venerdì 18 maggio 2018

Tegole Valdostane

Tegole Valdostane

Solo le nostre vite invecchiano.
Noi siamo là dove i secoli contano solo come secondi, 
e dopo un migliaio di vite cominciamo ad aprire gli occhi.
(Brian Weiss)
 
Nuovi biscotti in casa De Win
Junio: “Ma’ che sono ‘sti biscotti ricurvi? Sono commestibili?”
Io: “Tegole valdostane, richiamano i tetti delle abitazioni di montagna della Valle d’Aosta”
Junio: “E perché stanno tutti sparsi in giro per il tagliere? Ah ho capito! Non me lo dire! C’è stata una tromba d’aria e le tegole sono volate tutte via dai tetti e alcune sono cadute qui da noi! ”
... ahahahah spiritoso!
#maiunagioia

Tegole Valdostane: dei superlativi biscottini tipici della Valle d’Aosta dalla forma rotonda, sottile, croccanti e profumati di mandorle, nocciole, burro…
Mai più! Non le farò mai più! Queste tegole creano dipendenza! Ne ho fatto una vera e propria abbuffata, da rasentare l’indigestione, tanto che l’inossidabile De Win a più riprese veniva a levarmi la biscottiera dalle mani.
 
Forse non tutti sanno che… tegole valdostane
Le tegole valdostane sono uno dei dolci tipici della Valle D’Aosta. Prodotti da oltre 70 anni, il loro nome deriva dal fatto che ricordano le tegole d’ardesia che ricoprono i tetti delle case valdostane.
Questi biscotti accompagnano da sempre la Crema di Cogne; una crema dolce, servita in coppette, preparata con latte, panna, uova, zucchero e cioccolato.
 
Tegole Valdostane
 
Ingredienti
4 albumi d’uovo (circa 150/160 gr)
160 gr di zucchero semolato
80 gr di nocciole senza pelle tostate
80 gr di mandorle senza pelle tostate
60 gr di burro a temperatura ambiente
60 gr di farina bianca tipo 00
1 bustina di vanillina
 
Preparazione
Preriscaldare il forno a 180°
Tostare le mandorle e le nocciole 5 minuti nel forno a 200°rigirandole ogni tanto per non bruciarle e farle raffreddare.
Tritare velocemente lo zucchero con le mandorle e le nocciole tostate(che dovranno mantenere una grana rustica e non fine)
In un’ampia terrina mettere lo zucchero, gli albumi leggermente sbattuti, le nocciole, le mandorle il burro molto morbido, la farina, la vanillina e mescolare bene sino ad ottenere un composto omogeneo e piuttosto morbido e modellabile.
Foderate due teglie con carta forno e disporre cucchiaiate di impasto in modo da ottenere dei dischetti (di circa 6/7 cm di diametro) ben distanziati tra loro (per evitare che in cottura si attacchino).
Cuocere in forno caldo a 180° per 8/10 minuti (non cuocete oltre!).
Levare dal forno, prelevare i biscotti dalla teglia ancora caldi e farli aderire a un matterello per dare l’effetto incurvato.
Adagiali su un tagliere e lasciali raffreddare.
Si conservano per diversi giorni in una scatola di latta.
 
-----------------------------------------------

Ti garbano i DOLCI CON LE NOCCIOLE?
Allora sbircia in questa raccolta...

DOLCI CON LE NOCCIOLE
DOLCI CON LE NOCCIOLE


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

20 commenti:

  1. Sto cercando di fermare l'acquolina che mi sta invadendo!!!!

    RispondiElimina
  2. Ma quanto sono carine. Ho segnato la ricetta. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che bontà,grazie,ottimo con il caffè del pomeriggio,un bacio

    RispondiElimina
  4. ahahahahahah certo che in casa tua non ci si annoia...
    Adoro le tegole, ce ne vorrebbe una adesso per fare compagnia al mio caffè :)
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  5. Sai che è da molto che cerco una buona ricetta per le famose tegole Valdostane ed eccola qui :) Da provare assolutamente! Mi fanno troppo ridere gli inteludi che metti prima della ricetta sui commenti di tuo marito o di tuo figlio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interludi...ho mangiato una r!!!

      Elimina
    2. Ovviamente ridere in senso buono :) Non per presa in giro!

      Elimina
  6. Looks absolutely delicious !! un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Devono essere buonissime.

    RispondiElimina
  8. Non le conoscevo affatto.. ma chissà come son buone.. baci e buona domenica :-*

    RispondiElimina
  9. Mi piacciono tantissimo!
    Grazie per averle condivise.

    RispondiElimina
  10. le conosco, sono deliziose !Buona settimana, un bacio !

    RispondiElimina
  11. Fantastiche, una tira l'altra, le adoro!!!

    RispondiElimina
  12. Le conosco!!! Sono proprio superlative e, accoppiate alla crema di Cogne sono un dessert meravigloso...io poi adoro i dolci della tradizione...che bella proposta!! Un abbraccio, buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Dagli ingredienti sembrano un incrocio tra i brutti ma buoni e le lingue di gatto. Devono essere una delizia, croccanti e friabili

    RispondiElimina
  14. io invece direi che le battute esileranti dei tuoi uomini sono una gioia! Ma queste tegole valdostane farebbero la mia di gioia!

    RispondiElimina
  15. Eccole.... questa ricetta devo proprio farla, le compero sempre e spendo sempre tantissimi soldi... :)

    RispondiElimina
  16. Non conoscevo le tegole valdostane....certo però,se creano dipendenza bisognerà dimezzare le dosi della ricetta!!!
    Baci

    RispondiElimina
  17. wow! Devono essere squisite e sono adorabili anche nella forma :-P
    Spediscimene una vagonata :-P

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)