domenica 17 marzo 2013

Cannelés

Cannelés

Sono favolosi questi dolci francesi, tipici di Bordeaux. La particolarità sta nella cottura, l’esterno deve brunire e caramellare mentre l’interno deve rimanere morbido, cremoso. Buoni e delicatissimi, come solo i dolci francesi sanno essere, ottimi ad accompagnare il tè pomeridiano. E… stendo un velo pietoso sull’eretico di casa che li ha aperti in due ancora caldi e spalmati della “solita” Nutella.

Cannelés


Ingredienti
1/2 litro di latte
un baccello di vaniglia
50 grammi di burro + altri 50 grammi per ungere
100 gr di farina
250 gr. di zucchero
1 presa di sale
2 uova intere + 2 tuorli
un cucchiaio da minestra di rhum

Preparazione
Si fa bollire il latte con 50 gr di burro e i semini più il baccello di vaniglia. Si mescola farina e zucchero e poi si uniscono le uova tutte insieme e la presa di sale. Poi si unisce il latte e si mescola. Deve avere una consistenza liquidina. Infine si aggiunge il rhum. Si lascia in frigo a riposare per un'oretta. Nel frattempo si fa scaldare il forno a 200. Si imburrano gli appositi stampini abbondantemente (mi raccomando, è importante imburrare veramente tanto). Si riempiono gli stampini fino ad un centimetro dal bordo e si infornano a 200° per circa 5 minuti. Si abbassa poi a 180°,bisogna regolarsi con la potenza del proprio forno (io ho cotto a 180° per circa h 1.15). Devono diventare bruniti fuori e con la crosticina e dentro rimanere invece morbidi e spumosi.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

9 commenti:

  1. Non li ho mai mangiati ma devono essere davvero buoni: i dolci francesi sono molto più elaborati dei nostri e anche più burrosi, li adoro ma non ne ho mai fatto uno...magari inizio con questi! bellissima, l'ho già detto, questa iniziativa di ricordare una di noi con le sue ricette

    RispondiElimina
  2. Sei dolcissima, Lauretta. Magari è proprio lei che ti ha aiutata, dandoti l'ispirazione necessaria. Sono venuti benissimo e devono essere squisiti, questi dolcini. TVB, tanto.

    RispondiElimina
  3. Sai che non li conosco? Hanno un aspetto meraviglioso e chissà che buoni ;)

    RispondiElimina
  4. Questo è senza dubbio uno dei miei dolci preferiti. A me però vengono brutti e tutti storti... :-(
    Mi tolgo il cappello davanti a tanta bravura. Pazzeschi!!!

    RispondiElimina
  5. sono veramente splendide, posso una???

    RispondiElimina
  6. Mai mangiati....ma sono una meraviglia! E chissa che bonta'!
    Devono sciogliersi in bocca, vero?
    Chissa'! Magari ci provero'!

    RispondiElimina
  7. Ho comprato gli stampi apposta per provarle...ed eccomi servita la ricetta...Grazieeeeeeeee!
    E complimenti per la resa (altro che le foto che ho visto in fb ieri! ;-))
    simo

    RispondiElimina
  8. Laura ma lo sai che non si fanno vedere queste cose ad una caccavellomane incallita? Adesso, sfortunatamente, DOVRO' procurarmi gli appositi stampini!!! :P

    RispondiElimina
  9. Buoni Lauraaaaaaaaaa ^_^ Dalla tua "prima volta" quante volte, ancora, li hai fatti? ^_^ E quando li rifarai? No, così vengo ad assaggiarne uno ^_^

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)