domenica 7 agosto 2011

Speck mit Ei

Speck mit Ei

La ricetta di oggi è quella con cui siamo soliti aprire la “kermesse gastronomica” delle nostre vacanze! Infatti il giorno dopo il nostro arrivo a Lermoos, siamo soliti salire al rifugio dietro casa, per gustarci questo meraviglioso piatto scoperto proprio qui 8 anni fa. Un piatto che profuma di boschi, di montagne, di aria fine e di erbette fresche di campo. 
La cottura delle uova è a vostra discrezione. C’è chi è solito rompere, in cottura, il tuorlo per farlo rapprendere e delicatamente amalgamare al bianco (attenzione però a non fare un frittatone!). C’è chi invece cuoce le uova sullo speck tipo occhio di bue lasciando il rosso più o meno morbido secondo i propri gusti.
Dopo avere provato tutte le versioni, quella che preferiamo è quella che presenta il bianco ben cotto, con tanto di crosticina ai bordi, mentre il tuorlo rimane al suo interno bello cremoso. Questo piatto si completa splendidamente se servito con delle patate bollite cosparse di erba cipollina fresca tagliuzzata al momento e/o una bella fetta di pane nero da intingere/pucciare nel rosso dell'uovo.

Speck mit Ei
Ricetta Tirolese

Ingredienti a persona
Una noce di burro
4 fette di speck di medio spessore
2 uova
sale e pepe q.b 
Patate bollite
Erba cipollina fresca

Preparazione
Fare sciogliere in un padellino antiaderente (ottimo sarebbe usare una padella di ferro) una noce di burro. Adagiarvi le fettine di speck e farle rosolare brevemente. Rompere le uova sullo speck. Far rapprendere per qualche minuto (il bianco deve risultare cotto, mentre il rosso lasciatelo un po’ più morbido). Salare (attenzione che lo speck è già salato) e pepare. Servire caldo, accompagnato da patate bollite a tocchi cosparse di erba cipollina fresca.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved