lunedì 17 febbraio 2014

Pizzelle Fritte Ripassate al Forno con Pomodoro e Parmigiano

Pizzelle Fritte Ripassate al Forno con Pomodoro e Parmigiano

Una ricetta-non-ricetta del riciclo con la pasta da pizza avanzata: le pizzelle fritte. Ma non le “solite pizzelle”, queste sono “porn-pizzelle” proprio come garbano a noi: annegate nella salsa di pomodoro, ricoperte abbondantemente di parmigiano e ripassate in forno per fare amalgamare per bene i sapori. Siamo in quel periodo dell’anno in cui la friggitrice lavora a pieno ritmo: "dolce o salato purché fritto” è il leitmotiv del periodo di Carnevale. E così ecco che per l'apericena del sabato sera sono apparse in tavola queste goduriose pizzelle fritte.

Curiosità: le pizzelle fritte sono il classico esempio di “street food” della tradizione napoletana che potete gustare nelle pizzerie di asporto, nelle friggitorie o nei banchetti degli ambulanti sparsi per la città.
Un tempo le pizzelle venivano vendute nei “bassi” di Napoli, ovvero quelle zone dove vivevano le famiglie più povere della città. Non a caso le pizzelle erano soprannominate “a ogge otte” cioè la mangio oggi ma la pago tra otto giorni. La tradizione racconta che erano proprio le mogli dei pizzaioli a prepararle, con l’avanzo dell’impasto della pizza, per arrotondare un po’ gli incassi dei mariti, .
Il grande regista Vittorio De Sica dedica alle pizzelle fritte un famoso episodio, interpretato da Sofia Loren, nel film “L’Oro di Napoli”

Pizzelle Fritte Ripassate al Forno 
con Pomodoro e Parmigiano

Ingredienti
Salsa di pomodoro 
Parmigiano
Olio per friggere

Preparazione
Preriscaldare il forno a 190°. Dall’impasto della pizza ricavarne delle palline di circa 40 gr l’una. Schiacciarle per formare dei piccoli dischi di pasta. Friggerle in abbondante olio ben caldo (180°) sino a che non saranno dorate da entrambe i lati. Scolarle su carta paglia e disporle in una pirofila. Ricoprirle con la salsa di pomodoro, spolverarle di abbondante parmigiano e passare qualche minuto al forno sino a che il parmigiano non sarà sciolto.


Abbinamento consigliato: in questo piatto spicca l’untuosità della frittura, la tendenza dolce dell’impasto della pizza, la sapidità del parmigiano, l’aromaticità del pomodoro con la sua caratteristica punta acida. L'abbinamento consigliato è con un vino rosato leggero, fresco, fragrante con qualche vivace bollicina per sgrassare l’untuosità del fritto. Un vino dai profumi fini di frutti come il lampone, la ciliegia, la fragola, il ribes e il pompelmo rosa che in bocca si presenta piacevole, vellutato, ben equilibrato, rotondo e dal perlage elegantemente vivace proprio come un Bardolino Chiaretto Spumante caratterizzato da un affascinante colore rosa cristallino con dei bellissimi riflessi corallo.

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

23 commenti:

  1. nooooooo ma sono spaziali!!!! che buone!!!!!! Grande Laura, buona settimana <3

    RispondiElimina
  2. Laura questa foto è semplicemente da svenimento, sai?!
    Come vorrei rubacchiartene una dal monitor...
    Bacione e buon lunedì

    RispondiElimina
  3. Laura carissima, questo è un attentato! Che bontà pazzesca e che voglia di papparmele tutteeeee

    RispondiElimina
  4. Questo è un "porn" che garberebbe molto anche a me!!!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia , davero sfiziose , io non le ho mai provate, devo rimediare al più presto. Un abbraccio, buona settimana Daniela.

    RispondiElimina
  6. mamma mia che goduria!!!
    già fritte sono buone ma le tue ripassate in forno sono speciali!!!
    Brava, buona settimana

    RispondiElimina
  7. sono proprio libidinose Laura, da peccato capitale !segno tutto, mi piacciono troppo, un abbraccio

    RispondiElimina
  8. La pizza fritta è buonissima di suo, fritta e poi passata in forno con il sugo, devono essere una bomba di bontà. Un'idea golosissima, grazie.

    RispondiElimina
  9. C'è da svenire solo a guardare questa foto meravigliosa, amo le pizzelle ma le tue sono spettacolari!

    RispondiElimina
  10. le conosco bene ste pizzelle',da buona napoletana,con sugo caldo caldo sono la fine del mondo!!
    ma il ripasso al forno mi intriga,e qui lo devo provare!!

    RispondiElimina
  11. Adoro le ricette del riciclo. Che meraviglia le tue pizzette! Un bacio

    RispondiElimina
  12. Semplici ma goduriose.....

    RispondiElimina
  13. Che tripudio di sapore! Passate i forno poi...da sognarsele di notte!
    Un abbraccio, Laura!
    MG

    RispondiElimina
  14. sono ghiottissime cara Laura, che gola!!!!!

    RispondiElimina
  15. Troppo sfiziose...li devo provare! :-P
    ciao ...buona giornata!

    RispondiElimina
  16. una vera golositàààààààààààà! posso un paio???

    RispondiElimina
  17. Sfiziosissime, mai provate in questo modo! Grazie dell'idea!:-)

    RispondiElimina
  18. O mama Laura, queste sono le robine che piacciono a me e che mi levano la voglia di succulento. Le pizzelle fritte sono da sballo :)

    RispondiElimina
  19. wow che meraviglia...devo provare a farle...in casa il mio Lui andrebbe matto!!! gnammy! un abbraccio!

    RispondiElimina
  20. Godurioso il fritto ma anche le pizzelle. Buona giornata.

    RispondiElimina
  21. Questa è una di quelle cose alla quale non si può rinunciare, con buona pace di colesterolo e trigliceridi...ma bisogna pur vivere no? :)))))

    RispondiElimina
  22. Che golosità...
    Ci siamo unite ai tuoi lettori fissi, ti va di ricambiare?
    www.sevacolazione.blogspot.it
    V

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)