venerdì 23 febbraio 2018

Torta Integrale di Mele con Yogurt, Marmellata di Arance e Cioccolato

Torta Integrale di Mele con Yogurt, Marmellata di Arance e Cioccolato

Tea Time
Io: “Mè assaggia la torta di mele che con questo tè alla vaniglia ci sta da dio!”
Lui: “La devo proprio assaggiare adesso?”
Io: “Sì”
… … … …
Io: “Allora? Com’è?”
Lui: “A me le cose con le mele dentro proprio non mi garbano… forse dovevi ridurle in purea così non le vedevo.”

Ok ho un marito becero che proprio non capisce quanti benefici e quante coccole un semplice, profumato, soffice dolce alle mele possa apportare alla nostra anima. Sapori semplici e genuini di una volta, dolci che profumano di infanzia e di nonne.

E a saperlo che me la snobbava così avrei sostituito le gocce di cioccolato (messe appositamente per lui) con qualche gheriglio di noce tritato che avrebbe regalato a questa torta una piacevolissima nota croccante!
 
Forse non tutti sanno che… la mela nella storia
Originaria dell’Asia Minore, a sud del Mar Nero, dove se ne trovano le prime tracce, la mela, attraverso l’Egitto e la Grecia, passa in Europa, dove, nell’Impero Romano, già viene decantata a poeti e da scrittori, consigliata e raccomandata da diuretico e come cura per diversi problema all’apparato digerente.
In seguito, le invasioni barbariche causano un profondo decadimento dell’agricoltura, che si protrasse per circa un millennio. L’uomo tornò a cibarsi di frutti selvatici e preferì dedicarsi maggiormente alla produzione di cereali. I meli erano numerosissimi allo stato selvatico e i loro frutti erano ben lontani dalla qualità, dal profumo e dal colore di quelli decantati degli antichi.
Soltanto nel XV secolo, grazie a grandi opere di irrigazione e di bonifica, a fortunati innesti e nuovi sistemi di fertilizzazioni, si tornerà a produrre qualità di frutta pregevole. E’ proprio in tutto questo periodo che, con la creazione di grandi frutteti in Italia e in Europa, questa coltura si rivela anche una notevole fonte di guadagno.
Nel XVI secolo, la mela emigra in America, rendendo tutto lo stato di New York famoso per l’ottima qualità dei suoi frutti.
Contemporaneamente, le mele appaiono trionfanti nella pittura fiamminga, tedesca, italiana: i frutti bellissimi che appaiono nelle opere degli artisti testimoniano il progresso delle colture.
Da allora in poi la mela si diffonde sempre di più nell’uso popolare, non solo come frutto, ma anche come toccasana per la salute e la bellezza. tratto da Cavour.info
 
Torta Integrale di Mele con Yogurt, 
Marmellata di Arance e Cioccolato
 
Ingredienti per uno stampo quadrato di 20 x 20 cm
180 gr farina integrale
130 gr zucchero di canna
1 uovo intero
200 ml yogurt bianco
50 ml olio di semi
10 gr lievito per dolci
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di marmellata di arance
2 cucchiai di gocce di cioccolato
2 mele renette
2 cucchiai di succo d’arancia
Mezzo cucchiaino di cannella
Granella di nocciole
 
Preparazione
Preriscaldare il forno a 180°
Sbucciare le mele, tagliarle a piccoli dadini e condirle con il succo di arancia e la cannella.
Montare l’uovo con lo zucchero e un pizzico di sale.
Aggiungere lo yogurt, l’olio, la marmellata di arance.
Setacciare la farina con il lievito e la vanillina e incorporarla, poco a poco, al composto.
Mescolare sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Infine aggiungere i dadini di mela, le gocce di cioccolato e incorporare per bene all’impasto.
Foderare una teglia con carta forno bagnata e ben strizzata.
Versarvi dentro il composto livellandolo bene.
Cospargere la superficie con la granella di nocciole e infornare a 180° per circa 40 minuti (fare la prova stecchino).
Lasciare raffreddare completamente, metterla in un vassoio e tagliarla a cubotti.
Il giorno dopo è ancora più buona!
 
-----------------------------------------------
 
Ti garbano i DOLCI ALLE MELE?
Allora sbircia in questa raccolta...

DOLCI ALLE MELE
DOLCI ALLE MELE

 

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

24 commenti:

  1. Ma questi mariti difficili, però, che noia, ti capisco fin troppo bene! A me, invece, i dolci con le mele piacciono da matti e con la farina integrale ancora di più, quindi questa ricetta me la segno da provare al più presto! Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. il est superbe rien qu'en regardant la photo on a l'eau à la bouche j'adore
    bonne soirée

    RispondiElimina
  3. l'aspetto è goloso, prendo una fetta! Buon weekend, qui si gela....

    RispondiElimina
  4. J'adore les gâteaux aux pommes.
    Recette notée.
    A bientôt

    RispondiElimina
  5. Davvero interessante questa tua torta di mele, ricetta segnata . Un abbraccio, buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  6. Io adoro le torte con le mele e questa mi piace proprio, gocce di cioccolato comprese, ma mi vanno benissimo anche le noci :)
    Buona domenica

    RispondiElimina
  7. Che ti devo dire? Il mio è anche peggio del tuo, consolati! Io avrei gradito molto sia così ma ancora meglio con i gherigli di noci. Buona domenica cara Laura

    RispondiElimina
  8. Adoro le torte di mele.. sono sempre così buone.. come la tua!!! baci e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  9. A me invece le cose con le mele dentro garbano eccome. La tua torta l'ho apprezzata al primo sguardo! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Spero che te la sia mangiata tutta tu, alla faccia del marito. A me invece le torte di mele "mi garbano assai", proprio per i ricordi di infanzia che fanno tornare alla mente. E mi garba assai anche l'idea della confettura alle arance

    RispondiElimina
  11. ho tanta marmellata di arance che non aspetta altro che di essere usata, grazie !

    RispondiElimina
  12. Buonissima Laura! Piena di ingredienti che adoro e piena d'amore, davvero una torta perfetta!

    RispondiElimina
  13. Mi associo al tuo pensiero su tuo marito!!! Come fa a non apprezzare un dolce con le mele, poi questo tuo complimenti è divino e mi piace davvero il fatto di realizzare dolci semplici e genuini come delle nonne appunto!

    RispondiElimina
  14. Mi stuzzica molto, adoro i dolci di mele.

    RispondiElimina
  15. ahahha ecco la prossima volta mandalo al bar e fattela come piace a te :-) è veramente molto golosa questa torta!

    RispondiElimina
  16. Qui di questi problemi non ce ne sono, mi spariscono le torte e tutto quello che è loro connesso ancor prima di aver sistematola macchina fotografica, ricetta favolosa e molto molto coccolosa, mangiatela tutta tu :-) Baci

    RispondiElimina
  17. Buona buona e poi i dolci con le mele qui hanno successo!

    RispondiElimina
  18. Adoro le torte di mele in tutte le loro mille versioni, proverò presto questa rivisitazione golosissima!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  19. questo dolce sarebbe perfetto per la mia colazione di domattina!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. adore questa torta cara, deliziosa!

    RispondiElimina
  21. Ahahah mio marito è uguale proprio. Bellissima la tua torta di mele, proprio come invece piace a me.

    RispondiElimina
  22. anche mio marito è così! cosa devi fare??? drammaticamente accettare!:D e godersi da sole qst delizie!!! yeeeee

    RispondiElimina
  23. Ma che meraviglia la tua torta, gnam,gnam....

    RispondiElimina
  24. ahahha ecco la prossima volta mandalo al bar e fattela come piace a te :-) è veramente molto golosa questa torta!
    Gclub

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)

SIETE PASSATI DI QUI IN...