venerdì 14 novembre 2014

Torta al Latte Caldo - Hot Milk Sponge Cake

L'Antro dell'Alchimista di Laura De Vincentis

Una ricetta “furbissima” trovata da lei: la torta al latte caldo. Provata, riprovata e fatta già diverse volte perché è una torta che piace! Sembra una sofficissima e profumata torta paradiso e si presta molto bene ad essere farcita con una delicata crema di latte.
Il segreto di questa torta leggerissima, ma nel contempo così gradevolmente compatta che tanto ricorda, come texture, la cotton cake? Il latte bollente unito all’impasto montato. Provate e sappiatemi dire!

Curiosità: sapete perché il latte è bianco? Perché alcune sostanze contenute nel latte riflettono la luce anziché assorbirla. E sapete perché si forma la pellicina sul latte bollito? Perché c’è un’interazione tra la caseina e i proteso-peptoni (sostanze azotate presenti nel siero), tale interazione è del tutto normale e la pellicina non pregiudica assolutamente la qualità del latte.

Torta al Latte Caldo – Hot Milk Sponge Cake
ricetta tratta da “The Cake Book” di Tish Boyle

Ingredienti per uno stampo da 22 cm
3 uova medie a temperatura ambiente
170 g di zucchero
170 g di farina 00
8 g di lievito per dolci
un pizzico di sale
120 ml di latte fresco intero
60 g di burro
una bacca di vaniglia

Inoltre
Zucchero a velo

Preparazione 
Preriscaldare il forno a 175°. Montare con le fruste elettriche le uova intere con lo zucchero per cinque minuti di orologio. Intanto mettere latte e burro insieme alla bacca di vaniglia sul fuoco e far arrivare ad ebollizione, quindi spegnere. Unire con una spatola e con delicatezza farina, sale e lievito setacciati  al composto di uova. Unire subito il composto di latte caldo sempre usando la spatola. Versare immediatamente nella teglia foderata con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 175 gradi per circa mezz'ora. Servire la torta a temperatura ambiente, spolverata con zucchero a velo.


Pillole di enologia: i vini rosati
Ci sono differenti sistemi per produrre vini rosati. Quello maggiormente utilizzato prevede una breve macerazione della vinacce nella parte liquida del mosto. Un’alternativa è quella di utilizzare uve a bacca rossa poco pigmentate e povere in tannini, oppure di mescolare in uvaggio uve rosse e bianche. Quello che invece non si può assolutamente fare è mescolare vino rosso e vino bianco!!!
Le caratteristiche organolettiche dei vini rosati sono più simili a quelle dei vini bianchi che non ai vini rossi. In generale, i vini rosati, devono essere bevuti giovani proprio per apprezzare al massimo le loro tonalità di colore, i profumi delicati e fragranti e la freschezza dei sapori.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

19 commenti:

  1. Si, è una torta semplice ma sorprendente nel risultato!!
    E grazie per le curiosità sul latte, ho imparato qualcosa di nuovo ^_^

    RispondiElimina
  2. Fantastica! io è da una vita che vorrei provare a farla ma non mi viene mai in mente! ^_^

    RispondiElimina
  3. ...e io invece l'ho provata, ed è assolutamente fantastica!
    bacioni e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. ma che bella!! la trovo davvero furba! e che voglia di provarla...grazie per le "curiosità in pillole"...molto interessanti!

    RispondiElimina
  5. ricetta nuova questa per me che proverò quanto prima!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Mai provata ma deve essere deliziosa, prendo nota della ricetta... grazie Laura!!!
    bacioni...

    RispondiElimina
  7. la farò prossimamente, sembra deliziosa e di certo lo è! buon weekend !

    RispondiElimina
  8. Conosco bene questa torta, che preparo ormai da qualche anno.... ed è tra le mie preferite:) ma tutte le info sul latte sono per me davvero nuove... Grazie laura... sei una fonte preziosa di consigli e curiosità.. ti abbraccio :*

    RispondiElimina
  9. Una ricetta furbissima e golosissima. La tua torta mi garba un sacco! Un bacio

    RispondiElimina
  10. Una ricetta spettacolare!! la devo fare subito,sono curiosa!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Questa si che è una ricetta furba.....come tantissime ricette dell'Araba

    RispondiElimina
  12. Favolosa , voglio assolutamente provarla. Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  13. Semplice e golosa ! Lo voglio fare, amo questo tipo di dolci.
    ciao ..buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  14. soffice, soffice, come piace a me!!! Buonissima.

    RispondiElimina
  15. Que bueno!! me hubiera gusta ver el corte que debe ser de lo más esponjoso.
    Blanca de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  16. L'ho vista anch'io girare, ma devo ancora provarla!!!!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)