mercoledì 5 settembre 2018

Brioches allo Yogurt

Brioches allo Yogurt

Ogni giorno con le nostre parole comunichiamo vibrazioni forti
che cambiano le energie attorno a noi e alle persone cui sono indirizzate.
(Gehring Slavy)

Uscire di casa con la maglietta o la camicia al contrario è ormai per me normale amministrazione a cui ormai nessuno fa più caso.
Ma quando esco di casa profumata di Oust 3+1 antibatterico che mi sono spruzzata in dose equina al posto del mio solito deodorante, esattamente che problema posso avere? E di che gravità?
#maiunagioia

Soffici come una piuma, delicatissime e profumate, una coccola sublime per iniziare la giornata. Talmente belle a vedersi che mia madre, incredula del fatto che le abbia fatte io, le tiene surgelate nel freezer, come una santa reliquia, perché le spiace mangiarle.
No comment... ... ...
#maiunagioia alla seconda.

Forse non tutti sanno che… brioches
Se vi chiedessero chi ha inventato la prima brioche, sicuramente avreste immaginato un creativo fornaio-pasticciere parigino; ma come avete già intuito dal titolo di questo articolo, la brioche non ha paternità francese.
La brioche é originaria di Vienna. Non a caso, in Francia le produzioni di dolci da forno simili alla panificazione vengono chiamati Viennoserie, per il fatto che questi dolci semplici e privi di creme vennero importati dall’Austria agli inizi del XIX secolo. tratto da Golosometro

Brioches allo Yogurt

Ingredienti per circa 15/18 pezzi
300 gr farina 00
200 gr farina Manitoba
1 uovo
35 gr lievito madre essiccato in polvere
120 gr zucchero
150 gr yogurt bianco
80 ml latte a temperatura ambiente
60 ml olio di semi di girasole
1 bustina vanillina

Per spennellare
1 tuorlo d’uovo battuto con un cucchiaio di latte
Granella di zucchero

Preparazione
Se impasti con la macchina del pane: metti nel cestello prima gli ingredienti liquidi e poi quelli secchi. Avvia il programma impasto + lievitazione (il mio dura 1.20h) e fai proseguire la lievitazione, senza aprire mai il coperchio, per un’altra ora (o sino al raddoppio).
Se impasti a mano: in una ciotola mescola le due farine con il lievito madre in polvere. In un’altra ampia ciotola versa il latte, lo yogurt, l’olio, l’uovo, lo zucchero, la vanillina e mescola bene il tutto. Aggiungi, poco alla volta, la farina al composto e quando l’impasto inizia a diventare consistente, continua a lavorarlo su una spianatoia, incorporando mano a mano tutta la farina, fino a raggiungere una consistenza elastica, liscia, omogenea che non ti si attacca più né alle mani, né sulla spianatoia. Metti l’impasto in una ciotola leggermente infarinata, fai sulla sommità un incisione a croce, copri con un canovaccio o con della pellicola e lascia lievitare, in luogo tiepido, per circa due ore o sino al raddoppio.

Riprendi poi l’impasto, rovescialo sulla spianatoia leggermente infarinata, lavoralo brevemente dopodiché dividilo in pezzi di circa 50/60 gr l’uno e dai la forma che preferisci.
Disponi le brioches su una teglia foderata di carta forno e lasciale lievitare per altri 60 minuti in luogo tiepido (io ho messo in forno con la luce accesa).
Trascorso questo tempo leva le treccine dal forno e accendilo a 180°.
Prima di infornare, spennellale con il tuorlo sbattuto con un cucchiaio di latte e cospargile con granella di zucchero.
Inforna, a forno caldo, per circa 20 minuti o sino a doratura delle brioches.

Note
Una volta cotte e raffreddate le ho surgelate, avvolte a una a una nella pellicola. All’occorrenza, si scongelano in una manciata di secondi nel microonde e gustate tiepide sembrano appena sfornate.


NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi, in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta 
perché protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

19 commenti:

  1. Magnifiche queste brioche 😍😍🤗

    RispondiElimina
  2. Sono assolutamente perfette, Laura. Non so quanto la tua mamma resisterà a tenerle in freezer. Credo non molto :)
    A casa mia, dovrei blindare la porta della cucina :D,
    Baci!!!
    MG

    RispondiElimina
  3. Hanno un aspetto magnifico, molto invitante, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  4. Davvero soffici e perfette :)
    No, io in freezer non riuscirei a metterle ;)
    Complimenti!

    RispondiElimina
  5. I tuoi post sono sempre divertenti e le ricette magnifiche, queste brioches sono davvero invitanti. Complimenti. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Le brioches sono una coccola vera: magnifiche le tue...anche io ne ho appena sfornate infatti sono tutti qui in cucina...chissà perchè?! un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. una meraviglia, vorrei proporle ai miei ospiti !Un bacione

    RispondiElimina
  8. Ma che capolavoro queste brioches, sono bellissime! Proverò certamente la tua ricetta con il mio fido lievito madre, mi piacciono troppo! Ciao ciao.

    RispondiElimina
  9. peccato non poterla assaggiare,che bonta'!!
    E sempre un piacere leggerti!!
    un bacio

    RispondiElimina
  10. mamma mia cosa devono essere queste brioches. Sembrano delle nuvole. Stupendo anche il colore, a me vengono sempre sbiadite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solitamente spennello con il latte, questa volta però ho preferito utilizzare un tuorlo d'uovo.

      Elimina
  11. ahahah..sei troppo simpatica :-P cmq meglio profumo di oust che di sudore :-P
    Le tue brioches sono uno sballo e qui il profumo non mente ^_*

    RispondiElimina
  12. Oh ma che belle! E' l'ora della merenda e ne mangerei una, anche due! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Veramente bellissime, mi verrebbe voglia di addentarne una :D

    RispondiElimina
  14. Vedo che queste tue brioches non hanno catturato solo me, leggo un plebiscito di complimenti,a cui aggiungo anche il mio,brava,felice weekend carissima

    RispondiElimina
  15. Sono molto invitanti.
    CoMe posso sostituire i 35 grammi di lievito secco con licoli?
    grazie Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elena, personalmente non saprei dirti perchè non ho mai usato il licoli. Guarda però su questo sito, http://www.lievitonaturale.org/conversione_licoli_pasta_madre.php spero possa esserti di aiuto. Buona giornata

      Elimina
  16. Non preoccuparti Laura, qui capita anche di peggio!!! Consoliamoci con queste deliziose brioches, bacioni :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)