martedì 18 gennaio 2011

Karine's Cherry Cake

Karine's Cherry Cake

Innanzitutto scordatevi di vedere tra gli ingredienti  usati dalla sottoscritta la sopracitata “cherry”. D’altronde questa è una ricetta che nasce d’impulso intorno alle 20 di sera e l'unico ingrediente mancante erano proprio i famosi cioccolatini liquorosi con la ciliegina in mezzo. Ricetta letta qui e subito riprodotta! Ma non sono stata l’unica ad aver avuto un autentico colpo di fulmine per questi dolcetti. Andate a digitare su San Google “Karine's cherry cake” e vedrete come questo dolce abbia fatto innamorare diverse navigatrici del Web. La ricetta originale arriva dal blog AmousesBouches.

Questa può essere una ricetta del riciclo quando avete per casa dei cioccolati in attesa di essere consumati. Per esempio, io al posto dei Mon Chéri, ho usato dei cioccolatini al liquore dalla Lindt. Per il cucciolo di casa invece ho utilizzato varie tipologie di cioccolatini: all’arancia, al cioccolato bianco, alla cannella e al caffè. Che cosa succede al cioccolatino? Che in cottura si porterà al centro del muffin formando un cuore morbido, voluttuoso, cioccolatoso dal sapore di liquore o, come nel mio caso, di arancia, cannella, caffè e così via. Se usate i Mon Chéri trovate inoltre la sorpresa della succosa ciliegina. E se volessimo usare un Rocher? Chissà cosa ne verrebbe fuori...

Karine's Cherry Cake
Ingredienti
160 g di zucchero
2 uova
80 g di burro fuso
160 g di farina 00
1 cucchiaino da caffè di bicarbonato
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
120 gr di latte intero
1 pizzico di sale
cioccolatini Mon Chéri  (io ho usato i cioccolatini "boules" della Lindt)

Preparazione
Setacciare la farina con il sale, il cacao e il bicarbonato. Montare a spuma le uova con lo zucchero, aggiungere a filo il burro fuso sempre continuando a montare con lo sbattitore. Aggiungere la farina alternandola al latte e lavorare il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso. Riempire per 2/3 degli stampini da muffins, depositare sulla superficie un cioccolatino ed infornare a 180°C per circa 20 minuti.

Dice Pinella: in aggiunta, con una pennellessa io ho inumidito la superficie dei muffins con del liquore alle ciliegie e ho decorato con una ganache di cioccolato fondente. (Io ho semplicemente spolverato con zucchero a velo)


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

16 commenti:

  1. eeeeeeeeee ma a quest'ora vedere una golosità del genere non è valido!!!!!! mi tocca sbavare sul pc!!!!!!
    copio/incollo!!!!!!!!!un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. Caspita...semplicissimi ma chissà che buoni!
    Segno anche questi...la lista si alluuuuuunga!
    Grazie per il consiglio di ieri, un bacione

    RispondiElimina
  3. Evvabeh, però non vale...devono essere golosissimi, figuriamoci con le boules della Lindt dentro...

    RispondiElimina
  4. Ho fatto anch'io qualcosa di simile un po' di tempo fa prendendo spunto da qui Libidinosi :D!Chissà un pocket coffee come ci starebbe... Un bacione

    RispondiElimina
  5. beh tra un po ci starà piu che bene con il mio tè , ottimi!

    RispondiElimina
  6. Non riuscirò mai a rimettermi in riga con tutte queste tentazioni...I muffin sono una delle mie tante debolezze: a prepararli mi diverto come una bimba! ottima questa ricetta ispirata a Pinella...bravissime entrambe...bacione
    s

    RispondiElimina
  7. che buooooooooooooooooneeeee!!!

    RispondiElimina
  8. Andrebbero proprio bene per lo spuntino del pomeriggio! Brava!

    RispondiElimina
  9. I lindt,sono i nostri preferiti,in alternativa propenderemmo per i rocher.......una delizia da copiare.....buona serata.....

    RispondiElimina
  10. Interessante la storia! Vorrei provare anch'io ad usare i cioccolatini per sfornare il dolce, deve essere divertente!
    baci-baci

    RispondiElimina
  11. meravigliosi questi tortini! usare i mon cheri è stato geniale!
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Sono molto belli anche così..ma anche a me è venuta la curiosità di provarli con il classico e storico cioccolatino
    il blog di Pinella è splendido,
    ciao e una buona giornata

    RispondiElimina
  13. Laura questa ricetta mi sta facendo venire la bava alla bocca...deve essere divina....ciao luisa

    RispondiElimina
  14. ehhh sti sacrifici li conosco io...sono veramente roba da soffrir le pene dell'inferno ma
    se la prossima volta vuoi 'condividere' il sacrificio...don't worry... e allora che ci stanno a fare gli amici ti pare ah ah ah!!!!!!
    buonissimi e particolari Laura davero, me li copio assolutamente e ... tatata...vado a provare se riesco a fare il croccante perchè oggi è l'onomastico del mi babbo, San Catello, tra l'altro anche Santo Patrono della mia città Castellammare ed il croccante è uno dei suoi dolci preferiti ma ... se senti delle urla provenire da Sud...di pure che non ho memorizzato bene le tua lezione eh eh eh!
    bacissimi a tutti
    dida

    RispondiElimina
  15. Sono veramente splendidi; Complimenti cara, provo anche questa ricetta, baci!!!!

    RispondiElimina
  16. Una vera coccola di dolcezza... che bontà sublime! Bravissima!!!
    Un dolcissimo abbraccio e felice giornata!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)