venerdì 17 aprile 2015

Zabaione al Caffè


Categoria le facili ricette con il bimby anzi oltre che facili, anche veloci e deliziose. Oggi vi posto la ricetta dello zabaione, quel famoso dolce al cucchiaio a base di uova, zucchero e marsala, ma nella versione odierna è arricchito anche di caffè per dare una sferzata in più a questa splendida crema considerata già altamente energizzante.

Curiosità: ci sono tre leggende in merito alla nascita dello zabaione.
La prima lo fa risalire al 1500 quando il capitano di ventura Giovanni Baglione si accampò alle porte di Reggio Emilia e mandò i soldati a razziare i contadini della zona. I soldati tornarono con una quantità di uova, zucchero e vino, mescolarono tutto insieme e ne ottennero una bevanda molto gustosa. Il nome zabaione in questo caso deriverebbe dalla contrattura di Giovanni Baglione “Zvàn Bajòun”.
La seconda invece vuole lo zabaione come un dolce tipico del Piemonte e il suo nome (all’origine “sambajon”) deriva da San Giovanni di Baylon protettore dei pasticcieri.
Mentre la terza ci porta a Venezia e fa risalire il dolce a una bevanda Jugoslava chiamata “zabaja” che approdò sulle coste veneziane.
 
Zabaione al Caffè
 
Ingredienti
120 gr tuorli d’uovo freschissimo
120 gr zucchero
80 gr marsala
40 gr caffè
 
Inoltre
Qualche chicco di caffè per decorare
 
Preparazione
Mettere la farfalla, inserire nel boccale i tuorli e lo zucchero, lavorare 5 minuti, 37°, velocità 3
Aggiungere il Marsala e il caffè. Cuocere per 8 minuti a 70° velocità 4
Servire nelle coppette guarnendolo con qualche chicco di caffè pestato.
 
 
L'angolo del barman: Vov
Il Vov è un liquore a base di uova, una sorta di zabaione liquoroso con una gradazione alcolica intorno ai 18°.
Questo liquore è nato nel 1845 ad opera di un pasticciere di Padova, Gian Battista Pezziol, famoso per la produzione del torrone. Il torrone è fatto con gli albumi pertanto questo pasticciere si ritrovò con una cospicua quantità di tuorli da riciclare. Ecco che decise di unire a questi tuorli del marsala, dell’alcol e dello zucchero e iniziò la produzione dello zabaione liquoroso.
Una bevanda energizzante che ebbe da subito un grande successo anche per la sua funzione ricostituente e che valse a Pezziol una bella medaglia d’argento alla qualità.
Proprio per le sue qualità energizzanti nella seconda guerra mondiale il Vov viene inserito nella dotazione fornita ai soldati impegnati nel combattimento
Il nome Vov deriva dal termine veneto “vovi” che sta appunto ad indicare le uova.
Sino agli anni ’80 il Vov è stata una bevanda molto in voga. Seguirono poi anni di declino ed è stato riscoperto recentemente grazie al cocktail bombardino, molto di moda nei rifugi di montagna durante la stagione sciistica, dove il Vov è l’ingrediente principale.

Vov, Liquore all'Uovo
dal sito Cibo 360.it

Ingredienti per una bottiglia da 0,750 lt.
300 ml latte intero
100 tuorli d'uovo
100 ml marsala
100 ml alcol buongusto 95%
400 gr zucchero semolato
qualche seme di bacca di vaniglia

Preparazione
In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero aiutandosi con le fruste, fino a che il composto non assuma una consistenza cremosa, poi aggiungere i semi di vaniglia. Sempre continuando a mescolare aggiungere anche l'alcol puro e il vino liquoroso e infine il latte. Cuocere il composto nella stessa ciotola a bagnomaria per almeno 10 minuti, senza alzare troppo la fiamma, l'acqua non deve bollire, deve solo "tremare", altrimenti si rischia di cuocere le uova. Aspettare che il liquore si raffreddi e imbottigliarlo in una bottiglia di vetro scuro da 0,750 lt.  Conservare in luogo fresco e asciutto, anche in frigorifero va bene, e agitarlo sempre prima di berlo.

Fonte Pinterest
 
 
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione  delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

9 commenti:

  1. questo tira su davvero ! Buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. una ricetta sfiziosissima per tirarci su ;)

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto questa versione al caffè... da rifare, grazie!!!

    RispondiElimina
  4. Vim para conhecer, e gostei muito de tudo! Vou seguir para não perder de vista!
    Beijo.
    Nita

    RispondiElimina
  5. Una bella botta di vita!!
    Da tenere in considerazione per i momenti down e non solo!!

    RispondiElimina
  6. Wow, è golosissimo! Un bacio

    RispondiElimina
  7. anche io ho il bimby, lo farò quanto prima. Grazie per la ricetta, buona domenica.

    RispondiElimina
  8. Che carino questo dessert! E poi... io sono una caffeinomane, non potrei mai rifiutarlo! :)
    A presto! ^_^

    RispondiElimina
  9. ce lo faceva simile mia madre da ragazzini!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)