martedì 15 marzo 2011

Danubio, Danubiana o Brioche al Pizzico

Danubio

Insomma scegliete voi il nome che più vi garba. Qui rimarrà sempre e solo “Danubio”, nome con cui ho conosciuto questo rustico napoletano. Vero è che a Napoli, dove ha origine, è maggiormente conosciuto come danubiana o brioche al pizzico.
Mi piace, come ho letto in un sito, l’idea di considerare il Danubio come un “cibo democratico”. Democratico per tre motivi: 1) il ripieno è solitamente fatto con gli avanzi (anche se la tradizione partenopea lo vorrebbe con provola e salame, piuttosto che con ricotta e salsiccia); 2) ogni pallina può nascondere un ripieno diverso; 3) è un cibo che stimola la convivialità, si mette al centro della tavola e ognuno ne “spizzica” liberamente.
Diverse sono le teorie sulle origini del Danubio e sul suo curioso nome, la più accreditata lo fa risalire al 1768 anno in cui Ferdinando I sposò Maria Carolina d’Asburgo, che essendo di origine austriaca portò con sé a Napoli le tradizioni gastronomiche della sua terra. Ecco che dall’incontro tra i cuochi viennesi, i cuochi napoletani e i saporiti prodotti tipici del territorio partenopeo nasce il Danubio che tanto assomiglia al “Buchteln” il dolce austrico che presenta la stessa struttura del rustico napoletano.
Il Danubio solitamente viene consumato la sera dopo la veglia pasquale, è il cibo per eccellenza che spezza il digiuno. Ma lo si trova anche, insieme a tutti i rustici napoletani, sulla tavola delle giornate di festa “importanti”.

Danubio di Imma
dal blog Dolci a GoGò
Ingredienti
400 gr farina manitoba
180 gr di latte
35 gr di olio
22 gr di zucchero
1 cucchiaino sale
1 cubetto di lievito di birra
1 uovo intero + 1 tuorlo per spennellare

Ripieno
salame e provola a cubetti
mortadella e caciocavallo a cubetti
salsiccia e ricotta

Preparazione
Fare l'impasto con la farina, olio zucchero, l'uovo intero, il latte tiepido in cui avete sciolto precedentemente il lievito e lo zucchero, alla fine unite il sale. Formate una palla e lasciatela lievitare un ora e mezza circa. Questa operazione ovviamente può essere fatta anche con la mdp. Quando è lievitata, tirare l’impasto in un filoncino e dividetelo in 16 pezzi (io li ho fatti più piccini circa 30 g a pallina), schiacciare col palmo della mano ciascun pezzo, farcitelo con il ripieno e poi chiudetelo con un pizzicotto, mettete la parte pizzicata a contatto con la base dello stampo. Una volta create le palline disponetele vicine ma non attaccate in una teglia a piacere, io ho usato una tonda da 26 cm di diametro, lasciatele lievitare di nuovo per 1/2 ora. Passata la mezz’ora le palline, crescendo, si saranno attaccate fra di loro. Spennellate con il tuorlo ed inforna a 180° per circa 30 minuti.

Danubio


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

15 commenti:

  1. Ci avete proprio messo volgia di farlo questo danubio! tre farce davvero gustose e invitanti! E poi che bello ti è venuto così lucido!
    si si, ce lo facciamo!
    baci baci

    RispondiElimina
  2. oh poensavo partecipassi al mt cahllenge di questo mese! Che bello che ti è venuto!

    RispondiElimina
  3. buonissimoooooooooooooooo! l'hai eseguito benissimo, complimenti! un bacione!

    RispondiElimina
  4. Ah, dimenticavo...
    Sei invitata a partecipare al mio primo contest 'Cosa sforno oggi?'
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html
    Iscriviti e passa parolaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  5. Brioche al pizzico è ancora più stuzzicante. E un pizzico su, un pizzico giù il bel Danubio non c’è più :D! Un bacione

    RispondiElimina
  6. delizioso....golosissimo...complimenti!

    RispondiElimina
  7. Bella esecuzione , adesso circola ma danubio mania ahahah!

    RispondiElimina
  8. decisamente divino tesoor e poi ormai con la nostra ricetta super colaudata andiamo sul sicuro!!bacioni imma

    RispondiElimina
  9. Ti è venuto uno spettacolo.....ne posso prendere una pallina???
    baciotti!

    RispondiElimina
  10. dai lancia una pallina, sono pronta!!!!!!!:-)))

    RispondiElimina
  11. Bellissima! Ricordati di rispolverarla per l'abbecedario per quando arriviamo alla D (manca poco!).

    Ciaoooo!

    RispondiElimina
  12. sei stata davvero brava ^_^ complimenti :)

    RispondiElimina
  13. Il danubio è il mio piatto preferito, quello che amo di più cucinare e vederlo mi commuove quasi =)

    RispondiElimina
  14. Ciao, piacere di conoscerti, complimenti per il tuo blog. Mi iscrivo come tua sostenitrice, e se vorrai contraccambiare, ne sarei felice!
    Questo pane spettacolare! Tanto bello!

    baci
    Irina

    RispondiElimina
  15. Ciao! Posso aggiungere questo tuo capolavoro all'abbecedario? Fammi sapere, grazie!

    Ciaoooooo!!!!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)