martedì 2 dicembre 2008

Sagne e Fagioli (Sagne e Faciure)

Sagne e Fagioli

Questa ricetta non posso non dedicarla a mio marito essendo una ricetta della sua infanzia. Anche se mio marito non ama, per motivi di parentame vario, ricordare le sue origini ciociare, ciociara è appunto questa deliziosa ricetta che nei giorni d'inverno scalda il corpo e lo spirito. Ogni famiglia ha la sua versione e quella che propongo qui è quella della nostra famiglia, quella preparata secondo il nostro gusto. Se volete saperne di più sulla cucina ciociara vi rimando alla raccolta "Antiche Ricette Ciociare". Vale la pena dare uno sguardo a questa raccolta poiché ci sono molte ricette che andrebbero riscoperte e "rispolverate" specie quelle della tradizione contadina e della cucina povera. Curiosità: questa ricetta l'ho presentata circa tre anni fa alla Prova del Cuoco.

Sagne e Fagioli

Ingredienti per circa 6 persone:
Farina g. 600 (proporzioni di g 100 di farina a persona)
Acqua q.b.
300 g Fagioli secchi tipo cannellini meglio se riuscite a procurarvi i Cannellini di Atina
* I cannellini di Atina sono reperibili esclusivamente presso la comunità montana di Atina.
100 g, prosciutto crudo affumicato tagliato a piccola dadolata
200 g circa passata di pomodoro
olio, sedano, cipolla, aglio, sale, una puntina di zucchero, basilico peperoncino,

Preparazione
Impastare la farina con tanta acqua quanto e' necessaria per ottenere una pasta durissima.
Lavorare energicamente incorporando, se necessario, altra farina e stenderla poi con il matterello fino ad ottenere una sfoglia rotonda non finissima. Lasciare asciugare la sfoglia, poi infarinarla e arrotolarla. Con un coltello affilato tagliare con tagli trasversali per ottenere i cosiddetti "maltagliati". Finita l'operazione farli saltellare tra le mani in modo che si aprano. Cuocere in abbondante acqua salata e togliere la pasta dal fuoco quando, dopo aver ripreso il bollore, sarà venuta a galla. Scolarla ma non troppo. Insaporire i fagioli, che avrete precedentemente lessato, con un buon sugo fatto con soffritto di cipolle, aglio, sedano, dadolata di prosciutto e salsa di pomodoro. Regolate di sale, aggiungete una punta di zucchero, un paio di foglie di basilico e rendete piccante con il peperoncino. Unire il tutto alla pasta e servire in una zuppiera meglio se di terracotta. A noi garba servita con un filo di olio "bono" a crudo ed una spolverata parmigiano.

Parliamo di ….


Fagioli cannellini di Atina
Tra i prodotti della cucina ciociara, ed in particolare nella Valle di Comino, merita attenzione il fagiolo cannellino di Atina. Il cannellino di Atina è stato sempre l'alimento principe dei contadini, rappresentando il fagiolo, da secoli, la base proteica per le popolazioni rurali delle aree interne del Mezzogiorno d'Italia. I contadini lo cucinavano nella caratteristica "pignata" e lo condivano con un filo d'olio di oliva. È stato in passato il piatto unico a mezzogiorno.
Caratteristiche Nutritive del fagiolo: I fagioli forniscono proteine di qualità senza troppi grassi. Un etto di fagioli secchi dà 24 grammi di proteine e soli 2 grammi e mezzo di grassi, la stessa quantità di carne dà meno proteine e circa 15 grammi di grassi. I legumi contengono inoltre la lecitina, un fosfolipide che favorisce l'emulsione dei grassi evitando che si accumulino nel sangue, riducendo così il colesterolo. Vanno consumati però assieme ai cereali. Solo così infatti forniscono una gamma completa di proteine. I fagioli sono ricchi di fibra, di calcio, di ferro e di fosforo. Saziano senza far ingrassare. Abbassano la pressione arteriosa.

Sagne e Fagioli

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved.

37 commenti:

  1. Buoniiiiiii mi piacciono i fagioli!!! Un bacione

    RispondiElimina
  2. Pizzicotto infatti anche a noi garbano tanto. Mi sa che chiederò a Babbo Natale di portarmi il fiasco per cuocerli. E' uno sfizio che ho da tempo :-)

    RispondiElimina
  3. ciao! non conoscevo questo piatto! si vede che non sono ciociara eh.. :D
    ma conosco bene le riunioni condominiali "romane". in 4 anni di vita romana, alla seconda riunione ci siamo ripromessi che per noi "potevano anda' tutti a morì ammazzati" e non ci siamo più andati!! ;) ahahah

    RispondiElimina
  4. Il mitico fiasco per i fagioli!!! Io sono riuscita a trovarlo solo a san gimignano, rotto due secondi dopo l'acquisto, data l'euforia del momento l'ho sbattuto nella porta di casa... :-(((
    ottima la ricettina!!! anche io adoro i fagioli!!

    RispondiElimina
  5. che particolare questa ricetta!! sostanziosa ma con il tempo che va...ci vogliono questi piatti!!
    buona buona!!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. Ciciuzza questo è un piatto che cmq ha una propria versione in ogni regione. Pure Marco, che è molto diplomatico aveva raggiunto la stessa vostra conclusione :-)

    Susina ma nooooo ma che sfiga!!!! per cui non l'hai mai usato??? Cmq è quello che temo anche io maldestra come sono lo scoccerei ancor prima di usarlo :-/

    RispondiElimina
  7. E sì le riunioni condominiali tirano fuori veramente il peggio dalla gente...terribbili!
    Molto meglio gustarsi la tua ricettina al tepore della propria cucina (ho fatto pure rima) ;D
    Un bacio
    Fra

    RispondiElimina
  8. Fra sante parole! mi sono sempre chiesta come mai !!! E' fin dai tempi in cui stavo dai miei che assisto a questi divertenti scannamenti. Anzi dove abitavano i miei c'era un tipo che soffriva di cuore ma nonostante tutto era quello che si inca@@ava come una bestia più di tutti per futilissimi motivi e il gioro dopo la riunione dovevano sempre ricoverarlo ! ahahahahaha

    RispondiElimina
  9. Non mi sono persa niente avendo la fortuna di abitare in una casa singola.
    Caspita Laura, quelle riunioni peggio dei parenti serpenti, e poi come le descrivi tu..
    Brava brava.
    Buoni i fagioli.
    La musica della Vedova Allegra poi, che bello ballare il valzer.
    Non esco più dal tuo blog.
    Bacioni

    PS: aspettiamo le foto della prova del cuoco

    RispondiElimina
  10. Hai sentito che belle le musiche di André Rieu? Lo abbiamo scoperto 3 anni fa in Austria e da allora abbiamo tutti i suoi dischi ed i suoi spettacoli. Un bacio Laura

    RispondiElimina
  11. bello e appetitoso questo piatto ...brava! !

    RispondiElimina
  12. che buona che dev'essere questa ricetta! non sai quanto mi piacciono le ricette della tradizione!!! mi hai fatto venire una fame da lupi!

    RispondiElimina
  13. Il tuo racconto mi ha fatto morire dal ridere...mi ha fatto ricordare quando abitavo all'altro condominio come si prendevano sul serio queste scenette periodiche(assemblee condominiali) buonissima la sagna con i fagioli...ho salvato nei preferiti le tue ricettine ciociare;-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  14. Micaela anche a me le ricette della tradizione garbano proprio tanto. Così semplici ma così gustose

    Unika hai atto bene a salvarti le ricette ciociare ce ne sono proprio di garbine da provare :-)

    RispondiElimina
  15. Chissà che bel pane ti ci veniva con la caldaia a carbone hehehehe
    Le sagne coi fagioli scaldano corpo e spirito? Praticamente un riscaldamento autonomo hahahahaha
    BBBONEEEEEEE !!!!!
    Dai dai dai, vogliamo il video :-D

    RispondiElimina
  16. Jajo effettivamente era una caldaia enorme grande quanto un appartamento... mi faceva un impressione !!! Le sagne sono il "comfort food" di Marco. A proposito domani sera suona a Roma al conservatorio - io non ci sarò perchè impegnata qui con la scuola di musica - ma se volete farci un salto (è alle 20.30 ad ingresso libero) è un bel concerto :-) e ti posso mandare "un ciotolo" di sagne :-)

    RispondiElimina
  17. Ciao bellissima, purtroppo domani siamo ad un mercatino di Claudia all'ambasciata inglese MOOOOLTO PICORESCO hahahahahaha

    RispondiElimina
  18. Jajo ma daiiiii chissà che bellino che l'è !!!!

    RispondiElimina
  19. Come sono contenta di abitare in un rustico isolato!!!
    Ma che bella questa musica che mi accompagna mentre scrivo!!
    Sei formidabile !!!
    E anche la ricetta proposta è ottima
    Un bacio tesoro!!!

    RispondiElimina
  20. a parte le risate che mi hai fatto fare con le riunioni condominiali alle quali rinuncio lasciando la delega a qualche altro condomino ringraziandolo con un sorriso amabile e accattivante, mentre ero lì che leggevo la ricettina ...uno scampanellio...io e Yuffie (l'aliena) ci siamo guardate dato che non capivamo da dove proveniva... e poi... abbiamo capito!!! babbo natale stà arrivando!!! baciii!!!!

    p.s. troppo bella la vedova allegra!!! ... anche i 7 nani???? nooooo!!!!!! bellooo!!!! ma chi suona?

    RispondiElimina
  21. Volevo chiederti una cosa.
    Spesso trovo ricette che prevedonol'iuso di mandolre amare ...ma non le trovo da nessuna parte!
    Dammi una dritta!!
    aribaci

    RispondiElimina
  22. Mammazoan tutte le musiche sono di Andr Rieu grande violinista nonchè fantastico direttore d'orchestra.
    Io le mandorle amare le sostituisco con l'essenza di mandorle amara

    Mammadeglialieni hai sentito che belle musiche come dicevo anche a Grazie trattasi di un favoloso violinista nonchè direttore d'orchesta: AQndre Rieu. Fa degli spettacoli da mozzare il fiato, con delle coreografie spettacolose. Purtroppo in Italia è poco conosciuto ed è venuto solo una volta nel 2003 a Cortona ma nel resto d'europa (Germania, Austria, Paesi Baltici)è famosissimo e i suoi concerti si prenotano di anno in anno. Un bacio

    RispondiElimina
  23. laura che piacere venire da te, c'è sempre della storia in quello che fai! tradizione e bontà!!! bravissima un bacio

    RispondiElimina
  24. che bello anche la descrizione con le proprietà nutrizionali....mitica!
    se passi da noi ci sono delle sorprese per te...ciao!

    RispondiElimina
  25. laura, non solo è sempre spassoso leggere i tuoi schizzi di vita :-9, ma con le tue ricette ci si ritrova catapultati nelle tradizioni più autentiche. Sei davver una maga. E poi sai cosa ti dico? Scrivi benissimo e starei a leggerti ore ed ore!

    P.S.: il 10 abbiamo l'assemblea condominiale annuale. Mio marito, l'incaricato di gruppo .-), è di guardia. Ma che peccato!!!! :-))))
    Anche noi abbiamo il vicino artista, scrittore, scultore e pure insegnante di balli latino-americani. Alle assemblee non ci viene mai perchè altrimenti gli mettiamo le mani addosso... pensa che per anni il mio vicino di sotto ed io non ci siamo parlati perché mi accusava di far andare su e giù una pallina di ferro rotolante (gulp!), io gli davo del pazzo, fino a che non è saltato fuori proprio in un'assemblea condominiale che il vicino artista aveva l'asciugatrice programmabile nel garage che guarda caso dov'era???? Sotto casa del mio accusatore!!!! La faceva andare di notte questo disgraziato!!!!

    RispondiElimina
  26. SEI STATA ALLA PROVA DEL CUOCO??? NO TI PREGO FAMMI VEDERE QUEL VIDEOOOOOO!!!!!!

    RispondiElimina
  27. Appetitoso questo piattino io adoro i fagioli ciao

    RispondiElimina
  28. quante belle cosine che imparo passando da te ;)

    RispondiElimina
  29. Non conoscevo questo piatto, dev'essere delizioso!

    RispondiElimina
  30. Ciao, non conoscevo questa ricetta!!molto interssante!!

    RispondiElimina
  31. Noi per il riscaldamento abbiamo risolto con timer e termostato: se (nelle ore clou ovvero la mattina presto e la sera quando siamo in casa) la temperatura scende al di sotto di una data soglia, allora si accende il riscaldamento :-)
    I nostri sono circa 100mq ma ti assicuro che così non abbiamo mai freddo!
    Per quanto rigurda la ricetta, ha un aspetto bellissimo!

    Ciaooooo

    RispondiElimina
  32. Io con i riscaldamenti sono alle corte...
    fortunatamente sto per cambiare casa ( ne ho comprato una da poco) e dovendola ristrutturare metterò tutti gli accorgimenti possibili ed immaginabili...
    baci

    RispondiElimina
  33. Mi piace molto questa ricetta!
    Complimenti Laura, bacioni.

    RispondiElimina
  34. Sei un pozzo inesauribile!!!!!Laura eccomi di nuovo d ate dopo un bel pò di tempo e me ne dispiace perchè gironzolando ora nel tuo blog mi rendo conto di essermi persa un bel pò di robetta interessante! Mi hai fatto sorridere leggendo il tuo racconto sulle riunioni condominiali hehehe tutto il mondo è paese!!! ma davvero sei stata alla prova del cuoco? e con quale cuoco? dai sbrigati a caricare il video che ti voglio vedere !!!!!
    a presto !!
    Pippi

    RispondiElimina
  35. Castagna & Albicocca oggi finalmente riesco a dedicarmi alle amiche blogger! Arrivo !!!

    Laura ma grazie !!!! Pensa invece che da noi attraverso le prese telefoniche passano gli odori della cucina della nostra colonna!!!! pazzesco !!!

    Lale yessss ma da come mi avevano truccata ben pochi mi hanno riconosciuta !!! ahahahaha

    Sorbyy ma grazie :-)

    Mirtilla è reciproco!!!!

    Dolcetto anche io ho imarato a conoscerlo grazie al mi marito.

    Pamy e tutto sommato è anche una ricetta veloce

    Aiuolik effettivamente stiamo pensando di affiancare un timer al termostato così ci regoliamo meglio

    Daniela certamente meglio l'autonomo a quello che avevamo a Roma anche perchè il carbone e la polvere del carbone anneriva ogni cosa (oltre ovviamente la tangenziale)

    Marilena allora devi provare a farla :-)

    Pippi ma ciaooo!!! No, io non avevo fatto la gara bensì avevo presentato una ricetta regionale per "oggi cucini tu" cmq quando c'ero io uno dei due cuochi della gara era Juri

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)