mercoledì 6 aprile 2016

Piadizza Romagnola con Raviggiolo

Piadizza Romagnola con Raviggiolo

O meglio non solo raveggiolo ma anche scalogno, scaglie di grana, salsa di pomodoro e... essendo questa piadizza la cena del figlio adolescente (non me ne vogliano i gastrofighetti/e) non poteva certo mancare qualche rondella di wurstel.

Chi mi segue su FB sa che per il compleanno di Junio l’Aeronautica gli ha regalato un volo sull’elicottero HH-139 di base al 15° Stormo di Cervia. Pertanto, trovandomi in una zona dove il buon cibo viene prima di tutto, prima si è volato poi ci siamo dedicati all’acquisto compulsivo di specialità locali, complice il regalo di un’amica che la mattina della nostra partenza per rientrare in Toscana si è presentata con un sacchetto pieno di piade romagnole appena sfornate dal suo fornaio di fiducia.

Rientrati a casa abbiamo gustato piade per 3 giorni, con rucola e squacquerone (la mia preferita), con prosciutto crudo e raviggiolo, con prosciutto crudo rucola e un mix di squacquerone e raviggiolo tanto per strafare. Il terzo giorno abbiamo invece optato per le “piadizze” e mio figlio, a cui garbano gusti saporiti e sostanziosi, ha creato la golosissima ricetta odierna.

Junio si gode il suo regalo di compleanno

Forse non tutti sanno che…
Il Raviggiolo (o Raveggiolo), prodotto tipico delle valli dell’Appennino tosco-romagnolo romagnolo tra la valle del Savio e quella del Tramazzo, è un caratteristico formaggio fresco a pasta bianca ottenuto dalla cagliatura di latte crudo vaccino di provenienza locale. Nel passato veniva prodotto, anche da chi possedeva anche solo una vacca, poiché la sua alta resa permetteva di non sprecare latte. E’ un formaggio tipicamente invernale prodotto tra ottobre e marzo poiché deve essere consumato fresco, entro 5 giorni dalla caseificazione e si conserva per non oltre 3 giorni. Il Raviggiolo si presenta in forme tondeggianti, di altezza variabile tra i 3 e i 4 cm presentate adagiate su rametti di felce. La pasta è morbida e tenera, dal gusto delicato, dolce, burroso e contiene pochissimo sale. L’Artusi indicava questo formaggio come uno degli ingredienti principali del ripieno dei cappelletti romagnoli.
 
Piadizza Romagnola con Raviggiolo
 
Ingredienti
Salsa di pomodoro
Raviggiolo
Scalogno
Wurstel
Scaglie di Parmigiano
Origano
 
Preparazione
Preriscaldare il forno a 200°. Stendere sulla piada la salsa di pomodoro. Cospargere con il raviggiolo a tocchetti, lo scalogno tritato, le scaglie di Parmigiano e qualche rondella di wurstel. Spolverare di origano e infornare per una decina di minuti.
 

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

18 commenti:

  1. Ci abbiamo cenato ieri sera con la piadina.. troppo buona!!! farcita così sembra una pizzetta! baciotti

    RispondiElimina
  2. questa piacerebbe anche a Marco, la faccio fare a lui, grazie !

    RispondiElimina
  3. Molto gustosa condita così.
    Un bel regalo ha ricevuto tuo figlio.

    RispondiElimina
  4. Che voglia che mi hai fatto venire :-P tutte mi piacciono tutte specialmente fatte con i prodotti del posto!!!!
    Non conoscevo questo formaggio...grazie per le tue informazioni...si apprende sempre ;-P
    un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  5. Gustosissima,meravigliosamente invitante e goduriosa,bravissima,mi hai fatto venire un'acquolina incredibile:)))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  6. Un compleanno ricco di emozioni e di gusto! W la Piadizza di Laura! :)
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  7. Mai fatta la piadizza, bella idea e ben vengano le rondelle di wurstel

    RispondiElimina
  8. Che bellissima idea trasformare la piadina in una pizza!!!!!Wow

    RispondiElimina
  9. Da buona romagnola mi piace un sacco la tua ricetta...la riproporrò al mio "bambino"!!! Buona giornata

    RispondiElimina
  10. Mi è venuta fame solo a leggere la ricetta, grazie per averla condivisa con noi ;)

    RispondiElimina
  11. Tesoro è un idea davvero veloce e saporita e poi del resto è anche la pizza preferita da mio figlio ma con la piadina sarà tutto molto più speedy e gustoso!!Mi hai dato un ottima idea per la cena cara Laura!!Un bacioneeeee,Imma

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piacciono queste sfiziosità, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  13. Guarda, io sabato sarò a Cattolica per tre giorni, con mia sorella ... non vedo l'ora di arrivare e mangiarmi SUBITO una bella piadina!! Son qua che me la gusto guardando la tua ahahaahhh. Buonissima davvero.

    RispondiElimina
  14. Buona la piadizza ! Lo conosco e anche lo preparo...abito in Romagna. A Cervia sono chioschi che preparano la piadina con sale di Cervia ...davvero buona. Mai comprato Raviggiolo anche se lo visto nei negozi. :-(
    ciao ..a presto!

    RispondiElimina
  15. wurstel o no io un pezzo me lo mangerei! il raviggiolo non so che sapore abbia...mai mangiato e qui non si trova! :(

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)