiElimina
  17. @ Daniela io ormai il Vin Santo lo sostituisco al vino bianco perchè mi rimane più morbido e meno secco

    @ Dida noooo che non offendi nessuno io per esempio uso "gruppo vacanze piemonte" ... ahahahahahah Che popolo strano quello dei turisti in comitiva!!! Un bacio

    @ Massimiliano la musica è di André Rieu (violinista e direttore d'orchestra), in Italia poco conosciuto ma famosissimo all'estero

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)