mercoledì 6 giugno 2012

Pizza Show

Pizza Show

Quando state lontani da casa, qual è il cibo che vi manca più di ogni altro? Qui si fa presto a decidere e la scelta cade imperativa e categorica sulla pizza del sabato sera. Quella che ti mangi spaparanzato a casa, magari guardando un buon film. Quella che puoi decidere se cuocerla in teglia “formato famiglia ma solo per uno” o nel fornetto Ferrari modello pizzeria.
Beh, dopo due sabati consecutivi passati senza l’appuntamento serale della pizza, per forza di cose ho dovuto preparare una grande teglia di pizza "Show". Ora, la pizza "Show" non è una pizza che si presenterà a voi con spettacoli pirotecnici più o meno stravaganti. Show è infatti il nome della pizza “storica” preferita da Marco, quella che prende sempre quando riusciamo a scappare un paio di giorni a Fiuggi con l’immancabile pizzata serale dai nostri amici dello Slongia Pub.

Dove sta lo show? Nel gustosissimo mix di salumi che la compongono, in origine solo salame e prosciutto crudo che via via si sono arricchiti di altri salumi disponibili in frigorifero. Come impasto della pizza ho seguito la ricetta della “Pizza Alta” delle Simili, rispetto alla ricetta postata ne ho fatto la mezza dose e ho impastato con la macchina del pane. Quando faccio la pizza in teglia la preferisco decisamente alta, tipo quella del fornaio appunto.

Pizza Show 
Impasto per Pizza Alta delle Simili

Dicono le Sorelle Simili nel loro libro “Pane e Roba dolce”: Questa è la pizza del fornaio, non è la classica napoletana perché per cuocere la vera napoletana ci vuole il forno a legna. Questa è cotta in una normale teglia nel forno di casa. E’ necessario che il forno sia molto alto: 240°- 250° ed è vitale cuocerla in due tempi. Prima cuoce la sola pasta con il pomodoro (14-16 minuti avendo cura di girare la teglia a metà cottura mettendo dietro la parte vicina allo sportello del forno) – che chiameremo “ciabatta” – poi si guarnisce con mozzarella, origano, olio e si rimette in forno sino a quando la mozzarella sarà completamente fusa e leggermente rosata 7 minuti circa. In questo modo avrete la pasta cotta e la mozzarella piacevolmente morbida, altrimenti rischiate di avere la mozzarella morbida e la pasta cruda oppure la pasta cotta e la mozzarella trasformata in vero cuoio. La ciabatta si conserva bene in freezer. Sarà così più veloce prepararla: toglietela dal freezer e quando sarà a temperatura ambiente guarnitela con mozzarella, origano e olio e portate a cottura

Ingredienti
500 g farina 00
250 g acqua
50 g olio extravergine d’oliva
25 g lievito di birra
10 g sale  sale fino iodato 

Per farcire
1 barattolo di polpa finissima di pomodoro
150 g mozzarella a fette
Salame
Prosciutto cotto
Prosciutto crudo
Mortadella
Parmigiano grattugiato
Sale
Pepe Nero

Preparazione
Fate la fontana e mettete al centro il lievito sbriciolato e fondetelo on l’acqua, raccogliete un poco della farina, unite il sale, l’olio, e impastate tutto, lavorando e battendo ogni tanto. Fate un filone, copritelo a campana e lasciatelo riposare per circa un’ora e mezza (fermentazione). Trascorsa l’ora e mezza di riposo riprendete la pasta e lavoratela qualche minuto per eliminare tutti i gas, formate nuovamente il filone, copritelo e lasciatelo lievitare ancora per circa 1 ora e mezza. Trascorso questo tempo appiattite la pasta con il matterello (non lavoratela! altrimenti risvegliate il glutine e la pasta tornerà elastica e di difficile stesura) e trasferitela nella teglia, dove va lasciata lievitare ulteriormente per altri 30 minuti circa. Preriscaldare il forno a 240°- 250° ed è vitale cuocerla in due tempi. Quando il forno avrà raggiunto al temperatura cuocete la sola pasta con il pomodoro, condito con sale e un pizzico di pepe,  per 14-16 minuti,  avendo cura di girare la teglia a metà cottura mettendo dietro la parte vicina allo sportello del forno. Tritate grossolanamente i salumi. Estraete la pizza dal forno, guarnitela con mozzarella,  il mix di salumi tritati, una spolverata di parmigiano, un pizzico di origano, un giro d’olio, e rimettetela in forno sino a quando la mozzarella sarà completamente fusa e leggermente rosata 7 minuti circa.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

19 commenti:

  1. Che fame a vederla , buona!

    RispondiElimina
  2. anche per noi il sabato sera vuol dire pizza! Però solitamente solo d'inverno...chissà perchè ?!
    La tua mi sta facendo sbavare, Laura...è quasi ora di cena........!!!
    Baci

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, Laura, proverò senz'altro questa tua versione golosissima! Buon proseguimento!!

    RispondiElimina
  4. Toglietemi tutto, anche i dolci ma non la pizza, l'adoro anche io in tutte le salse :). L'hai fatta così bella farcita che è davvero uno show a guardarla! Un saluto, Angela

    RispondiElimina
  5. Qui stessa scelta... la pizza manca sempre anche quando è appena finita :)

    RispondiElimina
  6. Vorrei tanto che questo show andasse in onda adesso a casa mia...SLURP :D! Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  7. peccato non poter allungare la mano e prenderne una fettona, sembra deliziosa.

    RispondiElimina
  8. Ciao! ricca e filante, un impasto soffice come il nostro..insomma, come la preferiamo anche noi ;)
    bacioni

    RispondiElimina
  9. Fantastica! E' rimasta una fetta per me? :) Buona giornata ed un abraccio

    RispondiElimina
  10. a che inizia lo show? no perchè io sono sempre pronta a spazzolare questa meraviglia!!!^_^

    RispondiElimina
  11. a 'na bella pizza, nun se dice mai di no!

    RispondiElimina
  12. la mia preferita! ti rubo subito la ricetta e la provo!
    Paola

    RispondiElimina
  13. fantastica la pizza! secondo me la scelta degli ingredienti è fondamentale, per esempio io uso sempre olio Laudemio..a fine cottura ovviamente!

    RispondiElimina
  14. Che pizza fantastica!
    A mezzogiorno per la fretta ho mangiato malissimo e adesso...mangerei il monitor!

    RispondiElimina
  15. Ricca,ricchissima,come non rimpiangerla quando si è fuori!!Anche a me piace alta e ben condita e questa è una vera goduria!!Bravissima come sempre cara Laura!!

    RispondiElimina
  16. Io ls pizza la mangio anche a colazione è quel cibo a cui non so dire di no e a cui non rinuncio, la tua è spettacolare sai? Anche da noi il sabato è giorno di pizza! Baci

    RispondiElimina
  17. che dire è fantastica...e poi alla pizza non si dice mai di no ^_^

    RispondiElimina
  18. Che buona che deve essere questa pizza!! Bravissima.. un saluto, Ivana. :-)

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)