lunedì 2 febbraio 2015

Wiener Schnitzel mit Preiselbeeren


Mi sa che io non vi ho mai parlato di un piatto che va per la maggiore, soprattutto per Marco, quando siamo in Austria. Parliamo infatti di Wiener Schnitzel. Solitamente la wiener schnitzel viene servita insieme a della marmellata di mirtilli rossi (Preiselbeeren ), mentre i contorni che l’accompagnano possono essere: patate arrosto (Bratkartoffel), patatine fritte (Pommes) o un’insalata di patate, cetrioli ed erba cipollina (Kartoffel-gurken-salat).

Curiosità: è nata prima la co(s)toletta alla milanese o la wiener schnitzel? Da tempo immemore c’è questa diatriba aperta tra milanesi e austriaci.
La costoletta alla milanese ha l’osso, è la lombata di vitello attaccata alla costola, mentre la cotoletta è la classica fettina panata a “orecchia d’elefante” senz’osso. La carne utilizzata è il vitellone. In entrambe le preparazioni la carne viene passata nell'uovo sbattuto, nel pangrattato e fritta rigorosamente nel burro.
La wiener schnitzel viene invece preparata con carne di maiale o vitello o tacchino, rigorosamente senza ossa, la fetta è solitamente alta 1 cm abbondante ed è molto larga. Viene impanata con farina, uova, pangrattato e viene fritta nel burro o nello strutto.
La diatriba tra co(s)toletta alla milanese e wiener schnitzel ha inizio nel Risorgimento con la dominazione austriaca di Milano, quando Radetzky racconta di aver cenato a Milano con una fetta di carne passata nell’uovo, impanata e fritta e sebbene fosse buona, era decisamente assai diversa dalla gustosa carne fritta che era solito mangiare a Vienna.


Wiener Schnitzel mit Preiselbeeren

Ingredienti per 4 persone
4 g cotolette di maiale (o vitello, o tacchino) del peso di 150 gr l’una
2 uova
2 cucchiai di latte
3 cucchiai di farina
100 gr pangrattato
Sale
200 gr di burro

Preparazione
Coprire le fette di carne con una pellicola trasparente e batterle sino a raggiungere uno spessore di circa 1 cm. Salarle su entrambe i lati.
Con una forchetta sbattere le uova e il latte. Infarinare la carne (scrollando l’eccesso di farina), passarla nell’uovo e latte e panarle. Fare aderire bene alla carne il pangrattato e scuotere leggermente per eliminare il pane in eccesso.
Scaldare abbondante burro in una padella (deve raggiungere i 160°). Il burro è alla giusta temperatura quando mettendo nella padella il manico di un cucchiaio di legno nella padella si formeranno bollicine. Friggere le cotolette da entrambe i lati sino a che raggiungeranno un bel colore dorato, avendo cura di muovere la padella.
Infine poggiarle su carta assorbente per tamponare l’eccesso di burro. Servire le wiener schnitzel accompagnate da spicchi di limone e marmellata di mirtilli rossi.


Preiselbeeren
(Marmellata di Mirtilli Rossi)

Ingredienti
1 kg di mirtilli rossi
400 gr zucchero
125 ml vino rosso

Preparazione
Lavare e asciugare i mirtilli rossi. In un pentolino portare a ebollizione i mirtilli con lo zucchero e il vino. Farli sobbollire per 15-20 minuti. Rimuovere la schiuma. Riempire i vasetti sterili di marmellata e chiuderli immediatamente in modo ermetico. Questa marmellata viene anche servita con la selvaggina.


Abbinamento consigliato: in questa preparazione spiccano la grassezza, l’untuosità, leggera succulenza e tendenza dolce della carne. In abbinamento si consiglia un Lago di Caldaro prodotto con il vitigno schiava. Un vino di colore rosso rubino trasparente. Al naso presenta sentori fruttati e floreali non molto accentuati. Al palato presenta sapori delicati, tannini appena accennati, freschezza ed equilibrio. Basso contenuto alcolico. Finale leggermente ammandorlato.



N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

16 commenti:

  1. Perfetta. E l'abbinamento con la marmellata secondo me è proprio ben riuscito.
    V.

    RispondiElimina
  2. Conoscevo questo diatriba, fatto sta che sono ottime entrambe.
    Mi piace molto la confettura di mirtilli rossi.

    RispondiElimina
  3. la foto parla da sola, molto invitante! Devo avere una marmellata di mirtilli rossi in dispensa, quasi, quasi la provo insieme alla cotoletta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. la adoro,la facciamo anche qui a Trieste ma senza marmellata accanto !

    RispondiElimina
  5. Buonaaaaa! Non l'ho mai assaggiata con la marmellata di mirtilli rossi, ma credo sia buonissima l'accoppiata! Baci

    RispondiElimina
  6. La conosco bene!! Come resistervi?
    Baci

    RispondiElimina
  7. la tua cucina mi ha dato la possibilità di conoscere molte ricette austriache, anche se per me sono impronunciabili, sono veramente squisite!!!! un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. è stupendo questo piatto! Mi piace molto la marmellata! Complimenti Laura!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Adoro la cucina austriaca... ghiotte le cotolettine, e ancora di più la marmellata, bravissima!!!

    RispondiElimina
  10. Marco è un vero intenditore!!!!!

    RispondiElimina
  11. quante ne ho mangiate in Alto Adige e in Austria! ottima...

    RispondiElimina
  12. Un piatto succulento con tanti ottimi sapori ...Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Un piatto succulento con tanti ottimi sapori ...Buona giornata!

    RispondiElimina
  14. Che scelta difficile... lo sappiamo tutti che il fritto è troppo buono per poter fare una scelta "ragionata". Nell'incertezza meglio mangiare entrambe!! ;-)

    RispondiElimina
  15. adoro le cotolette e l'idea della marmellata è davvero molto interessante!

    RispondiElimina
  16. Wienerschnitzel mit.... mi ci butto subito anzi presto arriva fine maggio e vado a fare il pieno....am See ciaooo

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)