martedì 29 gennaio 2019

Ciambelline alla Ricotta con Pinoli di Cedro Siberiano

Ciambelline alla Ricotta con Pinoli di Cedro Siberiano

... ... ... qualche riga su cui riflettere ... ... ...
“Vero e falso, autentico e inventato sono concetti delicati.
Rabbrividisco quando leggo, o sento, che una ricetta è ‘vera’, mentre altre sarebbero ‘false’ e quindi da scartare. Rabbrividisco perché nulla esiste, nella storia, che non sia stato inventato da qualcuno, in qualche luogo, in qualche tempo.
Ogni falso in qualche misura è vero.
Lo insegna lo stesso Bloch e vuol dire che, una volta accertata la falsità di un racconto, resta il fatto che il racconto (anche se falso) esiste, e che qualcuno lo ha inventato.
Ciò che chiamiamo tradizione non è altro che una invenzione ben riuscita”
(M.Montanari, Il sugo della storia)

Sparecchiando la tavola: l'adolescente si imbosca, il De Win si incasina a caricare la lavastoviglie (inizio a pensare che la mia lavastoviglie non sia un elettrodomestico compatibile con mio marito o viceversa).
Io: "Hai levato le briciole dalla tovaglia?"
De Win: "No! hai detto che lo facevi tu!"
Io: "No! Io ti ho detto di prendere la spazzolina e levare le briciole, al solito senti le cose a modo tuo" (sospiro rassegnato…)
Lui: "Tu dovresti essere accessoriata di SCATOLA NERA così si potrebbe registrare tutto quello che dici!"
… secondo voi il marito mi ha fatto un complimento? No vero?
#maiunagioia

Dei regali ricevuti dalla mia amica Alda ve ne avevo già parlato qui. Ecco queste ciambelline nascono da una ricetta trovata in uno dei suoi libri "La Pasticceria, Vol.4 Biscotti e Piccola Pasticceria" (ovviamente modificata secondo il gusto di casa) e da un barattolo di preziosissimi pinoli di cedro siberiano.
Di fronte a questi biscotti ho visto il De Win all’inizio diffidente come solo i nostri 3 gatti sanno essere (d’altronde era la prima volta che preparavo un dolce ai pinoli) e poi talmente tanto convinto della bontà di queste ciambelline croccanti fuori, leggermente morbide al loro interno, deliziosamente profumate di burro e pinoli, che ho dovuto razionargliele altrimenti finivano in un amen.

Forse non tutti sanno che: Pinoli di Cedro Siberiano
I pinoli di cedro siberiano, talvolta indicati anche come semi o noci di cedro, sono i piccoli frutti di una pianta nativa delle Russia (Pinus sibirica). Il loro aspetto è del tutto simile a quello dei pinoli nostrani ma si differenziano da questi ultimi sia dal punto di vista nutrizionale che da quello del gusto. L’aroma dei pinoli siberiani, così come anche il loro sapore, è infatti decisamente più marcato rispetto a quello dei pinoli europei.
Il cedro siberiano è un albero di antichissima origine tanto che le prime testimonianze di questa specie sembra risalgano addirittura al periodo delle glaciazioni. È inoltre una pianta longeva, resistente ai climi freddi e di dimensioni spesso imponenti.
I pinoli di cedro siberiano si caratterizzano soprattutto per un elevato contenuto di acidi grassi “buoni” finalizzati a regolare il colesterolo nel sangue e le funzionalità delle membrane cellulari.
Sono un’importante fonte di proteine e fibre, contengono anche buone dosi di vitamina E, PP, vitamine del gruppo B e svariati minerali tra cui calcio, fosforo, magnesio, ferro, zinco e potassio. Sono perciò uno spuntino ideale per chi pratica sport, per chi studia e per chi è fisicamente debilitato.
Si prestano ad essere utilizzati anche come ingrediente di cucina, soprattutto in insalata e all'interno delle barrette energetiche. Il loro consumo - adatto specialmente per bambini e donne in gravidanza - aiuta inoltre a ripristinare la regolarità delle funzioni intestinali, ad attenuare il dolore addominale causato dagli spasmi muscolari, a favorire la crescita dell’organismo e a stimolare la produzione del latte materno. tratto da Sorgentenatura Magazine

Ciambelline alla Ricotta con Pinoli di Cedro Siberiano

Ingredienti per 2 teglie
250 gr farina 00
100 gr burro a pezzetti a temperatura ambiente
100 gr zucchero semolato
50 gr ricotta
1 uovo intero
1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito vanigliato per dolci
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di scorza di arancia grattugiata
2 cucchiai di pinoli di cedro siberiano
2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente

Inoltre per la decorazione
1 albume
30 gr pinoli di cedro siberiano

Preparazione
Preriscalda il forno a 180° e fodera due taglie con carta forno.
Setaccia la farina con il lievito, il pizzico di sale, la vanillina e impasta con il burro, lo zucchero, la ricotta, l’uovo, il tuorlo, la scorza d’arancia, i pinoli e le gocce di cioccolato.
Forma una palla liscia e omogenea che non attacca più alla spianatoia.
Ricava dei cordoncini delle dimensioni di una matita, chiudili ad anello e allineali sulla placca.
Batti leggermente l’albume e spennellalo sulle ciambelline.
Cospargi con i pinoli premendo con delicatezza per farli aderire meglio all’impasto.
Inforna a forno caldo 180° per 15 minuti (o sino a doratura).
Trasferisci le ciambelline sulla gratella e falle raffreddare.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

23 commenti:

  1. Mariti monelli... metto in mezzo anche il mio :)
    Sai che non conosco i pinoli di cedro siberiano? Curiosissima, li cercherò!!!!
    I biscotti sono bellissimi e di sicuro buonissimi!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  2. Sto ancora ridendo. Certo che tu e tuo marito siete una macchietta.
    Adorabili le tue ciambelline. Curiosa di provare i pinoli al cedro siberiano.
    Baci.

    RispondiElimina
  3. Adorabili queste ciambelline. Non conosco il cedro siberiano e tanto meno i suoi pinoli, mi hai incuriosito ;)
    Un saluto anche a quella sagoma di tuo marito :)

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo i pinoli di cedro siberiano, spero di trovarli, golose le tue ciambelline! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Ricetta interessante, non conoscevo i pinoli di cedro Siberiano

    RispondiElimina
  6. Come tutte le altre sono curiosissima dei pinoli di cedro siberiano. Ma credo che anche con i nostri pinoli, queste ciambelline siano deliziose :)

    RispondiElimina
  7. Non so se troverò mai i pinoli di cedro siberiano, che non ho mai assaggiati, ma certamente cambierò queste ciambelline tra le ricette da copiare al più presto, sembrano buonissime!

    RispondiElimina
  8. che buono cara, delizioso!baci

    RispondiElimina
  9. Anche senza quei preziosissimi pinoli (ma con quelli di più bassa lega, purtroppo ho solo questi!) temo che siano irresistibili... qui finirebbero in un nanosecondo!
    Mi segno la ricettuzza...un abbraccio e buona giornata amica mia

    RispondiElimina
  10. ma che meraviglia queste ciambelline, non conoscevo i pinoli di cedro siberiano, s'impara sempre qualcosa ^_^ baci

    RispondiElimina
  11. Ehmm no ... non credo nemmeno io fosse un complimento. Te l'ho detto altre volte, tu sei troppo buona, io li lascerei entrambi a pane e acqua ahaahhh. Sai che non conoscevo questi pinoli? Ottime queste ciambelline

    RispondiElimina
  12. ahahah..questa storia della scatola nera non l'avevo mai sentita!! Molto originale come "critica" :-P
    Golosissime le tue ciambelline, non sai come ne addenterei una in questo momento dopo una giornata in casa con il pupo O_o

    RispondiElimina
  13. Siete troooooooooppo forti... e i biscotti golosissimi!

    RispondiElimina
  14. il De Win è consapevole vero che la "scatola nera" potrebbe essere un'arma a doppio taglio...a suo sfavore vero :)))? stasera mi ci voleva proprio una bella risata. mi ci vorrebbe anche una di queste deliziose ciambelline da sgranocchiare o tuffare in una tazza di latte caldo. il pinolo di cedro siberiano mi spiazza ma si difenderanno bene anche con dei classici pinoli, che dici? un bacione

    RispondiElimina
  15. Laura, ho idea che queste ciambelline siano a dir poco paradisiache! Da rifare assolutamente, anche senza i pinoli speciali che hai usato tu! Siete davvero simpatici cara!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  16. e anche oggi ti ripeto che qst tua amica la sa lunga davvero! anche io voglio amiche che mi regalano libri da cui attingere ricettine così!!! che buone Laura!!!!!

    RispondiElimina
  17. Io invece non sono affatto diffidente, me ne sono innamorata al primo sguardo. Sanno tanto di casa, di genuino, di fatto con amore dalla nonna. Favolose, da provare assolutamente!

    RispondiElimina
  18. Contrariamente a tuo marito a me invece ispirano un sacco e ci scommetto che son assai buone!

    RispondiElimina
  19. mi sembra di sentire il mio di marito ,molto simile al tuo racconto,saranno fatti con lo stampino..tutti simili..
    Di sicuro buonissime le tue ciambelline e..Grazie per avermi fatto conoscere i pinoli di cedro siberiano!!
    baci,baci

    RispondiElimina
  20. non conoscevo questo tipo di pinoli, queste ciambelline devono essere strepitose!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  21. Riguardo alla degustabox, quello che ti posso dire è che mi hanno contattato loro per la collaborazione quindi non saprei dirti come mi hanno trovato e perchè gli sono piaciuta. A me hanno dato un codice sconto UNNOL da dare ai miei contatti. Se vai sul sito e ti abboni e inserisci questo codice ti verrebbe a costare 9.99 invece di 15.99. Io ne ho ricevuta solo una, quindi non ho statistica su cui basarmi, ma questa con quello che c'era dentro valeva sicuramente più di 10 euro.

    RispondiElimina
  22. Veramente deliziose queste ciambelline, ne gradirei un vassoio al mio indirizzo. Un bacione grande a te e alla tua simpaticissima famiglia.

    RispondiElimina
  23. Sono deliziose, bellissime e di certo buonissime, le assaggerei molto, ma molto volentieri...ti abbraccio...

    RispondiElimina

Grazie per essere passati dal mio blog :)