giovedì 20 febbraio 2020

Manfredi con la Ricotta

Manfredi con la Ricotta

"Resta solo dove ti trovi bene
altrimenti alza i tacchi e vattene
non devi elemosinare la compagnia di nessuno,
resta dove la tua presenza viene sempre accettata"
(M. Polani, Non ti spegnere)

I De Win. Giovani Casanova crescono.
Le improbabili conversazioni del figlio su WhatsApp.
Junio: "tu eri la terza ragazza che mi piaceva in montagna"
e poi rincara la dose
"Comunque quando ti ho detto quella cosa che te eri la TERZA ragazza che mi piaceva in montagna mica ti sei offesa vero?"
… non ci sono dubbi, l’adolescente ha il cervello già tarato con il maschio medio italiano: praticamente il tatto di un elefante in una cristalleria e come ho letto ieri su Fb "le donne hanno crisi di nervi perché gli uomini hanno picchi di deficienza"

I Manfredi con la ricotta sono un piatto tipico del Carnevale partenopeo e di tutti i giorni di festa (o piatto d'e feste). C'è chi dice che siano una rivisitazione delle lasagne di Carnevale poiché il formato di pasta conosciuto come Manfredi (o Mafalde o Reginette) ricorda quello delle antiche lasagne napoletane dalla forma allungata e riccia (da non confondere assolutamente con la sfoglia emiliana). Il consiglio è di utilizzare ricotta di bufala perché proprio il suo sapore così intenso è la caratteristica di questo piatto.
La leggenda narra che la nascita di questo piatto affonda le sue radici nel 1250 quando il re di Sicilia, Manfredi di Svevia, con la sua corte fece visita a Napoli. La versione originale del piatto contemplava solo la ricotta che era il formaggio preferito del re.
L'aggiunta della salsa di pomodoro profumata al basilico avvenne solo in seguito e ai nostri giorni c'è chi preferisce "maritare" la ricotta con un più sostanzioso ragù napoletano.

Le raccolte dell'Antro: le ricette di Carnevale

"Chi non ride mai non è una persona seria"
(C.Chaplin)

LE RICETTE DI CARNEVALE

Manfredi con la Ricotta

Ingredienti per 4 persone
350 gr di manfredi (o mafalde o reginelle)
300 gr ricotta di bufala
500 gr passata rustica
1 cipolla tritata
Basilico
Olio extravergine d'Oliva
Sale, zucchero e pepe nero
50 gr pecorino grattugiato
50 gr parmigiano grattugiato

Preparazione
In una ciotola lavora la ricotta con 25 gr di pecorino, 25 gr di parmigiano e lascia riposare.
Intanto prepara la salsa di pomodoro: in un tegame scalda qualche cucchiaiata d'olio e soffriggi la cipolla, aggiungi la passata di pomodoro, il sale, una puntina di zucchero, qualche foglia di basilico, copri e lascia cuocere a fuoco dolcissimo sino a che non diventa densa.
Quando il sugo è quasi pronto metti a bollire l'acqua, aggiungi il sale, cala la pasta cuocendola per i minuti indicati sulla confezione.
Mentre la pasta cuoce, versa il sugo (levando prima le foglie di basilico) sulla ricotta e amalgama bene per creare una crema.
Scola i Manfredi, condiscili con il sugo, aggiungi il restante parmigiano e pecorino e porta in tavola con una spolverata di pepe nero.


MI TROVI ANCHE QUI

    


NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi, in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perché protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

17 commenti:

  1. Che piatto meraviglioso..a me piace proprio esattamente così!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Adoro la pasta con la ricotta! Con la ricotta di bufala sarà ancora più gustosa ^_^
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. la delicatezza maschile è proverbiale!!! il giovane latin lover promette bene :)))
    mi è sempre piaciuto tanto questo formato di pasta, non lo avevo mai sentito chiamare "manfredi". semplice e saporito questo condimento. un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  4. Non sapevo fosse una ricetta di carnevale, praticamente come le lasagne di carnevale napoletana ma più leggera!
    Io la preferirei.. Junio è già un uomo a quanto pare ma con l'ingenuità di ragazzo ;-)

    RispondiElimina
  5. Dai io apprezzerei la sincerità comunque, mi fa morire che ingenuo che è non ha capito nulla delle donne :-P
    Un piatto che adoro e lo faccio spessissimo!!! Baci

    RispondiElimina
  6. Buona, questa la devo provare. So già che mi piacerebbe.

    RispondiElimina
  7. Trovo con difficoltà questa pasta, immagino la sua bontà con questo condimento fantastico ed avvolgente, mmmmm......

    RispondiElimina
  8. ADORO leggerti...e ammirare le tue ricette!!!!!Buon pomeriggio ^_^

    RispondiElimina
  9. Amo questo condimento e con quel formato di pasta ci si sposa benissimo!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  10. un classico insieme alle polpette con uvetta e pinoli in questo periodo da noi .troppo buoni!!

    RispondiElimina
  11. adoro questa pasta, molto invitante!

    RispondiElimina
  12. :-) :-) :-) certo che deve essere uno spasso ascoltare le conversazioni di un adolescente.

    RispondiElimina
  13. Io la ricotta la mangerei dappertutto tanto mi piace. E dire che quando ero piccola mamma, per farmela mangiare, me la serviva con lo zucchero. Bella questa raccolta di ricette tipiche del periodo di Carnevale! E cmq mi fate morire...ihihih

    RispondiElimina
  14. Questa ricetta me la segno... la proverò molto presto! :-D Baci..

    RispondiElimina
  15. Un piatto veramente saporito è da provare sicuramente :-P
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  16. Che buoni, mamma mia, la pasta con pomodoro e ricotta la faccio spesso, perché piace a tutti a casa, ma ignoravo completamente che si trattasse di una ricetta tipica partenopea di Carnevale e anche, confesso, che ci volesse quella di bufala, proverò presto.

    RispondiElimina

Grazie per essere passati dal mio blog :)