mercoledì 9 marzo 2011

Sanguinaccio

Sanguinaccio

Sì lo so, oggi è Mercoledì, il Carnevale per la maggior parte di voi è terminato però io vi faccio ugualmente vedere quello che ho preparato ieri: il sanguinaccio, quella squisitezza che si usa gustare, gongolando, il Martedì Grasso a Napoli. Non fatevi impressionare dal nome, di sangue in questa preparazione non ce n’è più traccia! E’ vero che una volta si usava preparare questa crema con il sangue di maiale ma dal 1992 è vietato venderlo pertanto il sangue è stato sostituito da una doppia dose di cioccolato. La tradizione vuole che il Martedì Grasso le chiacchiere siano intinte in questa crema, ma vi assicuro che anche gustata “in purezza”  è ugualmente paradisiaca. La ricetta originale da cui ho preso spunto la trovate qui. Io invece l'ho adattata al Bimby.


Sanguinaccio
ricetta adattata per Bimby
Ingredienti
1200 cl di latte intero
350 gr di zucchero
100 gr di cacao amaro
100 gr di cioccolato fondente
70 gr amido
2 cucchiai di farina
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di cannella
1 noce di burro
½ bicchierino di rum
Gocce di cioccolato fondente
Arancia candita

Preparazione
Tritare la cioccolata fondente e le scorze d’arancia candita a 15 sec vel 8. Unire tutti gli altri ingredienti e cuocere 25 min. 90° vel 3. Versare in una ciotola, servire fredda. A piacere, dopo raffreddata aggiungere gocce di cioccolato. 

Sanguinaccio Bimby 3

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

13 commenti:

  1. se è con il cioccolato allora si che me lo pappo!!!!! deve essere squisito! baci
    p.s. nel rito Ambrosiano oggi è mercoledì grasso!

    RispondiElimina
  2. complimenti, questa ricetta è davvero meravigliosa!

    RispondiElimina
  3. A me piace in entrambe le versioni, sia quella originale che quella riveduta e corretta. Sono una incorregibile golosona lo so, ma e' trobbo buono

    RispondiElimina
  4. irresistibile..le foto poi sono bellissime!!!!!!

    RispondiElimina
  5. doppio cioccolato? come posso rifiutare?? :))

    RispondiElimina
  6. Lauretta bella, l'anno prossimo devi gfare anche i savoiardi di accompagnamento.
    Per te che sei amante del genere sto preparando il post per domani con il migliaccio rustico.
    Bacioni

    RispondiElimina
  7. Mio marito è di quelli che mangiavano la prima versione e ne parla sempre con rimpianto....gli ho riferito la tua spiegazione,ma glielo devo fare in questa tua deliziosa alternativa!!!!!!

    RispondiElimina
  8. In effetti ricordo che quando ero piccola mia nonna ed una mia zia lo preparavano con il sangue e io appena sentivo nominare il sanguinaccio, tremavo e non ho mai voluto assaggiarlo. Ma con la doppia dose di cioccolato è qualcosa di talmente godurioso che ne mangerei anche due coppette e Luca idem.
    Bacioni da Sabrina&LUca

    RispondiElimina
  9. Ero curiosa di vedere il sanguinaccio perché quello che conosco io è a base di sangue di maiale, uvetta e non so che altro. Il tuo sì che mi piacerebbe!

    RispondiElimina
  10. Una preparazione molto gustosa!!! Io ne mangerei 4 o 5 vaschettine e poi nel resto intingerei i cenci! Bacioni

    RispondiElimina
  11. Anche in Basilicata si fa il sanguinaccio ancora oggi con la ricetta antica dato che, nei paesi, molte persone ammazzano il maiale in casa e raccolgono il sangue: a dir la verità non ho mai avuto il coraggio di assaggiarlo!!!
    Delle tue coppette invece ne mangerei a tonnellate!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Laura, una domanda sicuramente stupida: l'amido è quello di mais?

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)