lunedì 2 settembre 2019

Strudel con Mortadella, Scamorza, Zucchine e Curry

Strudel con Mortadella, Scamorza, Zucchine e Curry

“Se nella tua vita ci sono solo il bianco o il nero
significa che ti stai perdendo i suoi veri colori”
(E.Mian, MindFoodNess)

Whatsappando con l’inossidabile De Win
Io: “Per pranzo hai lo strudel salato.”
Lui: “E cosa c’è dentro?”
Io: “Formaggio, mortadella, un quarto di zucchina, un decimo di cipolla, un pensiero di curry… … …”
Non è che volevo descrivere poeticamente un volgarissimo strudel salato, è che lui sentendo nominare la verdura storce il naso, sentendo nominare la scamorza pure perché dice che gli dà prurito alle gengive (manco avesse una dentatura da cavallo!) e con il curry ci ha fatto amicizia da pochissimo ma è ancora diffidente verso questa spezia.
... sospiro ... 
Poi ci sediamo a tavola
Io: “Allora, com’è 'sto strudel?”
Lui: “Sa di Dubai! Altro che un pensiero di curry! Ci hai messo tutto quello che abbiamo comprato negli Emirati!”
Il tutto mentre fagocitava la terza fetta.
... io boh... #maiunagioia

Oggi l’Antro riprende le sue pubblicazioni, dopo un mese di stop perché ogni tanto c’è bisogno di disintossicarsi un po’ dal web e da tutto quello che comporta (psicopatiche comprese).
Mi guardo indietro e vedo delle bellissime vacanze iniziate con il mio 50esimo compleanno che ho festeggiato in quel posto magico che è Dubai, proseguendo poi con le nostre “solite” vacanze tra i miei adorati monti del Tirolo. Cosa chiedere di più? Sicuramente questa estate rimarrà a lungo impressa nel mio cuore per paesaggi, colori, profumi, sapori e persone incontrate.
E Dubai… a Dubai ho lasciato un pezzetto di cuore e la certezza di doverci ritornare. Un posto magico, poliedrico, unico. Una città da visitare almeno una volta nella vita sia nella sua parte ultramoderna che ti fa pensare di essere finita su un altro pianeta anni luce avanti a noi, sia nella sua anima più antica, più autentica dove ti ritrovi immerso nella storia autentica della vecchia città e degli accampamenti beduini.
Buon rientro e buon settembre a tutti voi miei cari lettori e lettrici!

Forse non tutti sanno che… curry
Il curry è una miscela di spezie tostate e ridotte in polvere originaria dell’India e importata in Europa dagli Inglesi durante il periodo del colonialismo.  
In India è chiamato masala mentre il suo nome “occidentale” deriva probabilmente dalla parola hindi turkarri, che significa “umido”, “stufato”. 
La miscela di spezie utilizzate per il curry è la seguente: cumino, curcuma, cannella, chiodi di garofano, coriandolo, fieno greco, noce moscata, zafferano, pepe nero, peperoncino, zenzero. La composizione del curry non è universale poiché ne esistono diverse varianti a seconda della proporzione delle varie spezie. In base alla quantità di peperoncino usato il curry si suddivide in tre tipologie: mild, hot, very hot.

Strudel con Mortadella, Scamorza, Zucchine e Curry

Ingredienti
1 rotolo pasta sfoglia rettangolare
100 gr scamorza a fette
100 gr mortadella
Mezza zucchina
Mezza cipolla
Curry

Inoltre
1 tuorlo d’uovo
1 cucchiaio di latte
Semi di sesamo

Preparazione
Preriscalda il forno a 190°.
Trita grossolanamente l’Emmental, la mortadella, la zucchina e la cipolla.
Metti una ciotola e mescola con il curry.
Srotola la pasta sfoglia e stendi il ripieno tenendoti a un paio di cm dai bordi.
Arrotola lo strudel avendo cura di sigillare bene i bordi con i rebbi di una forchetta.
Sbatti il tuorlo con il latte e spennella la superficie dello strudel.
Cospargi con i semi di sesamo e inforna per circa 20/25 minuti (o sino a doratura della superficie).
Servi tiepido.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

15 commenti:

  1. Che buono....
    Gustoso ed appetitoso ^_^

    RispondiElimina
  2. Deve essere buonissimo,sono felice che è tornata a proporci le sue ricette!

    RispondiElimina
  3. Mi piace lo stile poetico come "un pensiero di curry..." è così carino :-)
    Immagino solo la bellezza di Dubai e come ti capisco sul prendersi i tempi per riposare cuore, corpo e mente, per poi ripartire più e meglio di prima!
    Golosissimo questo strudel poetico!!!! Un bacione!

    RispondiElimina
  4. Molto invitante e ghiotto questo strudel!!!!

    RispondiElimina
  5. bentornata cara, e anche se con colpevole ritardo tanti auguri ;)
    questo strudel mi fa venire un'acquolina pazzesca, è il tipo di ricetta che preparo di rado ma che dovrei fare più spesso perchè è semplice ma al tempo stesso particolare e super golosa. grazie per l'ispirazione e un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Cara Laura, anche io rientro lentamente, tanti auguri per il tuo compleanno e grazie per questa ricettina deliziosa! sai che pensavo a Dubai per il prossimo viaggio? ti chiederò consigli in caso ;)

    RispondiElimina
  7. Il potere allettante della parola e la conferma della prova assaggio su cui non avevo dubbi 😋 ho l'impressione che pian pianino quel "pensiero" di curry diventerà sempre più intenso. Io lo adoro anche se ultimamente lo sto un po' trascurando. Devo rimetterlo in vista sul piano della cucina. Magari proprio per provare questo stuzzicantissimo strudel. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  8. Ogni volta che passo di qua, sono destinata a veder aumentare la salivazione, veramente goloso questo strudel! E sempre divertenti i tuoi racconti :-D Allora buon compleanno (a scoppio ritardato)!

    RispondiElimina
  9. Que tengas un buen comienzo y mes de septiembre

    RispondiElimina
  10. Buona idea l'aggiunta dei semi di sesamo sulla sfoglia, devo farlo anch'io la prossima volta :)

    RispondiElimina
  11. da leccarsi i baffi con questo strudel ^_^

    RispondiElimina
  12. Che buono questo strudel...a me questi sapori piacciono proprio tutti...che faccio? Mi auto invito? baci e buon settembre a te!

    RispondiElimina
  13. Oh ma che bello questo strudel! Ricco e goloso. Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Molto bello da vedere è proprio appetitoso e invitante. Baci. Michaela.

    RispondiElimina
  15. Cara Laura, lascialo brontolare, sono tutti uguali gli uomini. Alla fine si scofanano tutto ma devono per forza brontolare! Ottimo questo strudel, altro che!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati dal mio blog :)