domenica 5 dicembre 2010

Focaccia Pugliese

Focaccia Pugliese

La ricetta di questa focaccia pugliese è quella delle mie maestre Valeria e Margherita Simili, tratta dal loro libro “Pane e Roba Dolce”.
Dicono le Simili “Più che una focaccia è un pane che, per tradizione si mangia a metà mattina, come spuntino. Come dice chiaramente il suo nome, è molto soffice e profumata poiché viene fatta utilizzando la farina di semola di grano duro. Si mantiene per lungo tempo, anche 3/4 giorni purché la si ripari dall’aria. E meglio che la scaldiate un poco prima di servirla.”
Io aggiungo che migliore sarà la qualità della farina impiegata e migliore risulterà la vostra focaccia. Perché si utilizza proprio lo sfarinato di grano duro? Perché questa focaccia nasce in un periodo in cui lo sfarinato di grano duro era il cereale più diffuso in Puglia. L’utilizzo del grano duro conferisce alla focaccia il suo caratteristico colore giallo, un profumo intenso, una lunga conservazione del prodotto e una alveolatura piccola e fitta. Meglio sarebbe prepararla utilizzando ingredienti pugliesi: l’olio per esempio dovrebbe avere una bassa acidità, un sapore intenso, piccante ed amarognolo come quello di Castel del Monte. Io utilizzerò un olio di Sonnino che presenta caratteristiche organolettiche simili all’olio pugliese.

Focaccia Pugliese
ricetta tratta dal libro "Pane e Roba dolce"
di Valeria e Margherita Simili

Ingredienti e preparazione della Biga
80 g farina 00
60 g acqua
1 g lievito di birra
Impastare il tutto in una ciotola, coprire e fare lievitare per 18-24 ore

Ingredienti per l’Impasto
500 g farina di semola di grano duro
300-350 acqua
250 g patate lessate e schiacciate
30 g olio extravergine d’oliva
7 g lievito di birra
10 g sale

Ingredienti per la farcitura
Pomodorini ciliegini tagliati a metà
Olive nere denocciolate
Abbondante olio extravergine d’oliva per le teglie
Sale
Mia aggiunta: origano

Preparazione
Impastare in una grande ciotola, sciogliendo il lievito di birra con la biga e metà dell’acqua, unire un poco di farina, poi il sale e incominciare a battere. Unire i rimanenti ingredienti, alternando la farina e l’acqua continuando a battere energicamente finché l’impasto non “bollirà” forte (cioè finché non appariranno delle grosse bolle che si romperanno subito) e non sarà sparita la grana della farina di semola (circa 10-15 minuti). L’impasto dovrà risultare tenerissimo. Coprire la ciotola e fare lievitare per 30 minuti.
Versare l’olio in ciascuna delle due teglie, affondarvi le mani ungendole completamente, afferrare metà dell’impasto e arrotolarlo sospeso,tenendo l’impasto in una mano, mentre con l’altra si raccoglie la pasta che sta cadendo lateralmente inserendola sotto al centro, trasferendo il tutto da una mano all’altra. Non vi preoccupate se all’inizio il glutine è rilassato e la pasta scende molto velocemente, ma dopo due o tre manipolazioni il glutine si risveglia dandovi la possibilità di agire comodamente per le ulteriori due o tre manipolazioni.
Adagiare questa palla nella teglia unta e ripetere l’operazione con la seconda metà. fare lievitare per circa due ore, poi ricoprire completamente la superficie con i pomodorini e le olive, facendo attenzione a non premere verso il basso altrimenti si perdono i gas di lievitazione e la focaccia risulterà meno soffice.  Per evitare ciò pizzicate un poco di pasta sollevandola. poi inserite al di sotto un pezzetto di pomodoro o un’oliva. Spolverate di sale, origano e irrorate d’olio extravergine d’oliva  (a questo punto ho fatto lievitare per un’altra ora affinché la pasta sommerga in parte il condimento). Cuocere in forno preriscaldato a 230° per 25-30 minuti.



N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

16 commenti:

  1. mi piaceeeeeeeeeeeeeeeeee!!bravissima Laura! baci!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia! è davvero uno spettacolo, complimenti Laura :)

    RispondiElimina
  3. buoooooona la mia preferitaaaa!!!!!!!! ti è uscita favolosaaaa..

    RispondiElimina
  4. che meraviglia Laura ! complimenti

    RispondiElimina
  5. Sono incantata come davanti ad un'opera d'arte! Questa focacciona non è una meraviglia...di più :D! Complimenti Laura, è magnifica. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ti è venuta benissimo, brava, le sorelle simili sono uniche!!!
    Passare nel tuo blog è sempre una gioia, sei stupenda!

    RispondiElimina
  7. maròòòòò che voglia!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao! meravigliosa questa focaccia! soffice e ricchissima di sapore! complimenti...mette una fame anche adesso!!!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. na meraviglia---molto soffice...buona settimana

    RispondiElimina
  10. Laura questa focaccioa è sempre un successo...è strabuona e la tua è magnifica ciao Luisa

    RispondiElimina
  11. che meraviglia di focacciona, favolosa, soffice, saporita...

    RispondiElimina
  12. o mamma potrei svenire ora vedendo quelle foto, la focaccia a colazione, why not? io me la mangerei a tutte le ore!

    RispondiElimina
  13. @ Federica grazie!

    @ Lauretta and Mary grazie!

    @ Babette grazie!

    @ Ale grazie!

    @ Federica grazie!

    @ Elena è vero le Sorelle Simili sono sempre una garanzia!

    @ Dida allora all'opera! Questa sulla tua tavola la vedo proprio bene :-x

    @ Manuela e Silvia grazie!

    @ Alialexa grazie!

    @ Soleluna è vero! E' stata un successo!

    @ Simo grazie!

    @ BreadandBreakfast sì, questa sta bene a tutte le ore!

    RispondiElimina
  14. Domenica mattina ho comprato il libro, devo farla assolutamente!
    baci

    RispondiElimina
  15. Laura, questa focaccia e' da sveno!

    RispondiElimina
  16. Me la mangerei ben volentieri :) è moooooolto invitante :)
    a presto

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)