venerdì 19 ottobre 2018

Funfetti al Cacao

Funfetti al Cacao

Sciupata è un’espressione napoletana che vuol dire pelle e ossa,
ma anche pallida e deperita in generale.
Si diventa così quando non si ha una mamma in cucina.
(K.Wilson - La moglie americana)

Amiche ditemi che anche da voi succedono certe cose.
Ore 19 si palesa in cucina genio 1 (Junio): "Tra quanto si mangia?"
Io: "Ma hai pranzato alle 15… che domande mi fai?!"
Genio 1 esce di scena…
Alle 19.30 si palesa in cucina genio 2 (l'inossidabile De Win) mi gira intorno e mi chiede: "Tra quanto si mangia?"
A' belli! Ma a voi non serve una mamma o una moglie! Vi serve un distributore automatico di cibo!
#maiunagioia

Junio alla vista di queste pastine mi ha detto “ma lo sai che sembrano le stesse pastine che offre Salieri a Costanze nel film su Mozart?! Sono buonissime! Ora però dovresti farmi anche quella coppa di gelato affogato nella panna montata con cui inizia il film!”
Dubito fortemente che i “capezzoli di Venere”  che offriva Salieri nel film fossero una ricetta del riciclo come invece lo sono i Funfetti (indovinate un po’ chi ha scelto il nome per queste pastine…).
Questi bon bon sono perfetti quando vi avanza della torta che inizia a diventare dura (come il marmo) e, come nel mio caso, avete da finire due vasetti di marmellata aperti da troppo tempo. La ricetta originale arriva da Simona e credetemi se vi dico che qui a casa sono andati a ruba secondo il mantra del “riciclato è più goloso”!

Forse non tutti sanno che… spreco alimentare
Come riferito da Coldiretti, infatti, la quantità di cibo che ogni famiglia nell’arco di un anno getta nel cestino della spazzatura è pari a 84, 9 chili. Una percentuale ancora alta, ma che corrisponde al 40% in meno dello stesso dato riferito al 2016. Ciò significa che nel 2017 le famiglie italiane sono state un po’ più virtuose. A raccontarlo sono i Diari di famiglia dello spreco, primi test sperimentali condotti su un campione di 400 famiglie italiane dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con le università di Bologna, della Tuscia, di Udine, del Politecnico di Milano e della campagna Spreco Zero di Last Minute Market. In termini economici si buttano nei rifiuti 250 euro all’anno. Secondo la ricerca, il cibo più sprecato è la verdura, eppure riciclarla non è poi così difficile. tratto da Il Cucchiaio d’Argento

Funfetti al Cacao

Ingredienti per circa 20 pastine
200 gr torta avanzata (nel mio caso un ciambellone alla panna e vaniglia)
50 gr confettura di albicocche (prossimamente sul blog)
3 cucchiai di gocce di cioccolato

Inoltre
Cacao amaro in polvere
60 gr cioccolato fondente
20 chicchi di caffè al cioccolato

Preparazione
In una terrina sbriciola finemente la torta.
Impastala con le marmellate, devi ottenere un composto omogeneo che ti permetta di plasmarlo con le mani.
Aggiungi le gocce di cioccolato e amalgama il tutto.
Metti in frigorifero per 30 minuti.
Con le mani leggermente inumidite forma dei cilindretti del diametro ci circa 3 cm e alti circa 2 cm.
Passali nel cacao amaro in polvere e mettili in frigorifero per altri 30 minuti.
Trascorso questo tempo, sciogli il cioccolato a bagnomaria (o al microonde) e con l’aiuto di una siringa per dolci decora la sommità delle pastine con qualche ghirigoro, metti al centro un chicco di caffè al cioccolato e lascia asciugare.
Infine trasferisci i bon bon nei pirottini di carta, riponili in un contenitore, chiudi con la pellicola e tienili in frigorifero sino al momento di servire.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

16 commenti:

  1. golosissimi questi dolcetti :-)))
    P.s. maschi.... è così.

    RispondiElimina
  2. ecco visto che mi capita di avere avanzi di torta mi sa proprio che li provo!

    RispondiElimina
  3. Awww Looks perfect and delicious ! Love them !

    RispondiElimina
  4. Una golosità da provare!

    RispondiElimina
  5. ahahah...e no non sono esattamente gli stessi dolcetti :-P Cmq i tuoi sono proprio invitanti ed ottimi quando hai da smaltire una torta spugnosa ^_*

    RispondiElimina
  6. è il casi di dire che un po' di torta va avanzata apposta :) golosi e dal nome simpaticissimo. un bacione, buon weekend

    RispondiElimina
  7. Li faccio spesso anche io, sempre con avanzi di basi di torta e ci metto dentro le confetture che ho a portata di mano. Negli ultimi ci ho messo la confettura di cachi e nessuno se ne è accorto… Sono davvero uno tira l'altro.

    RispondiElimina
  8. Ma che genialata,un ottimo riciclo direi!!!!Questi dolcetti fanno davvero gola!!!
    Peccato che non mi avanza nulla...uffa!!!

    RispondiElimina
  9. sono fantastici,buonissimi anche per il fine settimana,peccato che non ho una torta da riciclare,mi converrà prepararla,ti abbraccio

    RispondiElimina
  10. I maschi sembrano non abbiano in mente altro che il cibo! Mio nipote, ha solo tre anni e farebbe tre merende, durante il pomeriggio ahahah. Ottimi, io li avevo chiamati Puncetti ... vedi? funfetti-puncetti, sempre buoni però. hai ragione.

    RispondiElimina
  11. Per forza riciclato è più buono se ci aggiungi degli ingredienti golosi. Purtroppo è vero che ci sono troppi sprechi e la mia è una di quelle famiglie in cui se ne fanno davvero tanti. Credo che il modo migliore per ridurre al minimo gli sprechi dovrebbe essere fare una spesa consapevole e giornaliera. Io faccio sempre la spesa settimanale e mi capita di acquistare anche cose che poi non smaltisco.

    RispondiElimina
  12. un riciclo molto molto goloso! Un dolcetto al quale non potrei mai dire di no ^_^
    Buona domenica

    RispondiElimina
  13. hanno un nome buffissimo ma non sono sicura di aver capito chi ha dato il nome a questi bon bon, tuo figlio??

    RispondiElimina
  14. Sono fantastiche! Anche io uso spesso avanzi di torta (quelle rare volte che avanza) per dolcetti di questo tipo, sono apprezzatissimi!

    RispondiElimina
  15. Belli da vedere e tanto golosi questi dolcetti, che bella idea di riciclo! Baci!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)