venerdì 25 gennaio 2019

Focaccine Soffici al Pomodoro e Parmigiano

Focaccine Soffici al Pomodoro e Parmigiano

"Ora che stai per maritarti, devi imparare a conoscere anche il lato brutto delle persone. 
A cominciare dai parenti.
Che sono i peggiori.”
(S. Agnello Hornby, Caffè amaro)

Visita dal neurologo per il certificato di idoneità allo sport agonistico.
Per chi non lo sapesse Junio è entrato nel settore agonistico di sci alpino disciplina slalom. Non chiedetemi lumi perché nel nostro albero genealogico nessuno ha mai messo mezzo sci, noi genitori in primis.
Cose che un neurologo non dovrebbe dire MAI a una mamma della categoria AAA (Ansiosa-Apprensiva-Angosciata): "Certo che ci vuole la visita del neurologo, signora, lo sci alpino è uno sport di grande velocità, pertanto considerato tra gli sport più pericolosi perché può mettere seriamente a rischio la vita dell'atleta"
"Ma lui non fa discesa libera… fa slalom"
"Certo signora mi riferivo proprio allo slalom"
… sempre più tentata di iscriverlo alla bocciofila del paesello…
#maiunagioia

Oggi una ricetta che è un vero e proprio "comfort food": delle focaccine condite che non si mangiano per fame ma per estrema golosità! L’idea viene da lei e io, come sempre, ho modificata la ricetta seguendo i gusti di casa.
Queste focaccine hanno la particolarità di essere impastate con il latte tiepido (mai freddo!) che conferisce al prodotto finale una grande morbidezza a patto però di usare anche una percentuale di olio extravergine d’oliva per evitare l’effetto spugna.
Qui sono state graditissime anche se l’adolescente, ovviamente, ha borbottato che potevo metterci più pomodoro… mai contento! Sono una sfiziosità perfetta per una merenda, un pic-nic, un lunch veloce e magari facendole più piccine e diversificando i condimenti (olive, peperoni, cipolle, feta, zucchine ecc ecc…) sono ottime per un ricco aperitivo.
Ovviamente, queste focaccine,  sono come le ciliegie per quante ne farete non saranno mai abbastanza!

Forse non tutti sanno che… storia della focaccia
Le origini della focaccia sono molto antiche; già fenici, cartaginesi e greci utilizzando farine di orzo, di segale e di miglio ne cuocevano al fuoco e proprio dal latino focus deriva l’etimologia di focaccia.
Nell’antica Roma le focacce venivano offerte agli dei ed in epoca rinascimentale consumate insieme al vino nei banchetti di nozze. Come il pane, ma più ricca per via dei grassi, olio o strutto, utilizzato per l’impasto o per il condimento, in Italia è da sempre particolarmente diffusa.
Cibo di viaggiatori e pescatori la focaccia pare debba la sua nascita anche ai lunghi tempi d’attesa che i fornai dovevano affrontare durante le notti di lavoro, ore ingannate infornando direttamente sulla base del forno pezzi di pasta non lievitata, che una volta cotti venivano mangiati in compagnia magari farcite di ortaggi, salumi o formaggi. tratto da Taccuini Storici

Focaccine Soffici al Pomodoro e Parmigiano

Ingredienti per 9 Focaccine
300 g di farina 0
1 cucchiaini di zucchero
15 gr lievito madre in polvere disidratato
20 ml di olio extravergine d’oliva
3 g di sale
160 ml di latte intero tiepido
Mezzo cucchiaino di origano
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

Per la salamoia
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
4 cucchiai d’acqua
Un pizzico di sale

Per la salsa di pomodoro
200 ml passata rustica (una via di mezzo tra la salsa e la passata a pezzettoni)
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
Un pizzico di sale
Un pizzico di pepe nero
2 foglie di basilico tritato

Inoltre
Parmigiano grattugiato
Origano

Preparazione
Con la macchina del pane: metti tutti gli ingredienti nel cestello (prima i liquidi e poi i secchi) e avviare il programma impasto + lievitazione (il mio dura 1.20h) e protrai la lievitazione, senza mai aprire il coperchio, per un’altra ora.

Impasto a mano: in una terrina setaccia la farina con il lievito madre disidratato, lo zucchero, il sale.
Aggiungi l’olio, inizia a impastare e aggiungi il latte tiepido poco alla volta.
Trasferisci l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e continua a lavorarlo bene sino a che non diventerà una palla liscia, soda e omogenea che non attacca più alle mani.
Fallo lievitare coperto in luogo tiepido per due ore.

Trascorso questo tempo riprendi l’impasto, lavoralo brevemente e ricava 9 palline di circa 60 gr l’una.
Forma delle focaccine allungate lasciando i bordi più alti e mettile su una teglia ricoperta di carta forno.
Fai lievitare, sempre in luogo tiepido, per altri 40 minuti.

Riscalda il forno a 200°
Intanto condisci la passata rustica di pomodoro con l’olio, il sale, il pepe, il basilico tritato.
Prepara la salamoia battendo insieme acqua, olio e sale.
Trascorsi i 40 minuti, con la punta delle dita premi al centro per formare un’incavo dove andrà la farcia.
Pennellale con la salamoia e metti al centro una cucchiaiata abbondante di passata di pomodoro.
Inforna a forno già caldo a 200° per circa 15/20 minuti (le focaccine devono dorare leggermente ma non bruciarsi!).
Levale dal forno e condiscile con una spolverata di parmigiano grattugiato e un pizzico di origano.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

16 commenti:

  1. Che buoneeee queste focaccine!!

    RispondiElimina
  2. ..che dirti?! Che sono semplicemente irresistibili...dovrei mettermi a dieta, ma me ne papperei un paio anche adesso! ;)
    Bacioni cara e buon we

    RispondiElimina
  3. Mi fanno venire troppa fame!!! e sono ancora al lavoro..come si fa?!??! :-D un bacione

    RispondiElimina
  4. che belle,perfette,una tira l'altra e addio dieta,grazie,buon weekend carissima

    RispondiElimina
  5. Fantastiche, molto invitanti!!!!

    RispondiElimina
  6. Le adoro le focaccine... una tira l'altra!!!! Ti son venute proprio bene.. smack

    RispondiElimina
  7. Sono golosissime, sicuramente una tira l'altra. Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. le vogliooooooooo!!!! deliziosissime!! prendo nota!!

    RispondiElimina
  9. Adoroooo, le mangerei a tutte le ore *.* Colazione, merenda, spuntino! Goduria!

    RispondiElimina
  10. Oddio certo che fa un po' impressione. Anche io pensavo che lo slalom non fosse così pericoloso. Sentita una cosa del genere sarei tornata a casa e mi sarei tranquillizzata mangiandomi tutta la teglia di queste focaccine. Non si possono vedere ;-)

    RispondiElimina
  11. Idem come dice sopra elenuccia, non c'è niente di meglio per consolarsi delle avversità della vita... bacione ;)

    RispondiElimina
  12. Mamma mia si vede proprio quanto sono soffici. Bravissima

    RispondiElimina
  13. Che delizia....queste focaccine si prestano a consolare qualsiasi tipo di ansietà!!!
    Baci

    RispondiElimina
  14. Ahahaha, da mamma ansiosissima ti capisco, ma guarda che qualche insidia potrebbe nasconderla anche la bocciofila, eh :-D Le focaccine invece sono di assoluto conforto, immagino siano ultrasfiziose!

    RispondiElimina
  15. Non sarei tranquilla nemmeno alla bocciofila. Pensa te come sono messa io :)
    Siete mitici! Proprio come questa delizie morbidissime!
    Baci!
    MG

    RispondiElimina
  16. Queste focaccine...che vogliaaaa!

    RispondiElimina

I commenti ANONIMI e quelli della suocera NON verranno pubblicati ;) Grazie per essere passati dal mio blog :)