mercoledì 4 aprile 2012

Pizzette di Paperino

Pizzette di Paperino

Ma capitano anche a voi quelle giornate in cui non vi va di preparare proprio nulla? Nemmeno un quattro salti in padella? Nemmeno un piatto di pasta con un sugo pronto? E malgrado tutto avete fame, no anzi, più che fame... è voglia di un fermino sfizioso. Beh io domenica sera ho risolto con una ricetta che facevo in quelle pochissime volte in cui mia madre mi concedeva l’utilizzo del Dolce Forno. Mi sembra che queste pizzette fossero anche sul ricettario allegato, io le ho sempre chiamate le “Pizzette di Paperino”, e venivano pure buone con quel caratteristico gusto da “Dolce Forno”. 
La scorsa sera le ho rifatte, certo il Dolce Forno non ce l’ho più, ma sono state gradite. D’altronde una “pizzetta vintage”, di quelle fatte con il pancarrè, fa tornare tutti bambini. Una volta erano lo sfizio per eccellenza che le mamme preparavano alle feste di compleanno dei loro bimbi, grandi infornate di queste deliziose pizzette erano la merenda più ambita delle festicciole. 
E qui faccio outing, non vi nego che io il Dolce Forno l’ho cercato su Ebay, ma i prezzi assurdi a cui viene venduta questa caccavella primordiale mi hanno fatto desistere dall’acquisto. Peccato perché lo vedevo bene nella mia cucina tra le caccavelle varie e la collezione di giocattoli a tema culinario che fanno bella mostra di sé sulla cappa e sui pensili, ma prima o poi lo troverò! Eccome se lo troverò!

Pizzette di Paperino

Ingredienti
Pancarrè Integrale
Salsa di pomodoro
Mozzarella
Prosciutto cotto
Parmigiano grattugiato
Origano
Sale marino iodato fino 
Olio extravergine d’oliva

Preparazione
Condite la salsa di pomodoro con l’olio, l’origano. Riducete a dadini la mozzarella e a striscioline il prosciutto. Rivestite una teglia da forno con carta forno e disporvi le fette di pancarrè, spalmarle con la salsa di pomodoro, cospargere con la mozzarella e il prosciutto e terminare con una spolverata di parmigiano. Passare al grill sino a che la mozzarella non si sarà sciolta e i bordi del pane saranno diventati croccanti.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

10 commenti:

  1. ma sai che è d aun pò che non le faccio?? devo rimediare..intanto mi gusto le tue!baci!

    RispondiElimina
  2. me le ricordo eccome queste pizzette, mitico il dolce forno, facevo delle schifezze immonde e tutti le dovevano mangiare, purtroppo anche il mio è sparito nei veri traslochi.

    RispondiElimina
  3. Nooooo...il Dolce Fornooooo.....è stato il mio sogno proibito di bambina, un desiderio che mi ha accompagnato per anni. Dalle pubblicità dei vecchi giornalini di Topolino che leggevo avidamente, a quello che passava in televisione. Eppure in casa non potevamo permettercelo e quello che ho fatto negli anni è immaginarmi quanto avrei potuto giocarci se lo avessi avuto. E vedo che anche tu sei vittima di quella stessa follia! Viva il Dolce Forno, si vede che cucinare era scritto nelle nostre vite. Un abbraccione e Buona Pasqua, Pat

    RispondiElimina
  4. Sono proprio veloci,buone e sfiziose queste pizzette, mi ricordano proprio le festicciole con tanti bambini

    RispondiElimina
  5. Mi consolo allora. Sono due settimane che non ho voglia neanche di aprire una scatoletta di tonno! Per una pizzetta però uno sforzo alla pigrizia lo farei. Che nome simpatico, non le ho mai fatte ma sono proprio stuzzicose. Un baciotto

    RispondiElimina
  6. Buoni ho mia cognata che li fa spesso.

    RispondiElimina
  7. Che nome simpatico!!!!Anche se ho mangiato abbondantemente ( come sempre in questi ultimi anni!!!)una pizzetta di Paperino la mangerei volentieri.
    Un abbraccio e buona pasqua a te e famiglia.

    RispondiElimina
  8. il Dolce forno!!!! il mio è ancora nascosto in qualche meandro di casa...peccato aver perso il ricettario|!!!

    RispondiElimina
  9. oggi vorrei un maggiordomo e magari anche un paio di queste pizzette, !!!
    buona Pasqua !!

    RispondiElimina
  10. Capita, capita eccome! Voglia di cucinare pari a zero!
    Queste pizzette me le ricordo, le faceva mia mamma e le chiamava "la pizza dei poveri" ahahahahah! (non metteva certo appetito!)
    Oggi nessuno si sognerebbe più di chiamarle con quel nome! Pizzette Paperino è molto meglio!
    Auguro a te e family una buonissima Pasqua :))))

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)