mercoledì 19 settembre 2018

Strudel Salato con Praga, Emmenthal e Zucchine Grigliate

Strudel Salato con Praga, Emmenthal e Zucchine Grigliate

Il primo assaggio è come il primo bacio.
C’è desiderio, attesa, emozione.
Sensazioni che non saranno mai più le stesse.
Perché il primo bacio è… unico, irripetibile.
(E.Flumeri, G.Giacometti – I Love Capri)

Telefonata da Milano
Junio: "Papà ti devo fare una domanda"
De Win: "Dimmi"
Junio: "Ieri ho tenuto la sigaretta ad un amico"
De Win: "Per cui?"
Junio: "Non l'ho fumata!!!! Mi ha chiesto per piacere di tenergliela un attimo perché era impegnato intorno alla sua bici e io l'ho tenuta tra le due dita per una manciata di secondi"
De Win: "Ok, hai fatto un favore a un amico. Il problema dove sta?"
Junio: "Appena ho potuto mi sono lavato subito le mani ma non vorrei aver preso la mononucleosi per averla tenuta in mano, sai mi sento tutti i sintomi come la grande stanchezz... …"
De Win: … … CLIK… … …
#maiunagioia

Secondo voi cosa non dovrebbe mai mancare a una ricca raccolta di ricette di antipasti? Premetto che io adoro gli antipasti e vivrei di sfiziosi antipasti, la mia risposta sarebbe senza dubbio qualche sfiziosa torta rustica oppure una varietà di strudel salati che sono due preparazioni sempre stuzzicanti, che suscitano l’interesse goloso degli ospiti e permettono di giocare con sapori, consistenze, profumi e fantasia di chi li prepara. 
Lo strudel salato proposto oggi è decisamente saporito, e l’aggiunta delle zucchine grigliate dona una piacevole nota “delicata” quasi a smorzare un po’ l’irruenza di un insieme di sapori ricchi.
Un’ottima proposta non solo come antipasto ma anche per un lunch veloce ma senza nulla togliere al gusto.
Io ho usato la sfoglia pronta di cui, come sapete, un paio di rotoli non mancano mai nel mio frigorifero, ma se avete tempo e voglia e volete divertirvi un po’ con la vostra impastatrice potete preparare la pasta sfoglia in casa. In questo mio post trovate la ricetta di una versione “veloce”.

Forse non tutti sanno che… Prosciutto di Praga
Nato a Praga più di 150 anni fa da un'antica tradizione austroungarica, il Prosciutto di Praga della capitale ceca conserva, oramai ad oggi, soltanto il nome.
Nella città boema e nella regione di origine, infatti, non è sempre semplice trovare questa varietà di prosciutto che si è, invece, trasformata in una vera e propria specialità della tradizione triestina. Nella provincia del capoluogo friulano i salumieri artigiani hanno mantenuto inalterate nel tempo le metodiche di preparazione seguendo regole omogenee che oggi permettono di identificare e differenziare questo prodotto rispetto a tutti gli altri prosciutti.
Una volta scelti i pezzi migliori da utilizzare, le carni vengono “siringate” con la salamoia addizionata di aromi naturali e, successivamente, affumicate a caldo con trucioli di abete. Mantenendo l'osso, si procede alla cottura dei prosciutti all'interno di apposite caldaie e alla loro distribuzione, ancora caldi, ai rivenditori.
Questa varietà di prosciutto cotto è completamente diversa da quelle più comunemente conosciute. Già osservandone l'aspetto esteriore ci si rende conto che si tratta di un prodotto del tutto differente. Infatti, contrariamente a quanto normalmente avviene per la maggior parte dei prosciutti cotti, quello di Praga mantiene l'osso e non viene, dunque, trattato in modo che assuma la consueta forma tondeggiante che caratterizza i prodotti dello stesso tipo. La cotenna si distingue per la doratura conferitale dall'affumicatura, mentre la carne è gradevolmente rosata ed ha una consistenza morbida e compatta estremamente piacevole al palato che ne assapora il gusto delicato dal lieve sentore affumicato. Nelle salumerie viene mantenuto intero posizionato sul morsetto e tagliato a mano con il coltello solo al momento dell'acquisto da parte dei clienti.
Consumato durante tutto l'anno, il Prosciutto di Praga ricopre, però, un ruolo di rilevanza durante le feste pasquali, quando viene servito assieme alla Pinza durante i pasti tradizionali.
Acquistato ancora tiepido e appena tagliato, rappresenta un ottimo spuntino o antipasto quando viene accompagnato con pane nero, senape e abbondante radice di rafano grattugiata.
A dimostrazione di come la città di Trieste sia ormai la vera “capitale” di questa prelibatezza, il Prosciutto di Praga è stato inserito nell'elenco nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali. fonte Turismo.it

Strudel Salato con Praga, Emmenthal e Zucchine Grigliate

Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia
1 zucchina
80 gr di prosciutto di Praga affettato
60 gr di formaggio Emmenthal
2 cucchiai di petali di parmigiano
Mezzo cucchiaino scarso di prezzemolo tritato
Un piccolo pezzettino di spicchio d’aglio tritato finemente
Sale & Pepe nero
Olio extravergine d’oliva

Inoltre
Latte per spennellare
Semi di sesamo

Preparazione
Preriscalda il forno a 190°.
Spunta la zucchina, lavala, asciugala e con l’aiuto di una mandolina taglia a fette per il lato lungo dello spessore di circa 2/3 mm. Riscalda molto bene una griglia e fai grigliare le fette di zucchina da ambo i lati. Mettile in un piatto e condiscile con un filo d’olio, sale, pepe, prezzemolo e aglio.
Taglia a fettine di mezzo cm il formaggio.
Srotola la pasta sfoglia, disponi le fette di Praga, poi le zucchine grigliate, le fette di Emmenthal e termina con i petali di grana.
Arrotola lo strudel avendo cura di sigillare bene i bordi
Spennellalo con il latte e cospargi la superficie di semi di sesamo.
Inforna per circa 25 minuti (o sino a doratura della superficie)
Servi tiepido.


NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi, in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perché protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.  Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

12 commenti:

  1. CHE COSA VEDONO I MIEI OCCHI... delizioso e golosissimo questo ripieno! A presto LA

    RispondiElimina
  2. Non riesco a resistere ad uno strudel che sia dolce o salato.
    Ho già gli occhi a cuoricino ^_^
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. troppo gustoso questo ripieno per poter resistere. un bacione

    RispondiElimina
  4. Che forti questi vostri scorci di vita quotidiana, sono simpaticissimi!!! E che buono e bello questo strudel in versione salata, è troppo invitante!

    RispondiElimina
  5. Adoro gli strudel salati, che ghiottoneria di sapori!!!!!

    RispondiElimina
  6. Io non resisterei mai a uno strudel così. Davvero molto invitante. Mi diverto sempre a leggere delle tue avventure quotidiane. Baci

    RispondiElimina
  7. meglio avere il dubbio che non averlo e fare le cose alla carlona! Io lo amo!!!! <3
    Venendo invece al tuo strudel: amo anche quello :D io come te vado matta per gli antipasti e qst è sfiziosissimo!!!

    RispondiElimina
  8. Golosissimo questo strudel: piacciono tanto anche a me, sono veloci e versatili...il tuo è proprio da provare: deve essere una bontà! un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  9. veramente favoloso, e visto che è quasi ora di pranzo che ne dici di mandarmene una bella fetta? Un bacione buon we ;)

    RispondiElimina
  10. Io sono golosa e adoro le torte salate. Se poi metti che mi piacciono sia le zucchine che il prosciutto di praga ... figuriamoci! Voi mi fate morire con le vostre scenette di quotidianità ahahahah

    RispondiElimina
  11. che buono!! è perfetto anche come pranzo al sacco! *_*

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)