venerdì 4 ottobre 2013

Pastéis de Nata

Pastéis de Nata

Pastéis de Nata, una vera rivelazione di bontà! La ricetta è tratta dalla primissima pagina del numero di ottobre di Sale & Pepe. Trattasi di un dolce tipico portoghese. Uno scrigno di friabilissima sfoglia che racchiude una delicatissima crema pasticciera aromatizzata con del caramello al limone. Come si legge tra le righe della rivista “… si sciolgono in bocca all’assaggio e difficilmente si dimenticano.” In Portogallo i  Pastéis de Nata sono una sorta di “dolce nazionale” diventato talmente popolare che, ogni anno, gli viene dedicato un campionato a cui partecipano le migliori pasticcerie del paese.
Rispetto alle dosi indicate nella ricetta qui sotto, io ho dimezzato il tutto, questo perché non si sa mai come la famiglia reagisca davanti alle novità pappatorie!!! Errore madornale, perché i Pastéis (seppur di dimensioni non certo piccine!) sono spariti tutti nel giro di qualche ora con il mugugno tipico del marito della foodblogger: "buoni sì, però erano pochi...e adesso chissà quando li rifarai...". Pertanto un consiglio spassionato: se volete provarli fate la dose intera!

Pastéis de Nata
dalla rivista Sale & Pepe, ottobre 2013

Ingredienti
2 confezioni di pasa sfoglia rettangolare (460 gr)
60 g farina
0,5 l latte
1,2 dl acqua
1 limone non trattato
350 gr zucchero 
8 tuorli
1 cucchiaino cannella in polvere
Zucchero a velo vanigliato

Preparazione
Prelevate la scorza del limone, mettetela da parte e poi spremete il succo dell’agrume. In una ciotola, stemperate la farina con 1/2 dl di latte sino a quando avrete ottenuto una pastella morbida e senza grumi. In un pentolino, riscaldate 1,2 dl d’acqua, lo zucchero e il succo del limone. Portate a ebollizione mescolando e fate bollire per 3/4 minuti, fino a quando avrete ottenuto un caramello fluido e dorato.
In un pentolino versare il latte rimasto, unite la scorza del limone e portate a ebollizione; togliete la scorza e unite lo sciroppo appena preparato mescolando subito. Incorporate anche il composto di farina e latte, mescolate ancora, unite i tuorli e mescolate sino ad ottenere una crema fluida. Profumate con 1 cucchiaino di cannella in polvere.
Arrotolate ogni rettangolo di pasta sfoglia lungo il lato corto sino ad ottenere un cilindro lungo e stretto. Tagliate ogni cilindro in 5 pezzi di 5 cm di lunghezza.
Posate ogni cilindretto su uno dei lati tagliati e lavoratelo premendo con un dito l’altra parte in modo da spingere verso il basso gli strati interni della pasta sino a formare un guscio a cupola, è importante che la sfoglia abbia uno spessore uniforme (circa 2,5 mm). Quindi rivestite con le 10 cupolette di sfoglia altrettanti stampini di 8 cm di diametro imburrati e infarinati. Distribuite la crema nelle cupolette sino a 3/4 di altezza e infornate a 200° per 20-25 minuti. I Patéis sono pronti quando la crema comincia a scurire e la superficie diventa caramellata. Togliete dal forno, spolverizzate con zucchero a velo e servite.


Nota di Sale & Pepe:
Nella nostra ricetta abbiamo usato la pasta sfoglia, ma in quella originale si impiega una pasta simile a quella per le sfogliatelle napoletane composta da più strati. Questo permette di accentuare la rugosità del guscio in modo che il connubio tra pasta e crema sia perfetto.


NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright 2008-2013© Laura De Vincentis All Rights Reserved

12 commenti:

  1. Boone!!! A Lisbona ho assaggiato sia quelle di Nata che quelle di Belem...se ci penso, sento ancora il profumo e sapore...
    E la cannella ci sta benissimo!

    RispondiElimina
  2. caspita, il maritozzo...sei alla volta, complimenti cara, devono essere davvero una favola!!!!!!!!!!!!!
    Me la segno questa ricetta............

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, Laura! Comprensibile che il marito abbia reclamato una quantità maggiore ::
    Un abbraccio
    MG

    RispondiElimina
  4. Ero passata per la ricetta di pollo con peperoni al sugo, dato che domani scongelerò un pollastro e guarda cosa trovo! Dei dolcetti che non mi hanno lasciata indifferente e quelle piegoline sul fondo spero di riuscirle a vedere quando ci prepareremo queste delizie anche noi. Prendiamo al volo la ricetta che hai postato, visto che Sale&Pepe (che ci arriva per posta) non ci è ancora arrivato. Baciotti a voi
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  5. e ci credo che la mezza mela se li è finiti tutti...

    RispondiElimina
  6. La prossima volta... dose doppia!!!! Sono bellissimi, ho visto anch'io la ricetta su Sale & Pepe, quasi quasi domani provo, m'hai messo voglia!!!!!
    Un abbraccio cara, buon fine settimana!!!!

    RispondiElimina
  7. ahahha mi hai fatto morire con il tuo racconto! anche qui il marito non esulta per risultati culinari che solo una foodblogger può apprezzare!!! proprio ieri stavo leggendo questa ricetta su Sale&Pepe.. ora che mi dici che questi dolcetti finiscono così in fretta li rifaccio subito!!!

    RispondiElimina
  8. I mariti sono tutti uguali!
    Questi dolcetti sono fantastici...adoro la crema e non posso non rifarli presto visto il successo che hanno riscosso a casa tua!!!
    Ciao e buon weekend
    Silvia

    RispondiElimina
  9. Ma questi dolcetti sono una meraviglia!
    E cmq ricorda che i mariti delle foodblogger vanno educati: Amore ti ho preparato una cosa buonissima, riempimi di complimenti e poi forse te la faccio provare!!!!
    Il ricatto funziona sempre! :-)

    RispondiElimina
  10. gli uomini hanno un modo tutto speciale di fare complimenti...spazzolano tutto il vassoio ! Devono essere venuti una meraviglia, ci credo ! Buona domenica Laura, un bacione...

    RispondiElimina
  11. ha ha ha poverina! vieni da me prendo la ricetta e te li faccio io! tanti!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)