venerdì 25 maggio 2012

Carabaccia

Carabaccia

La carabaccia è un’antica zuppa di cipolle di origine fiorentina. Nel Rinascimento era una zuppa dolce e speziata a base di cipolle, zucchero, cannella e mandorle. La Carabaccia è a tutti gli effetti l’antenata della famosissima “soupe d’oignons”, non a caso questo piatto è stato fatto conoscere in Francia da Caterina de’Medici. Il nome Carabaccia deriva dal greco e significa barca a forma di guscio, e più tardi il guscio si identificherà con la zuppiera. Nella versione “vellutata”, come quella presentata oggi, è ottima anche nella stagione calda perché può essere servita a temperatura ambiente.

Carabaccia
dal libro “Zuppe Toscane” di Laura De Vincentis

Ingredienti
5 cipolle bianche
80 g di prosciutto crudo
80 g di salsiccia
Rosmarino
1 bicchiere vino bianco secco
Olio extravergine d’oliva
Pane casereccio
Parmigiano

Preparazione
Scottare le cipolle per circa 10 minuti in acqua bollente. Farle raffreddare sotto il getto d’acqua fredda e tagliarle a velo. In una pentola di coccio mettere qualche cucchiaiata d’olio e farlo rosolare con il prosciutto crudo tagliato grossolanamente, la salsiccia ben sgranata e il rosmarino. Aggiungere le cipolle e fare prendere un po’ di colore a fuoco medio. Sfumare con un bicchiere di vino bianco secco. Aggiungere infine 1 litro d’acqua bollente e fare bollire il tutto per circa 40 minuti. A questo punto, secondo i vostri gusti, potete passarla al mixer, per renderla una vellutata. Tostare le fette di pane e sistemarne una per scodella. Versarvi sopra la Carabaccia e cospargere di parmigiano. Attendere qualche minuto prima di servire per fare amalgamare per bene i sapori. Prima di portarla in tavola ho aggiunto in ogni piatto una piccola quenelle di ricotta e parmigiano e una spolverata di timo.

Note: Per chi volesse provare la versione Rinascimentale, aggiungere circa 80 g di mandorle sbucciate, tritate e fatte macerare per qualche minuto in aceto e cannella. Al posto del parmigiano spolverare con zucchero e cannella. 


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

6 commenti:

  1. Non la conoscevo questa zuppa, dev'essere super gustosa e saporita :) Bacioni, buon we

    RispondiElimina
  2. la provo oggi...che buona che deve essere!!!

    RispondiElimina
  3. interessante questa variante di zuppa di cipolle!

    RispondiElimina
  4. mi piace molto la zuppa di cipolle, me la segno subito!Buon weekend..

    RispondiElimina
  5. Una zuppa davvero gustosa ed interessante da provare felice weekend Luisa

    RispondiElimina
  6. Bello scoprire queste ricette della tradiizione regionale italiana! Bona cipolle e salsiccia, segnata!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)