domenica 28 ottobre 2012

Focaccine Genovesi al Pesto e Ricotta

Focaccine Genovesi al Pesto e Ricotta

Queste focaccine sono ottime come finger food da sbocconcellare durante un aperitivo o come merenda o perché no, anche la sera davanti alla Tv. Attenzione perché sono come le ciliegie e una tira l’altra. La ricetta, ovviamente, è quella della focaccia genovese delle Simili. La volete una curiosità “carpita” in rete sulla focaccia genovese? Si racconta che nel 1500 la focaccia genovese veniva consumata anche in chiesa, durante i matrimoni al momento della benedizione degli sposi. L’usanza però prese la mano dei fedeli che arrivavano a consumare la focaccia anche durante i funerali così il vescovado arrivò a minacciare scomuniche nei confronti di chi continuava a mangiare la focaccia in chiesa e l’usanza terminò.

Focaccine Genovesi al Pesto e Ricotta
dal libro "Pane e roba dolce" delle sorelle Simili

"Focaccia salata tipica della Liguria. Risulta un poco lunga per quanto riguarda i tempi di lievitazione ma per contro è molto facile e di sicura riuscita. Potete farla semplice o guarnita. Qualunque sia la guarnizione da voi scelta, ricordatevi che deve essere cosparsa sulla pasta prima di aggiungere olio, acqua e sale"

Ingredienti x circa 50 focaccine
500 farina 00
280 g d'acqua
45 g lievito madre essiccato
10 g sale
2 cucchiai di olio di oliva

Per la farcia
250 g pesto
300 g di ricotta
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiai di concentrato di pomodoro
3 cucchiai di Parmigiano grattugiato

Preparazione
In una ciotola fondere il lievito con una parte dell'acqua, poi unire un poco di farina, 2 cucchiai d'olio d'oliva, sale e ancora la rimanente farina e acqua in due riprese alternandole e sempre battendo l'impasto. Mettere sul tavolo e lavorare battendo per 7-8 minuti, rimettere nella ciotola unta d'olio e far raddoppiare. Rovesciare di nuovo sul tavolo e formare due filoni, fare riposare per altri 15 minuti poi spianare in due rettangoli, con un corto mattarello e con il palmo della mano ad un’altezza di circa mezzo centimetro. Con un coppa pasta ricavare delle focaccine che metterete, un po’ distanziate tra di loro, su delle teglie ricoperte di carta forno. Fare infine lievitare per 30 minuti.
In una terrina mischiare il pesto, la ricotta, il concentrato di pomodoro, l’olio e il parmigiano.  Affondare le punta delle dita nella pasta formando un'impronta profonda e mettere un po' di farcia (non esagerate! Non è una pizza!). Fare raddoppiare (sarà necessaria un'ora e mezza). Infornare a  forno preriscaldato a 190° per 13/15 minuti circa.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

12 commenti:

  1. Pesto e ricotta... assolutamente da provare! :)

    RispondiElimina
  2. Ma che interessante.. sai che persino ai tempi dei romani i matrimoni venivano sanciti tramite la simbologia di un prodotto simile alla focaccia, ma di farro? Interessanti le notizie del 1500...! Vorrei saperne di più, circa l'uso durante i funerali.. mi sto giusto occupando di ritualità funebre e sarebbe curioso. Le tue focaccine sono stupende, con questo pesto!! Ne vorrei ora, davanti alla tv.. visto il pomeriggio tremendo che ho passato. Tu stai meglio, cara? Sono qui, se vuoi. Un bacione.. :)

    RispondiElimina
  3. Questa ricetta - tratta da uno dei miei libri di cucina preferiti in assoluto - ti è venuta veramente bene!! Trovo sempre le tue ricette molto affini ai miei gusti :)

    RispondiElimina
  4. ok dovrebbero bastarmi 50 focaccine!!!^_^ spettacolari Laura!!!buona domenica!

    RispondiElimina
  5. Così piccine piccine sono diaboliche :D! E chi smette di allungare la mano sul vassoio? Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  6. Laura, ma sono sfioziosisisme, una tira l'altra!!!! Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  7. adoro qualsiasi cosa con il pesto! wow!

    RispondiElimina
  8. Complimenti per la tua nuova... attività!! E inaugurarla con queste focaccine mitiche, non è da poco!! La storia non la conoscevo... Addirittura la scomunica se si mangiavano ai funerali??? Hahaha!!! Mi sa che la focaccia genovese è veramente troooppo buona!!!

    RispondiElimina
  9. Complimenti Laura per il tuo nuovo traguardo! E queste focaccine che sono? Una meraviglia!!! Non sapevo che all'inzizio si potessero persino mangiare in chiesa sarebbe bello poterlo fare adesso :-))))))))))))

    RispondiElimina
  10. buonissime,assolutamente da provare!! ciau :-)

    RispondiElimina
  11. Ciao, altro che finger food...queste non arrivano all'ora aperitivo, le finiremmo prima golose come siamo di pesto! Complimenti, sfiziosissime!
    bacioni

    RispondiElimina
  12. Ma che bontàààààààà appena rientro a casa le faccio!!!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)