domenica 8 gennaio 2012

Kaiserschmarren

Kaiserschmarren

Come sempre accade quando torno dalle mie montagne il blog si tinge del tormentone della cucina tirolese. Protagonista indiscusso di oggi è il Kaiserschmarren (omelette dell’imperatore). Sinceramente la ricetta l’ho vista qualche giorno fa presentata da Mattia Poggi su Arturo e mi sono detta che era da tanto, troppo tempo che non la rifacevo. Così ho preso il mio bravo libro della Kompatscher splendido regalo della mia amica Alda e mi sono messa ai fornelli. Rispetto alla dose originale che vi vado a postare io ne ho fatta la metà per esigenza di copione, data dal fatto di essere solo in 3 ad abbuffarci. 3 come dico sempre io numero perfetto! Oddio anche in due invero si sta meravigliosamente bene ma non ditelo a Junio!

Kaiserschmarren
dal libro “Strudel e Dolci Particolari”
di Anneliese Kompatscher & Angelika Ilies

Ingredienti per 4 persone
100 g d’uvetta
6 cucchiai di rum
8 uova (separate i tuorli dagli albumi)
8 cucchiai di zucchero
2 bustine di vanillina
1 presa di sale
200 g di farina
400 ml di latte
125 g di burro freddo
100 g di scaglie di mandorle
Zucchero a velo

Preparazione
Lavate l’uvetta in acqua fredda, fatela sgocciolare e lasciatela ammorbidire nel rum. Montare gli albumi a neve ferma, versandovi lentamente 2 cucchiai di zucchero. Montare i tuorli con lo zucchero avanzato, la vanillina e il sale, amalgamate poi con la farina, il latte e per ultimo con l’uvetta (io ho aggiunto anche il rum). Incorporate lentamente le chiare montate a neve. Fate sciogliere circa un quarto del burro in due ampie padelle. Versare l’impasto nelle padelle e a fuoco medio fate dorare. Poi spezzate l’omelette aiutandovi con due forchette, rigiratela metteteci sopra a fiocchetti il burro rimasto e cospargete di mandorle a scaglie. Continuate a fare cuocere siano a quando tutti i pezzetti saranno dorati. Cospargete di zucchero a velo e servire subito.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

14 commenti:

  1. E' gradevole, e in più ha il pregio di non richiedere l'utilizzo del forno!

    RispondiElimina
  2. che forte, è proprio da provare!!!!!!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
  3. bello questo dolce, una delizia.

    RispondiElimina
  4. Ciao! un dolce pasticcio che ci sembra possa concludere le feste in modo sublime! davvero ottimo!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. è magnifica la mangio tutte le volte che vado da quelle parti è veramento un dolce imperatore

    RispondiElimina
  6. Laura, abitando nel cuore dell'Alto Adige, conosco molto bene questo dolce iperproteico, ipercalorico, iperbuono. Soprattutto in caso di temperature in ribasso, è un toccasana per riscaldare il più profondo dell'anima! E far apparire un magico :-)
    Bacioni!

    RispondiElimina
  7. Ciao!!!
    Buono questo dolce!!! Non sono molto pratica dei dolci del Tirolo, però questo deve essere squisito!!! Mi devo informare di più sui dolci dell'Alto Adige!
    Ha l'aspetto mooolto invitante!
    Ciao, un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  8. molto buono, grazie a te sto conoscendo i dolci della tradizione tirolesi, considera che io sono nata a Trento. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Un dolce proprio da imperatore!!!
    La devo provare questa omelette è golosissima!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  10. Delizioso ! voglio assolutamente provarlo. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  11. Una vera meraviglia, li mangerei adesso per merenda. Un bacio

    RispondiElimina
  12. Molto interessante questo dolce!!!!! Brava

    RispondiElimina
  13. Mamma mia! è golosissimo! Complimenti Laura! Un salutone :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)