venerdì 27 gennaio 2017

Pizza al Grana

Pizza al Grana

In casa De Win sabato sera significa pizza. Ma fosse per noi la mangeremmo tutti i giorni a colazione, pranzo, cena, aperitivo e merenda. Un bel trancio di pizza è il "comfort" food per eccellenza. E come dice spesso il De Win “la pizza, come la birra, è la prova che Dio ci ama e vuole che siamo felici!”.
La pizza al Grana è un’idea che mi ha regalato Junio, l’ha provata una sera in una pizzeria milanese e da quella volta è diventata la sua pizza preferita, accantonando definitivamente anni e anni di pizza al tonno o al pesto.
 
Forse non tutti sanno che… Grana Padano
Il termine “grana” è nato originariamente per indicare un formaggio caratterizzato dalla struttura granulare della pasta prodotto nella Pianura Padana fin dall’undicesimo secolo.
Il progressivo diffondersi di questo formaggio portò all'affermarsi di diverse varietà di Grana.
Negli anni Cinquanta furono istituite le denominazioni di origine dei formaggi e fu chiesto il riconoscimento della denominazione d’origine “Grana padano”, da allora tutte le varietà di grana furono unificate nel termine “padano”. Attualmente il grana padano viene prodotto in una vasta area della Pianura Padana, comprendenti 27 provincie che vanno da Cuneo a Venezia, da Trento a Forlì.
Di grana ne esistono due tipi : “maggengo” se è prodotto con il latte munto tra la primavera e l'estate, “vernengo” se invece è fatto col latte dell’autunno e dell’inverno. tratto da Italia
 
Pizza al Grana
 
Ingredienti per l’impasto (tratto da "Pane & Roba Dolce" delle Simili)
500 g farina 00
250 g acqua tiepida
50 g olio extravergine d'oliva
20 g lievito di birra
10 g sale
 
Per la Farcitura
Salsa di pomodoro condita con un filo d’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, un pizzico di pepe nero e una puntina di zucchero.
Mozzarella ben scolata e tritata
Petali di Grana
Formaggio Grana grattugiato
Cialde di Grana (per l’Antro GrokSì Novello gusto delicato 100% formaggio cotto al forno)
Origano
 
Preparazione
Fate la fontana, mettete al centro il lievito sbriciolato e fondetelo on l’acqua, raccogliete un poco della farina, unte il sale, l’olio, e impastare tutto, lavorando e battendo ogni tanto. Fare un filone, copritelo a campana e lasciatelo riposare per circa un’ora e mezza. 
Trascorso questo tempo, se cuocete le pizze singolarmente, formate delle palline di circa 150/180 gr l'una e appiattite la pasta con il matterello (non lavoratela! altrimenti risvegliate il glutine e la pasta tornerà elastica e di difficile stesura).

Cottura con il Fornetto Ferrari: portate a temperatura 3 per una decina di minuti il Fornetto Ferrari. Condire ciascuna pizza con la salsa di pomodoro, la mozzarella, i petali di grana, il grana grattugiato, le cialde di GrokSì Novello gusto delicato 100% formaggio cotto al forno spezzettate e una spolverata di origano. Cuocere ogni singola pizza per 5/6 minuti. Servire subito.

Cottura con il Forno Tradizionale: preriscaldate il forno a 240°/250°. Appiattite l'impasto in una teglia ben unta (o ricoperta di carta forno). Quando il forno avrà raggiunto la temperatura cuocete la sola pasta per 14/15 minuti, avendo cura di girare la teglia a metà cottura mettendo dietro la parte vicina allo sportello del forno. Poi estraetela dal forno, guarnitela con i restanti ingredienti e rimettetela in forno sino a quando la mozzarella sarà completamente fusa e leggermente rosata circa 5/6 minuti. Appena esce dal forno levatela dalla teglia e appoggiatela su una grata altrimenti fa condensa e il fondo della pizza si ammorbidisce troppo. Fatela riposare qualche minuto prima di tagliarla.
----------------------------------------------
Ti garba la PIZZA? Allora sbircia anche in questa raccolta...

Tutto Pizza
TUTTO PIZZA


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

22 commenti:

  1. che delizia,andando a guardare la raccolta di pizze c'è da rimanerci secchi,wow,non saprei proprio cosa scegliere,un pezzetto di ognuno,grazie carissima per le tue belle preparazioni,felice weekend

    RispondiElimina
  2. Mi garba, mi garba la pizza. E questa versione è particolarmente stuzzicante.
    Baci!
    MG

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. sfiziosa con l'aggiunta delle cialde di grana, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. concordo su tutto e spesso la prendo anche io che vivrei di grana, saggio junio!

    RispondiElimina
  6. Io amo la pizza con tanto grana... la tua mi mette appetito solo a guardare la foto!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  7. Per la mia pizza-dipendenza questa è perfetta!!!!

    RispondiElimina
  8. Mamma mia che bontà, la pizza per me è come una droga!!!! Buona serata :-)

    RispondiElimina
  9. ottima idea, non l'ho mai assaggiata, devo rimediare !

    RispondiElimina
  10. Anch'io la pizza la mangerei anche a colazione e quella con il grana l'adoro!!!
    Buongustaio tuo figlio :)
    Un bacio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  11. Io mangerei pizza sempre!!!! gustosissima.. :-* baci e buon sabato!

    RispondiElimina
  12. une pizza appétissante plein de saveurs j'adore
    bon week-end

    RispondiElimina
  13. Da me il sabato è d'abitudine fare la pizza! Buonissima la tua versione al grana, è molto gustosa! Buon fine settimana, baci!

    RispondiElimina
  14. Purtroppo...amica mia...sono diventata intollerante al lievito di birra!!! Devo limitare la pizza, ogni volta che la mangio sto male ahimè.
    Guardo questo tuo capolavoro e mi viene una voglia......
    Bacioni e buona serata!!!

    RispondiElimina
  15. anche da me il sabato pizza..ma anche altri giorni..l'amiamo !!
    ottima versione questa tua..
    baci

    RispondiElimina
  16. la pizza anche a casa mia piace a tutti, al grana non l'abbiamo ancora provata. Grazie per l'idea, buona serata.

    RispondiElimina
  17. In casa mia uguale, io mangerei pizza anche a colazione. Come si fa a non amare la pizza. La versione al grana è una vera novità per me, da provare!

    RispondiElimina
  18. Certo che la pizza al pesto è una bella prova di amore verso la pizza... :-)
    Decisamente meglio il nuovo gusto che avanza!!
    A presto e buona settimana.

    RispondiElimina
  19. Che delizia la pizza, la mangerei sempre. La tua è golosissima! Un bacio

    RispondiElimina
  20. Strepitosa, immagino il profumo e il gusto!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)