lunedì 19 gennaio 2015

Bauernbrot nella Slow Cooker

Bauernbrot (pane integrale) nella Slow Cooker

Questo è un pane nato da un esperimento. Su Pinterest seguo molti profili americani specifici sulla Slow Cooker (o Crock Pot), devo dire che in quanto all’utilizzo e alle ricette proposte sono molto più avanti di noi. Ebbene più di una volta mi è capitato di vederci cuocere dentro il pane, così ho sperimentato pure io. Come prima volta ho utilizzato il preparato per il pane integrale (Bauernbort) che trovo da Lidl. All’inizio ero molto scettica, ma quando ho visto la pagnotta cotta a puntino, e quando al taglio si è rivelato essere un pane profumato e molto morbido, beh sono stata decisamente soddisfatta e sicuramente replicherò la cosa, provando ad utilizzare altre tipologie di farine.

Curiosità: la slow cooker, detta anche crock pot, è ancora molto poco conosciuta da noi. Trattasi di una pentola elettrica composta da una pentola di coccio inserita in un contenitore metallico e chiusa da un coperchio in vetro. La particolarità è che cuoce a bassa temperatura per un tempo prolungato mantenendo inalterate le proprietà nutritive dei cibi. Il contenitore metallico scaldandosi infatti diffonde il calore anche alla pentola di ceramica. Il vapore che si crea in cottura mantiene gli alimenti morbidi, succosi e teneri. Non vi è infatti dispersione di liquidi (sempre che il coperchio non venga mai alzato) e a cottura ultimata i liquidi saranno maggiori di quelli inseriti. Per questo motivo il quantitativo di liquidi da inserire nella pentola deve essere ridotto al minimo nella preparazione di arrosti e dimezzato, rispetto alle dosi solite, nella preparazione di spezzatini e stufati (altrimenti ve li ritrovate in brodo).
La slow cooker è perfetta nella preparazione di stufati, spezzatini, stracotti, sughi, ragù, zuppe, brodi, bolliti, legumi, cereali, ma c’è anche chi la usa per preparare dolci, bevande come il vin brûlé e… pane. Si possono inoltre utilizzare tagli di carne meno pregiati poiché la lunga cottura li renderà tenerissimi.
Essendo un metodo di cottura a bassa temperatura che ha bisogno di tempi prolungati (per le carni servono anche 10 ore), queste pentole sono per la maggior parte provviste di un timer che gestisce autonomamente la cottura, spegnendo la pentola trascorso il tempo impostato mantenendo però il cibo alla giusta temperatura di servizio. Per esempio potete impostare la cottura la mattina prima di andare al lavoro e arrivare a casa la sera e trovare la cena bella pronta alla giusta temperatura.
Il consumo di energia elettrica è minimo e in estate può essere utilizzata senza problemi di surriscaldare la cucina.
La slow cooker non va utilizzata per scongelare (la lenta temperatura farebbe prolificare i batteri), per riscaldare in particolare cibi freddi di frigorifero, e ricordatevi che il latte cotto a lungo caglia pertanto è sconsigliato questo metodo di cottura.
QUI potete trovare le ricette dell’Antro preparate con la Slow Cooker

Bauernbrot nella Slow Cooker
dal sito The Kitchen

Ingredienti
500 gr preparato per Bauernbrot
170 ml acqua tiepida
Semi di sesamo

Preparazione
Nella macchina del pane inserire il mix per il pane e l’acqua. Avviare il programma impasto + lievitazione e alla fine lasciare lievitare per ulteriori 30 minuti senza aprire mai il coperchio.
Foderare con un foglio di carta forno la pentola della slow cooker, appoggiarvi sopra il pane e spolverare con i semi di sesamo. Cuocere per 2 ore e mezza ore in modalità high. Per avere la crosticina croccante, passare qualche minuto al grill.



Pillole di enologia: secchiello e glacette
Il servizio degli spumanti, dei vini bianchi e di alcuni rosati vuole l’utilizzo del secchiello per il ghiaccio. Il secchiello ha una doppia funzione: raffreddare velocemente la bottiglia e mantenere bassa la temperatura del vino. Solitamente i secchielli sono in cristallo, o in silver plated o in argento.
Per i vini bianchi e per i rosati può però essere sufficiente l’utilizzo di una glacette (dedicando il secchiello a vini bianchi “importanti” e/o agli spumanti) da porre direttamente sul tavolo. La glacette è decisamente meno formale del secchiello, è fatta in materiale plastico e serve solamente a mantenere bassa la temperatura del vino. QUI potete trovare le temperature di servizio dei vini.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

14 commenti:

  1. esperimento riuscito magnificamente, bello quello slow cooker !

    RispondiElimina
  2. infatti questa pentola non la conoscevo ma visto il risultato vado subito ad informarmi...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo. Sono molto più avanti di noi, anche nelle riviste. Completamente diversa impostazione e layout. Il tuo pane è golosissimo. Un bacio

    RispondiElimina
  4. Questo pane è molto buono! Complimenti per la preparazione Laura! Un salutone

    RispondiElimina
  5. questa slow cooker mi sta interessando sempre più e quasi quasi mi faccio il regalino, questo preparato lo conosco benissimo ed è tra i miei preferiti del lidl

    RispondiElimina
  6. Ecco, adesso dovrò intestardirmi anche su questa pentola? Ahahahahaah, lo so, prima o poi uscirò io di casa ^_^
    Questo pane è molto invitante. Mi piacerebbe sapere che farine ci sono in quel preparato ^_^

    RispondiElimina
  7. Esperimento perfettamente riuscito , una vera meraviglia il tuo pane. Un abbraccio, buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  8. Ti è riuscito benissimo. Devo informarmi sulla slow cooker.

    RispondiElimina
  9. Un pane davvero gustoso!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Un pane strepitoso, Laura! Con quel che di meravigliosamente rustico che sa tanto di montagna.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  11. non conoscevo questa pentola americana, ma mi sembra che funzioni alla perfezione visto i tuoi risultati. Complimenti.

    RispondiElimina
  12. Questa pentola mi mancava...devo subito correre a curiosare!!!

    RispondiElimina
  13. Salve, complimenti per tutto, ho curiosato anche nelle pagine Facebook. Cercando su Google la slow cooker è uscita la Sua pagina.

    Mi è arrivata due giorni fa ed ancora devo sperimentare, ne ho acquistata una piccolina da 3,5 litri della Russell Hobbs senza timer, avevo due domande alle quali spero possa rispondermi: ho sentito che si può utilizzare anche come camera di lievitazione, è possibile dato che non sono riuscita a recuperare il post dove era stato scritto e spiegato?

    La seconda domanda invece, la quantità minima e massima ch posso mettere nella slow cooker che ho acquistato dato che nel libretto non c'è scritto e nel sito ufficiale nemmeno.

    Solitamente cucino per le mie due figlie dei piatti a cottura lunga, dose doppia così la congelo. Quindi spezzatini o arrosti al massimo di 700/800 g di carne. Nella mia slow cooker come mi devo regolare?

    Se può rispondermi o indicarmi dove devo guardare, le sarei molto grata. Grazie, quando può.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicoletta ti ho taggata in 3 posto sulla pagina facebbok dell'Antro per avvisarti di guardare la tua email di FB, ti ho scritto tutto lì.

      Elimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)