mercoledì 15 aprile 2015

Focaccia alle Zucchine e Grana

Focaccia alle Zucchine e Grana

Qui a casa siamo golosissimi di focaccia e l’utilizzo di condimenti a base di ortaggi mi permette di far mangiare la verdura anche a Junio che altrimenti tenta sempre di lasciarmela a bordo piatto. La ricetta utilizzata è, come sempre, quella delle Simili con cui mi trovo decisamente bene.


Curiosità: le zucchine sono un ortaggio che arriva dall’America Centro Settentrionale. In Europa si sono diffuse nel Sedicesimo secolo. Oggi le zucchine si trovano tutto l’anno, ma la loro stagione sarebbe quella estiva. Sono composte dal 95% di acqua e sono ricche di potassio e acido folico. Sul fisico svolgono un’azione diuretica e disintossicante.
Le zucchine che si consumano sono quelle acerbe, poiché una zucchina arrivata a piena maturazione è immangiabile essendo lunga oltre un metro e soprattutto piena di grossi semi.
Rimedio della nonna contro il mal di testa: adagiare delle fettine di zucchine sulle tempie, quando seccano cadono e si portano via il male.

Focaccia alle Zucchine e Grana

Ingredienti per l'impasto
450 farina 00
150/170 g d'acqua
50 g lievito madre attivo in polvere
10 g sale
2 cucchiai di olio di oliva
 
Inoltre
2 zucchine
Scagliette di Grana
Basilico tritato
 
Per pennellare
6 cucchiai di olio
6 cucchiai d'acqua
Un pizzico di sale
 
Preparazione
Procedimento per chi usa il bimby: versare tutti gli ingredienti della focaccia nel boccale e impastare 4 min programma spiga. Mettere in una ciotola unta d’olio e fare lievitare sino al raddoppio.
Procedimento per chi usa la macchina del pane: mettere nel cestello prima gli ingredienti liquidi, poi quelli solidi e azionare il programma impasto + lievitazione.
Se impastate a mano: unire la farina con il lievito madre attivo in polvere, aggiungere l’olio, l’acqua, il Parmigiano e il sale impastando e battendo battendo l'impasto. Mettere sul tavolo e lavorare battendo per 7-8 minuti, rimettere nella ciotola unta d'olio e far raddoppiare di volume.

Rovesciare l’impasto sul tavolo e formare un filone, che verrà appoggiato su una teglia rettangolare ricoperta di carta forno. Fare riposare per altri 15 minuti poi spianare con un corto mattarello e con il palmo della mano sino a ricoprire quasi totalmente il fondo della teglia. Se si vuole è possibile anche spianare il filone subito messo nella teglia, ma occorrerà uno sforzo maggiore poiché nella pasta appena lavorata il glutine è più vivace e offre una maggior resistenza. Fare infine lievitare per 30 minuti.
Tagliare le zucchine a rondelle fini utilizzando una mandolina e disporle sulla focaccia. Coprire con 6 cucchiai d'olio battuti con 6 cucchiai d'acqua e un pizzico di sale, cospargere con il basilico tritato, aggiungere le scaglie di Grana. Fare raddoppiare abbondantemente (sarà necessaria un'ora e mezza). Preriscaldare molto bene il forno a  200° e infornare per 25 minuti o sino a doratura delle zucchine.
 

Abbinamento consigliato: la ricetta di oggi ha marcati sentori mediterranei e spicca per untuosità, aromaticità, tendenza dolce e sapidità. L’abbinamento consigliato è con un vino bianco laziale: il  Colli Lanuvini. Un vino dal bel colore giallo paglierino; al naso presenta profumi di media intensità fruttati e floreali; al palato risulta fresco, sapido, di media alcolicità, vellutato, armonico, di buona struttura e con finale ammandorlato.
 

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

17 commenti:

  1. focaccia mon amour, la proverò con le zucchine del mio orto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. anche noi adoriamo la focaccia;) brava

    RispondiElimina
  3. io sarei per la versione olio di gomito,mi sembra una focaccia deliziosa !

    RispondiElimina
  4. a me la pizza bianca con le zucchine mi piace tantissimo, la proverò così come ce la proponi tu, grazie!!!

    RispondiElimina
  5. super buona super bella,complimenti e buon weekend

    RispondiElimina
  6. anche qui la focaccia risolve sempre tanti pasti e piace a tutti!

    RispondiElimina
  7. O_O buonissima questa focaccia!!!!! :P

    RispondiElimina
  8. Ti prego dimmi che hai provato il rimedio per il mal di testa con le zucchine che lo provo anch'io!!!!!
    Intanto ti rubo un quandato di focaccia!!!!

    RispondiElimina
  9. Qui mangerebbero focaccia anche la notte (e qualche volta lo fanno. Sempre che riescano a sfuggire alla mia sorveglianza ^_^) e credo che per questa farebbero carte false!
    Baci!
    MG

    RispondiElimina
  10. Anch'io sono golosissima di focaccia e la tua è moooolto golosa! Un bacio

    RispondiElimina
  11. Bella e sfiziosa òa tuafocaccia , complimenti Laura. Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  12. Semplice e gustosa questa focaccia! Bellissimo il duo zucchine e grana!

    RispondiElimina
  13. Mmmmm che bella focacciona gustosa e tanto invitante!!!

    RispondiElimina
  14. questa è assolutament eda provare!!!! mi segno il procedimento per l'olio di gomito che è l'unica cosa che c'è in casa! :P

    RispondiElimina
  15. Ciao Laura, ti posso assicurare che le zucche mature, tutte, comprese quelle ornamentali, non sono immangiabili ma l'esatto contrario, anzi, i frutti maturi, per logica, intuito e sentito dire, dovrebbero essere preferibili a quelli acerbi, anche se non c'è regola senza eccezione e, alcuni frutti acerbi come zucchine e fagiolini dovrebbero rientrare in queste eccezioni e quindi ne mangio anch'io e mi sembra esagerato ipotizzare che magari tra qualche decennio, qualche studiosa/o ci trovi qualcosa di dannoso, speriamo di no, ora come ora mi limito a dire che tra una zucchina acerba e una zucca matura, sceglierei sicuramente quella matura. Infatti in questo momento ne sto mangiando una di quelle lunghe circa 40 cm e magari se il mio amico agricoltore senza pesticidi, me ne avesse regalata anche un'altra di un metro come dici te, Ovviamente la buccia ma solo la buccia è immangiabile e quasi che per tagliarla ci vorrebbe la motosega ma all'interno c'è una polpa color arancione molto prelibata e benefica che io sbollento per soli 2 minuti per non distruggerne l'importantissima vitamina C e ci condisco la pasta integrale o il riso integrale germogliato mettendo da parte i semi, girandoli in qualche pizzico di sale, mangiandone alcuni subito, altri quando saranno stagionati, semi questi che tantissime/i biologhe/gi se potessero, farebbero loro un monumento per le innumerevoli proprietà salutari che ci regalano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mario per questo tuo interessante intervento! Buona giornata :)

      Elimina
  16. Anche se in questo momento sono le 23 passate , io ne mangerei volentieri una bella fetta...anche due ^_^ Buona notte

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)