venerdì 9 febbraio 2018

Ravioli Dolci al Forno con Ricotta e Cioccolato

Ravioli Dolci al Forno con Ricotta e Cioccolato

Le offerte di Lidl
…e niente... ogni volta che io e l'inossidabile De Win ci regaliamo un caffè accompagnato da un paio di biscottini Speculoos mi viene in mente quando un paio di settimane fa alla cassa del Lidl mi si presenta davanti tronfio con due confezioni di questi biscottini speziati e mi dice tutto soddisfatto e a gran voce: "Guarda! ho preso due confezioni di FANCULOOS perché sono in offerta!!!"
Ecco immaginatevi la faccia della cassiera... e la mia…
 
Ormai lo sapete, adoro i dolci alla ricotta e non amo assolutamente friggere così per il carnevale di quest’anno, complice anche il fegato del De Win che sarebbe meglio non vedesse il fritto nemmeno in lontananza, ho preparato questi favolosi ravioli dolci di ricotta e cioccolato – “Nettare degli dei!”, li ha definiti il De Win - che sono veramente la fine del mondo e finalmente quasi dopo 10 anni dall’acquisto ho usato il forma ravioli che giaceva abbandonato in un cassetto in attesa di essere utilizzato. Per cui un consiglio: riempite pure di kitchen-boiate la cucina che tanto se non le usate subito magari dopo un decennio vi possono tornare utili!
 
Forse non tutti sanno che… Curiosità sul Carnevale
Il mondo alla rovescia era lo slogan del carnevale romano, la festa dedicata a Saturno, dio agricolo dell'abbondanza, celebrata tra la semina e la raccolta. Durante i Saturnalia si esprimeva la rivolta verso il potere e tutto era permesso: gli schiavi potevano insultare e perfino percuotere i padroni; le case erano aperte e tutti potevano entrare a mangiare e bere, si stava a tavola ore e venivano organizzate orge, spesso con maschere tratte dal teatro greco.
Il carattere trasgressivo del carnevale degli antichi romani si è conservato anche col Cristianesimo. Per un certo periodo è esistita, per esempio, l'usanza di portare in sacrestia un asino vestito da prete, o far dire Messa a un bambino vestito da vescovo mentre i "fedeli" si scatenavano in balli e canti sfrenati che spesso finivano in orge. Per questo motivo, molti vescovi furono costretti a proibire le riunioni in chiesa.
“Le maschere non girino di notte” così recitava una delle prime leggi sul carnevale a Venezia nel Medioevo. Molte altre leggi seguirono dopo, nel tentativo di mettere un freno alla trasgressione e agli illeciti compiuti grazie al travestimento, come l'assalto ai pulpiti in preparazione per le predicazioni della Quaresima. Controllare le marachelle dei veneziani in maschera non era compito facile anche perché in alcune epoche nella città lagunare il carnevale durava quasi due mesi (iniziava il giorno dopo Natale) ed era permesso travestirsi anche in altre occasioni: per l'apertura dei teatri, per le feste private e per alcune cerimonie.  tratto da Focus
 
Ravioli Dolci al Forno con Ricotta e Cioccolato
 
Ingredienti per circa 32 ravioli
Per la Pasta
350/380 gr farina (dipende dalla grandezza delle uova)
2 uova
100 gr zucchero
50 gr burro molto morbido
Mezzo bicchierino Rum (o altro liquore)
5 gr lievito per dolci
1 bustina di vanillina
Buccia grattugiata di mezzo limone
1 pizzico di sale
 
Per la Farcia
250 g di ricotta vaccina
50 gr gocce di cioccolato
3 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato
Un pizzico di cannella
 
Inoltre
Nutella
Zucchero al Velo

Ravioli Dolci al Forno con Ricotta e CioccolatoRavioli Dolci al Forno con Ricotta e Cioccolato

Preparazione
In un’ampia ciotola rompiamo le uova e sbatterle con l’aiuto di una forchetta. Aggiungere poi il burro morbido, lo zucchero, il rum, la buccia grattugiata di mezzo limone, la vanillina, il lievito e il sale. Iniziare a mescolare e aggiungere poco alla volta la farina. Quando l’impasto sarà solido, trasferirlo su una spianatoia infarinata e continuare a lavorarlo energicamente con le mani continuando ad aggiungere la farina rimanente. L’impasto sarà pronto quando si otterrà un panetto liscio, omogeneo che non si attacca più alla spianatoia e alle mani. Avvolgerlo nella pellicola e metterlo in frigorifero per 30 minuti.
Intanto preparare il ripieno: in una ciotola mettere la ricotta, lo zucchero a velo vanigliato, la cannella, le gocce di cioccolato e mescolare con un cucchiaio di legno per ottenere un composto omogeneo.
Preriscaldare il forno a 180°
Riprendere il panetto e stenderlo su una spianatoia ben infarinata ottenendo una sfoglia spessa circa 3/ 4mm.
Con il taglia ravioli (stampo per ravioli tondo) di 8 cm di diametro (o un coppapasta, o un bicchiere) tagliate tanti cerchi. Impastare brevemente i ritagli di pasta, stenderla, ritagliare altri cerchi e continuare così sino alla fine dell’impasto.
Posizionare un cerchio alla volta nello stampo per ravioli (di 8 cm di diametro) leggermente infarinato, disporre al centro un cucchiaino di farcia, spennellare i bordi con un velo d’acqua per fare aderire bene la pasta, chiudere formando il raviolo.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20/23 minuti (non devono assolutamente scurirsi troppo!)
Estrarli dal forno, farli raffreddare completamente e decorarli con ghirigori di Nutella e zucchero a velo.
 
-----------------------------------------------
 
Carnevale: ogni dolce fritto vale!

Carnevale Dolci Fritti
DOLCI FRITTI


 
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

28 commenti:

  1. se c'è la ricotta mi piaceranno di certo !Un bacione e buon we

    RispondiElimina
  2. Golosissimi pure questi... Evviva il carnevale!!!!

    RispondiElimina
  3. Ce l'ho anch'io il forma ravioli e non l'ho mai usato :-))
    Caspita che ravioli che hai preparato. Deliziosi!
    Un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Che delizia devono essere questi dolcetti, neanche troppo peccaminosi, oltretutto! Io sono messa ancora bene, allora, il mio raviolatore giace intonso da un anno soltanto! Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Io sapevo, ma quanto è affascinate rileggere! Affascinante quanto i tuoi ravioli perfetti! Se poi il De win li ha definiti "nettare degli Dei" immagino la bontà!

    RispondiElimina
  6. Wow devono essere deliziosi!!
    A casa mia generalmente i dolci fritti vengono preparati solo a carnevale dopo di che bisogna aspettare un'altro anno!!

    RispondiElimina
  7. Mi ricordano moltissimo quelli che faceva mia zia, ogni anno, ma ripieni di confettura di albicocche o di nutella. Che buone. Adesso che sono più grandicella, gradirei vbolentieri la versione alla ricotta e cioccolato :)
    Grazie anche per le curiosità su carnevale. E' sempre bello scoprire nuove cose :)

    RispondiElimina
  8. Io per i dolci e di dolci ricordo poco o niente. Non si usavano fare quand'ero piccola non c'era tempo, non c'era la possibilità d'acquisto delle materie e non c'era possibilità di dove farli. Forse per questo non sono golosa e ora che non posso gustarli non mi piange il cuore ne lo stomaco... però prendo nota per figlia e nipoti che sono golosi. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  9. golosissime, sono assolutamente una tira l'altra!
    baci cara

    RispondiElimina
  10. quante cose buone,gnam gnam,buon weekend

    RispondiElimina
  11. Belli e golosi, davvero irresistibili con questa farcia . Un abbraccio, buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  12. Sono bellissimi Laura, io preferisco sempre le cose fatte al forno e questi sono molto invitanti.

    RispondiElimina
  13. Ho idea che nessuno sentirà la mancanza del fritto con queste delizie. Ottimi e bellissimi, Laura!
    Baci!!!
    MG

    RispondiElimina
  14. machegoduriaaaaaaaaaaaa!!! davvero irresistibili!!! bravissima mia cara!!

    RispondiElimina
  15. Buonissimi..anche se sono al forno..meglio! Ottimo da farli tutto l'anno.
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  16. Non amo friggere anche io, faccio eccezione per alcune cose. Mi piace l'idea di questi ravioli al forno.

    RispondiElimina
  17. Anche a me piace molto la ricotta e perciò li trovo favolosi! Siete forti voi De Win

    RispondiElimina
  18. Bellissima ricetta e poi al forno ancora più leggera! :)

    RispondiElimina
  19. Che belli e "pacioccosi" che sono i tuoi ravioli viene proprio voglia di addentarli :-P
    un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  20. Bello il sopranome dei biscotti! :-) E deliziosi i tuoi ravioli. Un abbraccio

    RispondiElimina
  21. non ti so dire la voglia che ho di mangiarne un paio adesso! anche se è quasi ora di pranzo!!!!!

    RispondiElimina
  22. Ebbene sì questi me li ero proprio persi! Eh si che mi mettono una gola tremenda che finirei l'intero piatto se avessi l'onore di poterli mangiare da casa tua :)

    RispondiElimina
  23. Che buoni e molto facili da fare, li provo subito!

    RispondiElimina
  24. Una ricetta meravigliosa...non saprei che aggiungere <3!!!!

    RispondiElimina
  25. E' obbligatorio mangiarli solo a carnavale????
    Io me li papperei anche oggi e senza nessun problema!!!
    Bravissima

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;) I commenti con link pubblicitari verranno segnalati come spam.