mercoledì 15 settembre 2010

Mehrkorn Brot

Mehrkorn Brot

Perché la voglia di continuare ad assaporare gusti delle vacanze è ancora tanta! Perché quest’anno mi sono fatta tentare dal ben rifornito banco di farine di MpreisL’altra sera, mi sono decisa ad aprire un pacco del mio prezioso “bottino” provando la ricetta presente sulla confezione. Risultato?! E’ venuto un pane magnifico, ho ritrovato lo stesso identico sapore di quel pane nero ai multicereali che la mattina a colazione, prima di partire per le nostre grandi escursioni,  ero solita accompagnare con una fettina di formaggio di malga e qualche salume dal gusto delicato. La mia colazione deve essere tassativamente salata non amando i dolci di prima mattina, però vi assicuro che anche con un velo di burro freschissimo e marmellata di mirtilli fatta in casa è una delizia divina!
La composizione della miscela è la seguente: farina di frumento integrale 72%, semi di lino, tritello d’avena 5%, farina di segale 5%, semi di girasole, pasta acida essiccata (ottenuta dalla macinazione di segale fermentato), sale iodato, estratto di malto (orzo, segale).

Mehrkorn Brot
ricetta presa dalla confezione

Ingredienti
500 g di miscela di farina per Mehrkorn
320 ml d’acqua tiepida.

Preparazione
Impastare la miscela e l’acqua per almeno 10 minuti sino ad ottenere un impasto elastico. Farlo riposare, coperto, per 30 minuti. Con le mani infarinate , modellare l’impasto a forma di pagnotta o panini e sistemare su una placca da forno coperta di carta forno, o in uno stampo unto (io ho diviso l’impasto in due filoncini, li ho intrecciati e li ho messi in uno stampo da plum-cake). Lasciar lievitare in luogo caldo per circa 30-45 minuti. Sfregare la parte superiore con acqua tiepida, praticare dei tagli nella pagnotta e cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 20/25 minuti.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

19 commenti:

  1. Laura....delizioso questo pane....lo hai descritto così bene che me ne hai fatto venire voglia:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  2. ha un aspetto fantastico!!!!
    ti è venuto proprio bene!!!
    ciaooo

    RispondiElimina
  3. che delizia! quanto mi manca il pane nero! certo che in Italia trovare una selezione di farine del genere è praticamente impossibile! me ne allunghi un po' del tuo? ;)

    RispondiElimina
  4. Caspita che bella questa farina, con cereali ed avena....ci piacerebbe porprio provarla! il tuo pane sembra fantastico!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. Ciao! proprio ricercata questa farina! con tutti i cereali e l'avena..chissà com'è riuscito bene e rustico il tuo pane! ci piacerebbe davvero provarla!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. fantastico questo pane del sapore di una volta...

    RispondiElimina
  7. Anche io vadao avanti un bel po' con i prodotti tipici sardi con l'illusione di essere ancora in vacanza.... Il pane nero è uno dei miei preferiti, qui a Milano ne compro la farina (multicereale) all'Esselunga. Ha anche il lievito misto a lievito madre disidratato incluso. E il pane viene buonissimo!! Io poi ho provato anche a fare la focaccia, altrettanto buona! Bacioni e a presto!

    RispondiElimina
  8. laura è favoloso questo pane ricco di buonissimi cereali...e poi leggerti e sempre bellissimo ciao Luisa

    RispondiElimina
  9. Si vede che è magnifico...ce lo vedo bene con un velo di burro e salmone affumicato a fettine...

    RispondiElimina
  10. ed io mi lascio tentare con te :)

    RispondiElimina
  11. Che bella questa pagnotta viene proprio voglia dim addentarla

    RispondiElimina
  12. Delizioso *_* e mi ha fatto tenerezza il racconto di te che apri questo prezioso bottino io faccio sempre così =)

    RispondiElimina
  13. @ Annamaria grazie!

    @ Dario grazie!

    @ Shade nemmeno alla Lidl si riuscirà a trovare questa farina???

    @ Manuela e Silvia grazie!

    @ Fabiana grazie!

    @ Lucia quanto mi manca l'Esselunga!!!!! Qui purtroppo non c'è :(

    @ Soleluna grazie!

    @ Simo sai che la tua è un'ideuzza proprio garbina! :)

    @ Mirtilla :-x

    @ Germana grazie!

    @ Cey allora riesci proprio a capirmi ;)

    RispondiElimina
  14. Son pani davero speciali nei sapori e gusti... le miscele di farine, di semi.... sono unici! ottimo che un preparato posso regalare li stessi sapori di quello in loco...ti porti dietro un pò di quei posti!:)

    RispondiElimina
  15. @ Terry sono molto soddisfatta che io di questo pane! La prossima volta farò il pieno di queste preziose farine!

    RispondiElimina
  16. Ciao! Sono alla ricerca della farina che hai usato... Me l'ha data un'amica da provare: risultato fantastico ma a Milano non saprei proprio dove trovarla!! Mi puoi aiutare?! Grazie, Silvia

    RispondiElimina
  17. Silvia è una farina che prendo in Austria, però potresti provare a cercare all'Esselunga la farina della Rieper che dovrebbe avere una miscela simile.

    RispondiElimina
  18. Ciao cara tra le farine tedesche io prendo sempre la Sonnenblumen Brot ( 1 Kg euro 1,15 ), una miscela di farine per pane ai semi di girasole, contiene grano tenero, semi di girasole, farina di segale, farina di orzo

    viene meno ' nera', e molto molto gustosa.

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)