venerdì 26 aprile 2019

Crostata alla Ricotta con Crema di Gianduia

Crostata alla Ricotta con Crema di Gianduia

… qualche riga su cui riflettere …
“Alcune sconfitte
sono più trionfali
delle vittorie”
(M. de Montaigne)

Ieri era il 25 Aprile, san Marco.
L'Unno (sì perché dopo i 15 anni non sono più adolescenti, diventano dei veri e propri barbari!) ha festeggiato l'onomastico in pellegrinaggio diocesano ad Amatrice con il nostro vescovo.
L'inossidabile De Win ha festeggiato l'onomastico al Quirinale (perché le cose o si fanno bene o non si fanno per nulla…)
Io che non mi chiamo Marco non ho avuto nulla da festeggiare e mi sono dedicata alla bassomanovalanza casalinga alternata ad occhiate su Facebook notando che era tutto un postare di foto di bande, bandine e gruppi musicali vari in pompa magna e gran pavese. Chi ha suonato di qua, chi ha suonato di là, chi ha suonato di su, chi ha suonato di di giù.
Per non essere da meno volevo informarvi che anche io ieri ho fatto il mio: ho canticchiato la Bohème, in ciabatte e mollettone, mentre stiravo e in serata per riportare l'Unno a più miti consigli gli ho fatto qualche strofa della Regina della Notte, a tavola, mentre si sparecchiava, in tedesco e con cipiglio notevolmente incazzato. Tutto il quartiere si è azzittito. L’Unno invece mica tanto…
#maiunagioia

Questa ricetta fa parte di quelle ricette “folgorazione” viste, lette e subito replicate.
Quando ho letto da lei di questa frolla alla ricotta non potevo non provarla subito. Primo perché i dolci alla ricotta (e ai formaggi molli in genere) mi garbano molto; secondo per mera e golosa curiosità.
E ho fatto bene perché la frolla alla ricotta è qualcosa di veramente notevole. Solitamente la frolla  la faccio con l’olio, oltre alla classica con il burro, e sotto Pasqua (ma solo sotto Pasqua) talvolta anche con lo strutto. Questa alla ricotta è un perfetto compromesso per chi nella frolla non vuole rinunciare alla nota “burrosa”. Inoltre confermo come già scritto da Elena che si stende con grandissima facilità, ottima cosa per me visto che con la stesura della frolla proprio non riesco ad andare d’accordo!
Rispetto alla ricetta originale che trovate qui, ho fatto qualche variazione in base alla disponibilità della mia dispensa.

Forse non tutti sanno che… la storia della ricotta
Di origini antichissime, la ricotta risale addirittura ai tempi degli Egizi e dei Sumeri, per poi essere usata molto anche nell’epoca greca e romana sino al Medioevo, quando sembra temporaneamente scomparire. Si dà a San Francesco il merito di averla reintrodotta, secondo i miti cristiani, alla fine del XII secolo, insegnandone la produzione ai pastori.
Una storia antichissima anche in letteratura, che la vede citata addirittura nell’Odissea, dove veniva lavorata e stagionata nella grotta del Ciclope. Una vera e propria leccornia persino se prodotta da un gigante spaventoso come Polifemo, così buona da tentare Ulisse e i suoi compagni a deviare il proprio cammino per assaggiarla. tratto da Primo taglio magazine

Crostata alla Ricotta con Crema di Gianduia


Ingredienti
per la frolla
180 g di farina 00
100 g di ricotta vaccina ben sgocciolata
2 cucchiai di yogurt
90 g di zucchero
1/2 cucchiaino di lievito
sale un pizzico
1 bustina di vanillina

Per la farcia
250 g di ricotta di vaccina
1 uovo
80 g di zucchero
1 cucchiaio di crema di gianduia
1 cucchiaino di cacao amaro
sale un pizzico

Inoltre
Zucchero a velo vanigliato

Preparazione
In una ciotola mescola la ricotta con lo zucchero, il sale e l’estratto di vaniglia.
Incorpora anche la farina e impasta sino a che l’impasto sia compattato per bene, dopodiché copri con pellicola e lascia riposare in frigo per almeno un’ora.
Trascorso questo tempo, preriscalda il forno a 175°.
Stendi la frolla a mezzo centimetro e fodera uno stampo tondo a cerniera da 20 cm ben imburrato e infarinato.
Fai dei buchi sulla pasta con i rebbi della forchetta perché non si gonfi in cottura.
Prepara la crema: mescola la ricotta, lo zucchero e l’uovo. Poi unisci il cacao e la crema di gianduia. farcisci con la crema di ricotta.
Fai cuocere in forno a 175 per circa 40 minuti in modo che la crema si rassodi un pochino.
Sforna, fai raffreddare e cospargi di zucchero a velo vanigliato.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

18 commenti:

  1. Mi fai morire ... dal ridere!! Ahahahh grande Laura! Ottima questa crostata, questa frolla l'ho provata anch'io, so di cosa parli. Buona giornata cara

    RispondiElimina
  2. hahahaha, bassa manovalanza.....questa volta anche se potessi no, la frolla mai piaciuta e cioccato tipo gianduia o nutella e simili mai piaciute quindi almeno non mi vengono le bave questa volta tiè mi volevi fregare.... bando alla ciacole super buona senz'altro. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  3. ^__^ sei forte, la frolla alla ricotta la conosco e mi piace molto, la tua crostata è deliziosa :P :P

    RispondiElimina
  4. maravillosa, Laura adoro la ricotta !! looks amazing! baci

    RispondiElimina
  5. Grazie mille per averla provata. Spero te la sia mangiata tutta tu alla faccia dei Marchi di famiglia ;-) a parte gli scherzi, spero vi sia piaciuta.

    RispondiElimina
  6. Che dirti Laura?! Io ti amoooo
    Tempo fa feci una frolla alla ricotta rimanendone colpita più che positivamente...poi chissà perchè, non ci riprovai più... :(
    Vista la tua ora, beh....debbo assolutamente rimettere le mani in pasta e di corsa anche!!
    Un baciotto grande e buona giornata (finalmente c'è il soleeeeee)

    RispondiElimina
  7. Adoro le crostate, fantastica e golosa!

    RispondiElimina
  8. Hai dipinto un quadretto splendido di te che canti l'opera, veramente simpatico! E anche questa frolla alla ricotta la metto tra le cose da provare non presto, prima!

    RispondiElimina
  9. ahahahahahah le tue storie sono sempre troppo divertenti :))
    Torno dopo 10 giorni di assenza e trovo una crostata divina, sarà che adoro le crostate ma la trovo davvero irresistibile ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  10. Hai fatto bene a provare questa crostata alla ricotta ha un aspetto delizioso!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Questa frolla alla ricotta è da provare, visto il meraviglioso risultato, e grazie per le divertenti condivisioni!!!
    Baci

    RispondiElimina
  12. Non ho mai provato la frolla alla ricotta..lo proverò grazie! Buona giornata

    RispondiElimina
  13. Conosco la bontà della frolla alla ricotta quindi posso solo immaginare il gusto strepitoso di questa bellissima crostata!
    La vogliooooooo!!!!!
    Un bacione grande!!!!

    RispondiElimina
  14. une tarte délicieuse j'aime beaucoup
    bonne soirée

    RispondiElimina
  15. Golosissima questa crostata, da provare assolutamente...è sempre un piacere leggere i tuoi post: complimenti per tutto!! Un abbraccio, buona settimana!

    RispondiElimina
  16. La frolla alla ricotta mi manca,,la faro',amo le crostate e la tua mi ispira
    Un grazie di cuore x i tuoi auguri!!
    baci,baci

    RispondiElimina
  17. Buona Laura! Mi fanno venire l'acquolina sia la frolla che la farcia... questa crostata deve essere una roba da sturbo! Buon primo Maggio! ;)

    RispondiElimina
  18. sai che io come te amo i dolci alla ricotta quindi va da sè che adoro la tua ricetta! la frolla alla ricotta la faccio spesso anche io e adesso le confronto così vediamo se posso migliorarla: io credo sempre in ciò che fai! :) un bacio grandissimo!!!!!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati dal mio blog :)