lunedì 26 ottobre 2015

Fave dei Morti

Fave dei Morti

Ultimamente vedo girare spesso ricette di questi dolci, sicco,e sono curiosa ho voluto provare a prepararli e sono rimasta favorevolmente colpita dalla loro bontà. Le fave dei morti sono dei piccoli biscottini croccanti che vengono preparati in diverse regioni per la commemorazione dei defunti e per la festa di Ognissanti.

Forse non tutti sanno che... Fave dei Morti

Racconta l’Artusi “queste pastine sogliono farsi per la commemorazione dei morti e tengono luogo della fava baggiana, ossia d’orto, che si usa in queste occasione cotta nell’acqua coll’osso di prosciutto. Tale usanza deve avere la sua radice nell’antichità più remota poiché la fava si offeriva alle Parche, a Plutone e a Proserpina ed era celebre nelle cerimonie superstiziose nelle quali si usava. Già gli antichi Egizi si astenevano dal mangiarne, non la seminavano, né la toccavano colle mani, e i loro sacerdoti non osavano fissar lo sguardo sopra questo legume stimandolo cosa immonda. Le fave, e soprattutto quelle nere, erano considerate come una funebre offerta, poiché credevasi che in esse si rinchiudessero le anime dei morti, e che fossero somiglianti alle porte dell’inferno.”
 
Fave dei Morti
 
Ingredienti
200 gr farina di mandorle
180 gr di farina 00
130 g di zucchero semolato
25 g di burro morbido
Un pizzico di cannella
1 uovo intero + 1 albume
1 cucchiaio di liquore alla mandorla amara
 
Inoltre
1 cucchiaio di cacao amaro
Zucchero semolato
 
Procedimento
Preriscaldare il forno a 170°
Tostate la farina di mandorle sotto il grill per cinque minuti (deve dorare ma, non bruciare!) e fatela raffreddare. Sbattere l’uovo intero e l’albume con una forchetta, sino a che non si formerà una schiumetta. In una capiente terrina mettere la farina, la farina di mandorle, il pizzico di cannella e lo zucchero; unire le uova, il burro e il liquore alla mandola amara. Impastare bene sino ad ottenere una palla liscia e omogenea.
Dividere l’impasto in due parti e a una aggiungere il cacao amaro.
Ricavare dall’impasto delle palline di circa 3 cm di diametro. Metterle su una teglia foderata di carta forno e premere al centro di ogni pallina con il pollice, spolverare con zucchero semolato e infornare a 170° per 13/15 minuti

 
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

18 commenti:

  1. non le conoscevo...ma credo proprio che le proverò! A casa mia andrebbero a ruba...
    bacioni!

    RispondiElimina
  2. Ho dato la sbirciatina alla ricetta...deliziose e da provare oltre che molto belle da vedere <3

    RispondiElimina
  3. è la prima volta che vedo questi biscottini e pure bicolore squisiti! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Mai preparate né mangiate anche se qui le vendono per i morti,grazie della ricetta

    RispondiElimina
  5. Immancabili per la festività dei morti... golosissimi questi biscotti!!!!

    RispondiElimina
  6. le ho provate tanti anni fa e ricordo che sono molto buoni. Complimenti per la foto, bellissima!!!

    RispondiElimina
  7. le facciamo anche noi ma la forma è un pò più a pallina leggermente schiacciata, niente fossetta ! le adoro !

    RispondiElimina
  8. sono sicura che sono di un buono da morire!

    RispondiElimina
  9. Non conoscevo questi biscotti.. chissà che buoni.. adoro i dolci con le mandorle.. smack

    RispondiElimina
  10. Caspita sembrano ottimi, prendo la ricetta!!
    Ciao cara buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  11. che belli questi biscottini....non li conoscevo e mi piacciono molto...li proverò senz'altro!!!!
    un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  12. Io direi che sono capaci di resuscitarli i morti, altroché. Devono essere buonissime :D

    RispondiElimina
  13. Anche io non li ho mai mangiati! devo assolutamente provarli! sembrano... anzi sono sicuramente deliziosi! buona giornata!

    RispondiElimina
  14. Io non ne vado matta, ma visto che mio marito le vuole preparare gli giro il tuo link

    RispondiElimina
  15. Non conoscevo questi dolci, sono delle piccole chicche golose golose, assolutamente da rifare :-) Un bacione

    RispondiElimina
  16. Non conoscevo questi dolcetti, devono essere deliziosi.
    Mi sa che li proverò :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  17. Adoro le ricette della nostra tradizione...leggendo gli ingredienti non posso che pensare che questi dolcetti sono spettacolari, come bellissime sono le foto,complimenti davvero!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)