martedì 10 aprile 2018

Smörgåstårta

Smörgåstårta

Succede a pranzo mentre stiamo gustando la Smörgåstårta.
L'inossidabile De Win: “Ma ti sei accorta che a Junio inizia a delinearsi l’alone dei baffi?”
Io lo osservo e meravigliata (come una mamma a cui il cucciolo sta crescendo troppo in fretta) dico: “Caspita è vero!!!! Madonnina che impressione!”
A questo punto interviene il diretto interessato: “Mamma scusa ma di che ti meravigli? Li hai anche tu i baffi!”
Ecco… io boh… ma proprio boh…
 
Era da qualche tempo che mi balenava per la testa l’idea di preparare una Smörgåstårta (ovvero una torta salata di tramezzini) e sabato questa idea non poteva più aspettare oltre pertanto avendo tutti gli ingredienti mi sono messa all’opera per stupire marito e figlio con un lunch goloso e dal famoso effetto “wow”. La decorazione è stata fatta velocemente - avevano fame! - e ricorda quei libri di cucina, vintage, tanto cari alle nostre mamme/nonne soprattutto quando dovevano preparare quei pranzi “eleganti” delle feste che riunivano tutta la famiglia.
 
Forse tutti non sanno che… Smörgåstårta
La smörgåstårta (in svedese letteralmente "torta sandwich") è una torta salata tipica della cucina svedese, ma diffusa anche in Estonia e Finlandia, dove prende i nomi rispettivamente di võileivatort e voileipäkakku.
Questo torta salata viene servita in occasioni di battesimi, matrimoni, funerali, feste di laurea e in tutte quelle occasioni speciali in cui si riunisce solitamente la famiglia al completo.
Il pane utilizzato (bianco o scuro) deve essere sempre spalmato con un composto cremoso (la tradizione vorrebbe un mix di uova e maionese ma è possibile utilizzare anche formaggio fresco, panna acida, e salse di vario genere) a cui si aggiungono poi le varie farciture che possono essere di carne, pesci, salumi, formaggi, verdure, uova e così via tenendo conto però che tutto ciò che viene utilizzato come ripieno dei vari strati deve essere poi utilizzato anche come decorazione alternata ad altri ingredienti (erbe aromatiche fresche, verdura, frutta secca, fettine di cetrioli o di limone, ciuffi di formaggio morbido).
La smörgåstårta viene consumata fredda e viene tagliata proprio a fette come una torta.
In Svezia, essendo la Smörgåstårta un piatto tipico della cucina nazionale e viene celebrata ogni 13 Novembre.
 
Smörgåstårta
 
Ingredienti per 4 persone
5 fette di pane rettangolare per tramezzini
100 gr prosciutto cotto
100 gr salame ungherese
Scamorza affumicata a fette (quantità per due strati)
Emmentaler a fette (quantità per due strati)
Qualche foglia di insalata (ben lavata e asciugata)
Una ventina di olive verdi denocciolate e tritate
Salsa Tonnata
 
Per la copertura
3 cucchiai di maionese
4 cucchiaio di formaggio spalmabile
 
Per decorare
Salame
Prosciutto cotto
Olive verdi denocciolate
Pomodorini ciliegini
Insalata
Pepe
 
Preparazione
Prendere un vassoio dove la torta verrà poi servita e adagiare una fetta di pane.
Spalmare tutta la fetta di pane con maionese e farcire con prosciutto cotto, qualche foglia di insalata e fettine di scamorza affumicata
Coprire con un’altra fetta di pane: spalmare la superficie con salsa tonnata e farcire con olive tritate, salame ungherese e fette di Emmentaler.
Procedere così per altri due strati (uno maionese, cotto, insalata e scamorza; l’altro  salsa tonnata, olive, salame e Emmentaler)
Chiudere l’ultima farcitura con una fetta di pane, pressare leggermente con le mani; la torta dovrà risultare perfettamente piana, ben livellata e il ripieno non deve assolutamente debordare!
Avvolgerla con pellicola trasparente e fare riposare in frigorifero per almeno un’ora. Questo fa in modo che il pane si ammorbidisca, evitando quello sgradevole effetto “spugnoso”.
Trascorso il tempo del riposo in frigorifero, posizionare la torta sul vassoio da portata e preparare la copertura: in una terrina mescolare bene la maionese con la ricotta e il formaggio cremoso.
Con questa crema spalmare interamente la torta, spatolandola e lisciandola per bene.
Procedere poi, secondo la vostra creatività, alla decorazione: io ho prosciutto cotto, salame, olive verdi, insalata, qualche pomodorino ciliegino e una spolverata di pepe nero.
 
-----------------------------------------------
 
Ti garbano le TORTE SALATE?
Allora sbircia in questa raccolta…
 
TORTE SALATE
TORTE SALATE


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

14 commenti:

  1. Non conoscevo questo piatto Laura, mi sembra veramente particolare e goloso, perfetto anche per un importante pranzo domenicale!
    (per i baffi lasciamo stare... con questi figli ne sentiamo davvero delle belle!)

    RispondiElimina
  2. Io assaggerei molto volentieri :)
    Una bella idea anche da portare a casa di amici.
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Conosco questo piatto è buonissimo, mia zia lo preparava e faceva felici tutti i nipoti . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  4. questo fa un figurone in tavola, ricetta da copiare !

    RispondiElimina
  5. ma quanto è bellaaaaaaa
    mi ci tufferei dentro!
    Chapeau Laura!

    RispondiElimina

  6. ahahahah sto ancora ridento per i baffi :-))
    Meravigliosa questa torta salata fa venire una voglia :-P
    un abbraccio ^__^



    RispondiElimina
  7. Ohhhhh i baffetti... Ohhhh la barba, qui il mio mezzano oramai diciannovenna ha un velo di barba e se la guarda e riguarda ogni 5 minuti :-)))) spaziale questo antipasto assolutamente favoloso e ricco, come piace a me! Baci

    RispondiElimina
  8. i cuccioli crescono e noi...... buona la torta svedese,da fare la salvo alla prossima

    RispondiElimina
  9. Beh, l'effetto è proprio da Wow! E' bellissima Laura! Non la conoscevo è proprio una bella idea. Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Adoro le chicche di Juno, anche se i baffi ad ombreggiare il tuo bel viso proprio non li vedo <3
    Semplicemente strepitosa questa proposta della cucina nordica, Laura!
    Baci!!!
    MG

    RispondiElimina
  11. Sììììì lo conosco questi maxi tramezzino e ne sono ghiottissima!!!!

    RispondiElimina
  12. La decorazione a me sembra bella e mi piace anche il vintage, brava Laura! ps tuo figlio mi fa morire dal ridere

    RispondiElimina
  13. Ciao Laura, avevo visto la fotografia sui social, già mi sembrava godurioso... leggendo la ricetta ne ho avuto conferma! Mi sa proprio che lo proverò a realizzare anche io.. Un bacione cara :-*

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)