mercoledì 2 aprile 2014

Torta Zebrata

Torta Zebrata

Oggi vi propongo una torta semplicissima ma di effetto: la torta zebrata! Personalmente parto dall’impasto base del mio ciambellone bicolore, alternando le cucchiaiate di impasto vaniglia e cacao proprio per creare l’effetto “zebra”. E' un lavoro un po' lunghetto, ma come potete vedere dalla foto, a fine cottura sarete ripagati da queste bellissime striature che lasceranno i vostri ospiti a bocca aperta.


Curiosità: le prime torte risalgono al tempo dei greci e dei romani ed erano delle focacce azzime addolcite da miele, spezie,uova, farina di avena o grano, latte, vino, frutta (anche secca), formaggio. Questi dolci solitamente venivano fatti a immagine di divinità e si consumavano durante le feste come offerte per gli dei e come simbolo di prosperità e fertilità. Nel Medioevo i dolci si arricchiscono anche di essenze distillate e all’interno dei monasteri, nel basso medioevo, iniziano a comparire dolci “più complessi” come il marzapane e le cialde.
I primi lavoratori di pasticceria però li troviamo solo alla fine del Seicento. In questi laboratori si producevano dolci a base di pasta frolla, pasta sfoglia, gelatine e nascono le prime torte farcite.
Sempre nel Medioevo nasce la “torta a piani”. In questa epoca gli invitati ai matrimoni erano soliti portare agli sposi focacce dolci e biscotti che venivano impilati tra loro con una glassatura a base di lardo sciolto per tenere la torre unita e compatta. Più alta era questa torre di dolci, più erano le persone che volevano bene agli sposi. Nell’Ottocento questa glassatura fu fatta con lo zucchero, e siccome lo zucchero era allora costosissimo, una torta molto bianca indicava maggiore disponibilità economica degli sposi.
Il nome torta sembra derivare dal latino “trahere” che significa maneggiare. Ma c’è anche chi sostiene che torta derivi dal participio passato del verbo “torquere” ovvero attorcigliare.
Perché le torte sono rotonde? La spiegazione più attendibile sembra sia di origine religiosa. Le torte più antiche infatti venivano preparate per celebrazioni del culto della natura e sulla sua ciclicità. La forma rotonda richiama proprio questo ciclo, un movimento perfetto che mai si interrompe e ricorda anche la forma del sole e della luna che avevano sempre un ruolo fondamentale nei riti (anche pagani) della fertilità

Torta Zebrata
Ingredienti
250 gr farina 00
200 gr zucchero
3 uova
1 bustina di vanillina
100 ml olio di girasole
130 ml latte
30 ml vin santo
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito vanigliato
30 grammi di cacao amaro

Inoltre
Zucchero a velo

Preparazione
Preriscaldare il forno a 180°
In una terrina sbattete le uova con zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Unite un po’ alla volta la farina setacciata con il lievito, il sale e la vanillina alternando con il latte, l’olio e il Vin Santo.
Dividete l’impasto in due ciotole e in una aggiungete il cacao mescolando bene.
Imburrate e infarinate per bene una teglia tonda di 24 centimetri di diametro. Partite dal centro mettete una cucchiaiata di impasto bianco, sull’impasto bianco mettete un’altra cucchiaiata di impasto scuro e continuate così siano alla fine dei due impasti. Fate attenzione a non muovere la tortiera altrimenti perdete le zebrature.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 40 minuti (fate la prova stecchino). Fate raffreddare il dolce e poi sformatelo. Servire spolverato di zucchero a velo.


Abbinamento consigliato: ci troviamo davanti ad una torta molto semplice, non dolcissima e delicatamente aromatica l’abbinamento consigliato è con un Colli di Parma Malvasia di Candia Aromatica Dolce. Di colore giallo paglierino, al naso si presenta con delicati sentori fruttati e floreali caratteristici di questo vitigno (pesca, albicocca matura, frutti tropicali, agrumi e ancora fiori d’acacia, freisa e lavanda e note mielate). Al palato ritornano le note fruttate e floreali, si presenta dolce ma supportato da una buona freschezza che lo rende ben equilibrato e di buona intensità.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

28 commenti:

  1. E' sempre di grand'effetto. Mi piace l'aggiunta del vin santo.

    RispondiElimina
  2. è una torta di effetto che mi affascina moltissimo!

    RispondiElimina
  3. la faccio spesso anche io, molto molto simpatica !

    RispondiElimina
  4. ciao Laura!!! che effetto magnifico! questa torta mi piace tantissimo :D
    complimenti sempre ...le tue ricette sono sempre perfette
    un abbraccio
    Ketti

    RispondiElimina
  5. l'effetto è davvero scenografico brava ;)

    RispondiElimina
  6. che spettacolo questa torta, le foto invogliano proprio all'assaggio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. L'ho fatta anche io tempo fa, fa davvero bella figura ed è molto buona, brava Laura

    RispondiElimina
  8. buona vero io l'ho fatta spesso ma non avevo ancora il blog,complimenti bellissime foto

    RispondiElimina
  9. mi sono sempre ripromessa di farla, è troppo bella !

    RispondiElimina
  10. E direi che dopo una giornatina come oggi .. la mangerei tutta !

    RispondiElimina
  11. Buonissima! E poi l'effetto zebrato ha sempre il suo fascino! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Un classico che piace sempre, e poi così è proprio scenografica.

    RispondiElimina
  13. mi ha sempre incuriosita questa torta, ti è venuta proprio bene. Complimenti.

    RispondiElimina
  14. mi ha sempre affascinata questa torta e mi dimentico sempre di farla accidenti! troppo bella :)
    un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  15. Laura è bellissima! La tua torta zebrata mi piace un sacco, brava! Un bacio

    RispondiElimina
  16. redo di averla fatta solo due volte in vita mia, una così classica e una versione colorata, sono carinissime, solo che bisogna avere una gran precisione. Brava Laura, la tua è perfetta

    RispondiElimina
  17. Davvero simpatica e buona, proverò presto la tua versione!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  18. E' sempre un bel colpo d'occhio!!!! Complimenti

    RispondiElimina
  19. è bellissima!! io c'ho provato un milione di volte ma bella così non mi è mai venuta! :((

    RispondiElimina
  20. Brava Laura è bellissima;) buona giornata

    RispondiElimina
  21. Wow che meraviglia, io ancora non l'ho mai realizzata , ma dopo aver visto la tua , la voglio massolutamente provare. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  22. mamma mia, ti è venuta benissimoooooooooo!!

    RispondiElimina
  23. Perfetta, stupenda e strabuona, complimentissimi!!!:-)

    RispondiElimina
  24. Straordinariamente perfetta! Si può dire? Beh, ormai l'ho detto! :)
    E' irresistibile, Laura!
    Baci
    MG

    RispondiElimina
  25. che bella questa torta, complimenti sei stata bravissima! Ciao cara, piacere, io mi chiamo Vanna e sono contenta di aver scoperto il tuo blog, è molto carino,quindi mi sono iscritta volentieri, se ti va ,passa da me, ti aspetto, cosi non ci perdiamo di vista! ciao! http://ledeliziedivanna.blogspot.it/

    RispondiElimina
  26. La faccio anche io e riscuote sempre un gran successo!! E poi è leggerissima...

    RispondiElimina
  27. Stupenda e di grande effetto!!!!!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)