sabato 22 settembre 2012

Pizza Rossa al Pesto

Pizza Rossa al Pesto

Domanda: ma quante volte a settimana preparate la pizza? Qui da noi se solo si potesse si mangerebbe pizza a pranzo e cena! Però ci conteniamo e ci “accontentiamo” della pizza un paio di volte a settimana, di cui una volta per forza deve essere nel weekend. Come sempre l’impasto è quello delle Simili (che può essere alto o basso a seconda di come vi garba) fatto nella macchina del pane (programma impasto + lievitazione) e la cottura rigorosamente nel fornetto Ferrari per avere una pizza fragrante e profumata come in pizzeria. Cuocendo le singole pizze, ognuno può scegliersi la sua farcitura preferita. E dopo due anni a tonno e cipolla, Junio ha finalmente scoperto che gli piace anche una nuova pizza: rossa con il pesto. Solo un’accortezza: evitate di mettere il pesto troppo impregnato d’olio altrimenti il pomodoro e la mozzarella risulteranno troppo unti. Inoltre se usate il pesto non ci sarà bisogno di condire il pomodoro con ulteriore olio extravergine d'oliva.

Pizza Rossa al Pesto
Impasto della pizza tratto dal Libro Pane & Roba Dolce delle Simili

Ingredienti
500 g farina 00
250 g acqua
50 g olio
25 g lievito di birra
10 g sale

Guarnizione
Pomodoro
Mozzarella
Pesto
Parmigiano (o pecorino) grattugiato

Preparazione
Fate la fontana, mettete al centro il lievito sbriciolato e fondetelo on l’acqua, raccogliete un poco della farina, unte il sale, l’olio, e impastare tutto, lavorando e battendo ogni tanto. Fare un filone, copritelo a campana e lasciatelo riposare per circa un’ora e mezza. 
Trascorso questo tempo, se cuocete le pizze singolarmente, formate delle palline di circa 150/180 gr l'una e appiattite la pasta con il matterello (non lavoratela! altrimenti risvegliate il glutine e la pasta tornerà elastica e di difficile stesura). Farcitela con il pomodoro condito con il sale e un pizzico di zucchero (per stemperarne l’acidità), la mozzarella ben scolata e tritata grossolanamente, il pesto e una spolverata di Parmigiano. Cottura: portate a temperatura 3 per una decina di minuti il Fornetto Ferrari e cuocere la pizza per 5/6 minuti.
Altrimenti preriscaldate il forno a 250/260°. Appiattite l'impasto in una teglia ben unta (o ricoperta di carta forno). Quando il forno avrà raggiunto al temperatura cuocete la sola pasta con il pomodoro per 15 minuti,  avendo cura di girare la teglia a metà cottura mettendo dietro la parte vicina allo sportello del forno. Poi estraetela dal forno, guarnitela con i restanti ingredienti e rimettetela in forno sino a quando la mozzarella sarà completamente fusa e leggermente rosata circa 5/6 minuti.


NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright 2008-2013© Laura De Vincentis All Rights Reserved

12 commenti:

  1. mamma mia che acquolina!!!stupenda Laura!buona serata!

    RispondiElimina
  2. i miei complimenti…è fantastica!!anche da noi pizza a go go:)

    RispondiElimina
  3. Purtroppo devo rispondere solo una, il sabato sera! Ma guai a saltare l'appuntamento! E sai che ti dico? Sono ancora in tempo per approfittare dell'idea subito subito stasera :D! Un bacione, buoa domenica

    RispondiElimina
  4. Una meraviglia cara Laura!! Anche noi cerchiamo di concedercela massimo due volte a settimana.. ma fosse per noi la mangeremmo anche tutti i giorni: il mio compagno è napoletano, quindi immaginati tu :)) Oggi è proprio il giorno della pizza e la tua sarebbe davvero mooolto gradita carissima! :) Una bontà, veramente.. sei sempre troppo brava! :)

    RispondiElimina
  5. ..da me solitamente si fa il sabato o la domenica sera e rigorosamente cotta sul fornetto ferrari. Che strepitosa variante la tua!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  6. Quell'aggiunta di pesto e pecorino o parmigiano... che delizia Laura!!! Ma riusciremo mai io e te a seguire una dieta per lungo periodo!! Troppo buona!!

    RispondiElimina
  7. Anche io mangerei pizza tutti i giorni, di solito ne preparo parecchie, le proto a metà cottura e le congelo seguendo il metodo di Vittorio di "viva la focaccia".
    Così quando mi assale la voglia...la pizza è pronta in pochi minuti :DDDDD
    La tua è stupenda sembra fatta in pizzeria!

    RispondiElimina
  8. La pizza ha sempre un suo fascino!!!

    RispondiElimina
  9. ha un aspetto fantastico!!!
    (anche a noi la pizza piace moltissimo)
    ciaooo

    RispondiElimina
  10. A chi lo dici, anche io mangerei sempre pizza ma....non si può. Viene così bella col fornetto? E' nella mia lista dei desideri e adesso me ne è tornata la voglia :)

    RispondiElimina
  11. wow fantastic great pizza. I have tried its is very tasty. i was made this at mnak restaurant.

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)