mercoledì 12 febbraio 2014

Crema di Finocchi e Sedano con Roquefort

Crema di Finocchi e Sedano


Dopo la raccolta di oltre 200 ricette cioccolatose ci vuole qualcosa di detox, proprio come questa Crema di Finocchi e Sedano. Una vellutata dal gusto delicato, particolare e molto raffinata che vi farà fare sicuramente bella figura con i vostri ospiti durante una cena. Se il gusto del sedano non vi piace, lo potete sostituire con dei porri.

Curiosità: il finocchio è conosciuto sin dall'antichità per le sue caratteristiche aromatiche e medicinali. Era già utilizzato al tempo degli Egizi per migliorare la cattiva digestione. In India veniva utilizzato per preparare pozioni afrodisiache. La pianta del finocchio era molto conosciuta anche in Grecia e a Roma dove Plinio il Vecchio, in un suo trattato, ne descriveva le proprietà medicinali. Nel Medioevo veniva impiegato come antidoto contro la stregoneria. Al giorno d’oggi l’Italia è tra i maggiori produttori di questo ortaggio, soprattutto la Puglia. 
Il finocchio è un ortaggio ricco d’acqua, privo di grassi e con pochissime calorie. Ha una funzione depurativa, digestiva ed equilibrante della flora intestinale. La tradizione attribuisce al finocchio anche una funzione galattogena, ovvero favorisce la produzione di latte materno.
L’espressione lasciarsi infinocchiare deriva dall’uso degli osti di offrire spicchi di finocchio a chi voleva acquistare il vino delle botti. Il finocchio infatti presenta delle sostanze aromatiche in grado di coprire il gusto di un vino di qualità scadente facendolo apparire più buono.

Crema di Finocchi e Sedano con Roquefort 
dal libro Cucinare nelle Dolomiti

Ingredienti per 4 persone
250 gr finocchi
50 gr gambi di sedano (o porri)
40 gr burro
250 ml panna
1 litro brodo di carne
2 cucchiai di vino bianco
Pepe bianco
Sale

Inoltre
60 gr Formaggio Roquefort
Timo

Preparazione
Pulire il finocchio, lavarlo e tagliarlo a fette. Lavare i gambi di sedano e tritarli grossolanamente. In una pentola dai bordi alti sciogliere il burro, fare appassire il sedano e il finocchio. Versare il brodo di carne. Continuare a cuocere sino a che il finocchio non si sarà ammorbidito (circa 30 minuti). Aggiungere la panna, condire con il vino bianco, il pepe e regolare di sale. Frullare la crema, passarla al setaccio, impiattarla e servirla con il Roquefort sbriciolato e una spolverata di timo.

Suggerimenti: al posto del Roquefort, potete servire la crema con un ciuffo di panna montata non zuccherata; oppure con striscioline di salmone affumicato e dadini di pane abbrustoliti nel burro; oppure con dei bastoncini di sesamo e dei pezzettini di finocchio bolliti in acqua salata.


Abbinamento consigliato: ci troviamo di fronte ad una crema dal delicato profilo sensoriale in cui spiccano la tendenza grassa della panna, del burro e del Roquefort, una delicata tendenza dolce e l’aromaticità tipica del finocchio e del sedano che presenta inoltre una leggerissima tendenza amarognola. Il vino in abbinamento dovrà essere un bianco di buona sapidità e freschezza e di buona persistenza gusto olfattiva come un Collio Goriziano Ribolla Gialla dai profumi delicatamente floreali e fragranti (limoncella) e dalle sensazioni gustative delicate e leggere.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

15 commenti:

  1. non amo molto il sedano, credo però che in questa meravigliosa vellutata ci stia alla grande...che raffinatezza anche la foto Laura!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  2. Lauretta è meravigliosa.. i finocchi li amo da impazzire, ne mangerei a valanghe.. l'abbinamento col sedano è delicatissimo, complimenti di cuore <3 :)

    RispondiElimina
  3. Adoro le vellutate!!
    Ps.Molto bella anche la presentazione di questo piatto...elegante e raffinato!

    RispondiElimina
  4. opterò per i porri al posto del sedano, ho idea che sarà deliziosa ! Un bacione

    RispondiElimina
  5. Deliziosa...adoro le vellutate e proverò di sicuro la tua !!!!
    complimenti per la raccolta qui sotto da svenireeeeee :-P
    un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  6. Adoro le vellutate, questa combinazione di ingredienti è favolosa, bellissima la presentazione . Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  7. ottimo accostamento per una zuppa sana e leggera. Ci vuole proprio!!!

    RispondiElimina
  8. Ecco questa è una delle mie creme preferite, poi con il Roquefort...

    RispondiElimina
  9. dopo la vellutata mi sa che proverò anche questa :P grazie dell'idea :)

    RispondiElimina
  10. Adoro i finocchi crudi e cotti, non amo invece il sedano, quindi la proverò nella variante con i porri, grazie.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Adoro queste ricette leggere, ma nel contempo gustosissime! Un bacio

    RispondiElimina
  12. Anche a me piacciono tantissimo i finocchi, hai reso questa ricettina semplice un piatto regale;) brava

    RispondiElimina
  13. Questa è una di quelle cremine che devo gustarmi da sola perché a mio marito non potrei mai portarla in tavola (alla piccola pulce forse piacerebbe!)
    Mi sono persa la raccolta cioccolatosa...vado subito a sbriciare visto che poi arriverà la Pasqua!!!

    Un abbraccio
    Silvia

    ...ho letto il post su tuo padre e ho pianto tanto da non essermela sentita di lasciarti lì un saluto. Volevo però dirti che non potevi scrivergli parole più belle, vedrai che da lassù, vicino alla sua mamma, ti farà comunque compagnia e ti proteggerà come ha sempre fatto.

    RispondiElimina
  14. è molto appetitosa questa crema!! La presentazione è molto bella! Bravissima Laura! Buon inizio di settimana! Un bacione! :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)