martedì 13 dicembre 2011

Pancarré

Pancarré

Il pane di ieri sera non doveva finire in un post. Il tranquillo e solito pane di casa  per accompagnare uno spezzatino con tanto puccino che però è venuto proprio buono, buono, soffice, soffice e la foto che gli ho scattato per caso solo perché avevo la reflex che girava per la cucina mi è garbata assai. E allora dedichiamo un post al blasonato Pan Carrè delle Simili! Io sinceramente lo stampo che si chiude non l’ho ancora trovato, così ho utilizzato il solito stampo da plum-cake e sinceramente la cupoletta che forma il pane mi garba assai. E’ un pane ottimo per panini, toast e visto che siamo in periodo di feste anche per tartine. Come suggeriscono le Simili potete farlo in anticipo e conservarlo nel freezer affettato così sarà già pronto quando ne avrete bisogno.

Pancarré
dal libro Pane e Roba Dolce delle Simili

Ingredienti
750 g farina 00
30 g lievito di birra
30 g burro o strutto
15 g sale
380 g di acqua circa
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di malto
Uno stampo a cassetta quadrato con coperchio di cm 35 x 100

Preparazione
In una ciotola versate quasi tutta l'acqua, sciogliete il lievito di birra, unite un pugno o due di farina poi unite lo zucchero, il sale, il malto, il burro e battete. Poi unite il resto della farina e dell'acqua fino ad avere un impasto morbido ma non appiccicoso. Rovesciate sul tavolo, lavorate battendo qualche minuto poi fate un lungo filone, piegatelo a metà e avvicinate le due parti e attorcigliatele fra loro formando una treccia semplice, un torcione che metterete nello stampo leggermente imburrato. Schiacciate la pasta per pareggiarla ed inserite il coperchio, ma non lo chiudete completamente, lasciatelo aperto di 1 cm e fate lievitare circa 1 ora. Chiudete completamente il coperchio e cuocete a 220°-200° per 50 minuti circa. Quando esce dal forno, togliete il Pan Carrè dallo stampo e sistematelo sulla rete del forno in piedi.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

9 commenti:

  1. meraviglioso...perfetto!!!

    RispondiElimina
  2. Ti è venuto bene il pan carrè poi cosi soffice ed invitante.

    RispondiElimina
  3. Quel libro è una Bibbia e il tuo pane è meraviglioso...che invidia...Interesante l'idea di surgelarlo...Grazie per questa bella ricetta
    un saluto caro
    simona

    RispondiElimina
  4. E' proprio buono questo pane, lo faccio spesso anch'io.Le Simili sono proprio una garanzia.
    Ciaooo

    RispondiElimina
  5. viva le Simili! e complimenti a te per la magnifica esecuzione, come sempre!

    RispondiElimina
  6. lo faccio spesso anch'io è buonissimo!complimenti come sempre!!!!!!!!!ciaooooooo!

    RispondiElimina
  7. chissà che buono questo pane...sembra sofficissimo..del resto le simili sono sempre una garanzia ...

    RispondiElimina
  8. Anche a me il pan carré fatto in casa piace, è tutta un'altra cosa e il tuo ha un aspetto buonissimo!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)