martedì 13 maggio 2014

Stuffed French Toast

Stuffed French Toast

Ormai sapete che adoro l’American Porn Food. E oggi vi parlo di French Toast, uno tra i miei “comfort food” preferiti. Si prepara velocemente e la golosità è assicurata!
Il French Toast, anche conosciuto come “eggy bread” o “gypsy toast”, è un piatto tipico della cucina americana e inglese. Si prepara con fette di pane imbevute in un composto di uova sbattute con latte o panna e poi fritte nel burro sino a che non diventano ben dorate. Il French Toast viene servito a colazione, durante i brunch o per merenda. Questa ricetta nasce per riciclare il pane vecchio che, tagliato a fette, viene generosamente bagnato con un composto di uova e latte. Nella versione moderna al pane vecchio si sostituisce il pane da toast o da sandwich, bisogna però avere l’accortezza di non rompere le fette quando le si impregna nella pastella.

Forse non tutti sanno che... French Toast
Il French Toast si può servire sia nella variante dolce che in quella salata.
Nella variante dolce è possibile aggiungere alla pastella di uova e latte dello zucchero, della vaniglia e/o della cannella e si serve condito con burro fuso, sciroppo d’acero, Nutella, panna montata, frutta fresca o sciroppata, melassa, burro d’arachidi, miele, yogurt, zucchero, gelato, crema e tutto ciò che vi suggerisce la vostra fantasia e la vostra golosità
Nella variante salata si aggiunge alla pastella di uova e latte un pizzico di sale e di pepe e si serve con salsa ketchup, maionese, bacon, formaggio fuso, salumi e così via.
Il French Toast ha origini antichissime, infatti già Apicio fa riferimento ad una preparazione, servita come dessert, ammollata nel latte e cotta.
Anche nel Medioevo troviamo, in tutta Europa, varie preparazioni molto simili al French Toast dal nome “Suppe dorate” o "soupys yn dorye", che venivano servite con la selvaggina.
Nel 15° secolo in Inghilterra si menziona il “pain perdu”, una preparazione per riciclare il “pane perso” ossia raffermo che viene ammollato in una pastella e fritto.
Varianti
  • Lo Stuffed French Toast è un sandwich formato da due fette di French Toast accoppiate, che presentano un ripieno di cioccolato, crema, frutta fresca (in particolare banane, fragole o frutti di bosco), marmellata. A seconda del ripieno, lo Stuffed French Toast viene servito con burro fuso, sciroppo d’acero o zucchero a velo.
  • In Giappone troviamo l’ Hong Kong–Style French Toast che nel 2011 è stato messo al 38° posto tra i 50 cibi più golosi del mondo nella classifica compilata da CNN GO. L’Hong Kong–Style French Toast viene servito nelle sale da tè ed è costituito da fette di pane impilate, imbevute di uova sbattute e soia, fritte e servite con sciroppo d’acero, burro fuso, latte condensato o miele.
  • In Spagna troviamo le Torrijas, una ricetta simile al French Toast, che si prepara durante la Quaresima o la Settimana Santa.
  • In Portogallo ci sono le Rabanadas o Fatias Douradas, versione portoghese del French Toast, servite con un delizioso sciroppo a base di Vino Porto e caratteristica del periodo natalizio.
  • In Francia, Belgio, New Orleans, il French Toast prende il nome di Pain Perdu (pane perso ovvero raffermo) e fa riferimento al fatto che questa ricetta è un modo goloso per recuperare il pane vecchio. In Francia questo piatto è considerato un dessert e viene servito durante la prima colazione o come merenda.
  • A New Orleans il pain perdu è una variante locale del French Toast. Viene servito a colazione e preparato con gli avanzi del New Orleans–style French bread. Questa versione è fritta in olio e non nel burro.

Stuffed French Toast


Ingredienti per 1 Stuffed French Toast
2 fette di pane da sandwich
1 uovo medio
3 cucchiai di latte (o panna fresca)
1 pizzico di cannella
1 cucchiaio di zucchero
20 gr di burro per friggere

Inoltre
Nutella
Zucchero Semolato

Preparazione
Sbattere l’uovo con il latte, lo zucchero e un pizzico di cannella. Passare le fette di pane in questo composto avendo cura di impregnarle bene da entrambe i lati. In una padella scaldare 20 gr di burro, quando sarà ben caldo, friggere le fette di pane da entrambe i lati sino a che non saranno ben dorate e con una crosticina marroncina. Disporle su un piatto. Spalmare le fette di Nutella e formare un sandwich, cospargere di zucchero semolato, tagliare a metà e servire ben caldo.


Pillole di Enologia: Disposizione delle Bottiglie
Le bottiglie devono essere riposte su scaffalature in legno, materiale che attutisce le vibrazioni e contribuisce a mantenere costante la temperatura e devono essere riposte in orizzontale su scaffali puliti e divisi in ripiani.
Le bottiglie non devono essere poste alla rinfusa, ma secondo un criterio ben ordinato. Se disponete di molte bottiglie (come nel caso di un’enoteca o ristorante) queste devono essere riposte per: nazione, regione, colore del vino, potenzialità di affinamento. Questo vi permetterà una loro ricerca rapida e razionale senza perdere troppo tempo a ricordarvi dove sono.
I vini devono essere disposti dal basso verso l’altro (dove la temperatura è leggermente maggiore) secondo questa scaletta: spumanti, vini bianchi, vini rosati, vini rossi giovani e maturi. Sempre se disponete di molti vini, per ogni ripiano sarebbe opportuno fare delle targhette con il nome del vino, del produttore e dell’annata dei vini riposti su ciascun ripiano.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

22 commenti:

  1. Ma sai che son giorni che mi sogno il french toast? mi son ripromessa di godermelo nel week end, mi piace tanto, con cioccolato o frutta, una vera goduria! utili le tue info sul piatto! a presto.

    RispondiElimina
  2. uno anche per me :-P
    come invidio Junio :))
    baci.

    RispondiElimina
  3. Anche oggi ci vizi, Laura!!! Che trionfo di sapore questo french toast. Quante volte mi sono ripromessa di prepararlo. Direi che mi hai sufficientemente stimolato. Yummy!
    Un abbraccio

    MG

    P.s. non so se l'ho già manifestato, ma adoro queste pillole di enologia! Grazie mille, Laura!

    RispondiElimina
  4. è ora di merenda, io vorrei stare a dieta, ma ho appena infornato una crostata ai mirtilli neri...poi vengo qui e vedo il tuo french toast alla nutella! come posso resistere?

    RispondiElimina
  5. che buono,ho fame ne mangerei un bel pezzo,felice serata

    RispondiElimina
  6. bellissimi, mi viene una fame a guardarli;)

    RispondiElimina
  7. ho la salivazione a mille solo guardando le tue foto!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. A-D-O-R-O! french toast per me richiama le fragole... ma anche così, fa una gola pazzesca!! :D

    RispondiElimina
  9. L'idea del "porn food" mi ha fatto davvero divertire. In effetti il french toast farcito di nutella è una cosa piuttosto lussioriosa, anzi oserei dire quasi diabolica da quanto è buono

    RispondiElimina
  10. con la nutella, sono irresistibili. Complimenti e grazie per tutte le curiosità e le informazioni che ci dai con i tuoi post. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. lo adoro letteralmente, in genere semplice senza nutella immagino così

    RispondiElimina
  12. Ma che meraviglia, ho l'acquolina! Un bacio

    RispondiElimina
  13. Laura, sai che è da tantissimo che non faccio il french toast?! Mi hai fatto venire una voglia matta per questa meraviglia e la tua versione con la nutella è un trionfo di golosità!! Brava come sempre!! A presto, Mary

    RispondiElimina
  14. Oh mamma mia che spettacolo!!!!!! Questo poi è super farcito come piace a me! Un bacio

    RispondiElimina
  15. Mamma.... mia!!!!! Non sono olita a queste preparazioni, ma ti garantisco che cederei volentierissimo all'assaggio ^_^

    RispondiElimina
  16. Questi sono i "toast" che preferisco! Che libidine!

    RispondiElimina
  17. Complimenti per la ricetta! anche la foto è stupenda!
    buona giornata!
    Paola
    http://ilnuovopiaceredeisensi.altervista.org/

    RispondiElimina
  18. wow spettacolare. Per un frech toast così potrei pagare oro. Piacere sono una tua nuova follower.

    RispondiElimina
  19. Dei toast molto goduriosi, da leccarsi i baffi.Ne mangerei all'istante uno. Ho visto la tua ricetta su cucina quotidiana e sono venuta a farti visita. Complimenti per il blog e per le buone ricette. Se ti va passa trovarmi, sei la benvenuta. Un saluto da Fabiola rossopomodorocucina.blogspot.com

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)