lunedì 13 novembre 2017

Bombolotti al Fumé

Bombolotti al Fumé

Io: “Mè Guarda questa foto. Ti garba?”
Lui: “Sì!”
Io: “Ma fa venire voglia di mangiarla?”
Lui: “Certo! Però io adesso non posso mangiare più questo tipo di carboidrati!”
... che sfiga! 

Sì perché ultimamente il fegato dell’inossidabile De Win sta facendo le bizze pertanto la dieta che “dovrebbe” seguire per un certo lasso di tempo “consentirebbe” soltanto riso in bianco, pollo lesso, qualche patata bollita. Fortuna che c’è Junio che mi permette di continuare a portare avanti questo blog con ricette di una certa “sostanza”. Proprio come la ricetta che vi presento oggi: Bombolotti al Fumé. Praticamente quel genere di piatti decisamente molti ricchi (secondo la filosofia del più ci metti, più ci trovi) che andrebbero consumati “a puntate”, un po’ alla volta per il bene del vostro fegato e della vostra digestione
 
Forse non tutti sanno che… Provola
La provola è un formaggio, a pasta filata, molto simile alla scamorza.
Il nome “provola” deriva dal termine napoletano “prova”, che in passato indicava il campione tondeggiante prelevato durante la lavorazione per controllare il grado di filatura della pasta.
Viene prodotta con latte vaccino, ma se ne trovano anche varianti di latte caprino e bufalino.
Presenta una caratteristica forma a “bisaccia” (o a pera). Il suo colore è biancastro (giallino se affumicato) è la crosta esterna è molto fine. Anche all'interno presenta un colore giallo paglierino, un profumo delicato e un sapore dolce e tenue.
Con il termine Provola si identificano parecchi formaggi prodotti nel sud Italia che hanno in comune la stessa lavorazione e la stessa forma. Talvolta vengono anche sottoposti ad affumicatura.
La provola affettata, si conserva nella parte meno fredda del frigorifero.
 
Bombolotti al Fumé
 
Ingredienti per 4 persone
400 gr di pasta formato bombolotti
500 gr di polpa di pomodori a pezzettoni
150 gr pancetta affumicata tritata grossolanamente
250 gr provola affumicata tagliata a dadini
150 ml panna da cucina
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Mezza cipolla bionda tritata
Qualche ago di rosmarino tritato
Qualche foglia di basilico tritata
Sale & pepe nero
 
Inoltre
Una noce di burro
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di pangrattato
 
Preparazione
Preriscaldare il forno a 180°
Mettere in un ampio tegame (che possa contenere anche la pasta), l’olio e soffriggere la pancetta con la cipolla e il rosmarino, unire la polpa di pomodoro e cuocere a fuoco medio per 15 minuti. Regolare di sale, pepe e profumare con qualche foglia di basilico tritato.
Nel frattempo cuocere i bombolotti, scolarli al dente e saltarli nel sugo, aggiungendo la provola e la panna.
Versare il tutto in una pirofila da forno precedentemente imburrata, cospargere la superficie con il parmigiano alternato al pangrattato.
Cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti. Infine passare al grill per una decina di minuti (sulla superficie deve formarsi una crosticina croccante). Servire subito.
 
-----------------------------------------------
 
Ti garbano i PRIMI AL FORNO?
Allora sbircia in questa raccolta…

PRIMI AL FORNO
PRIMI AL FORNO

 
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

17 commenti:

  1. Mamma mia, la pasta paticciata al forno è una di quelle cose che io novero tra le sette meraviglie del mondo. E questa ne è sicuramente una prova

    RispondiElimina
  2. come lo capisco...io per i calcoli alla cistifellea ho mangiato così per 1 anno poi avevo imparato o creare piatti gustosi con i pochi ingredienti che mi erano concessi e così sono sopravvissuta gli altri 2 anni!
    questi bombolotti sono una vera goduria e sì la foto fa venire decisamente voglia di mangiarli!!

    RispondiElimina
  3. Essì cara che acquolina!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. un piatto da gustare senza sensi di colpa, ogni tanto si deve sgarrare !

    RispondiElimina
  5. Se vuoi vengo io quando è ora di pranzo :-))
    Che primo piatto appetitoso!!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  6. Ogni tanto uno sgarro ci può stare, và...io adoro questa pasta così gratinata, adottami, insieme a Junio farei la festa ad una teglia così ;)
    Bacione!

    RispondiElimina
  7. E si che fa venire fame solo a guardarle la foto, immagino a trovarsi il piatto davanti come si possa non gustarlo???!!! Mamma mia poia sentir parlare di fumè vado in un brodo di giuggiole!

    RispondiElimina
  8. la si potrebbe usare come piatto unico.. comunque è fantastica!!! la proverò

    RispondiElimina
  9. Ma che bel piatto goloso ed invitante! Brava!

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia questa pasta... proprio buona ... se avanza qualche porzione passo io a finirla! A presto LA

    RispondiElimina
  11. Certo che è arduo dover rispettare un regime dietetico con certe delizie che ti passano letteralmente sotto il naso. Gustosissimo piatto!
    Baci,
    MG

    RispondiElimina
  12. come si può stare a dieta di fronte a tanta abbondanza e bellezza? la pasta al forno ha un fascino irresistibile... questa tua così ricca e saporita deve essere deliziosa! vale la pena fare uno strappo alla regola per un piatto così :)

    RispondiElimina
  13. Mi lasci senza parole , un piatto da 10 e lode . Deliziosi i tuoi bombolotti fumè . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  14. Per me un piatto così è da bis e tris. Ottimo!

    RispondiElimina
  15. macchisenefrega se poi il fegato ne risente...una volt aogni tanto una cosa del genere gratifica!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)