martedì 28 maggio 2019

Biscottini al Limone

Biscottini al Limone

… qualche riga su cui riflettere…
“Ci sono individui composti unicamente di facciata,
come case non finite per mancanza di quattrini.
Hanno l’ingresso degno d’un gran palazzo,
ma le stanze interne paragonabili a squallide capanne”
(B. Gracián)

Telefonata di mia madre: "Oggi ho fatto la tua ciambella allo yogurt da portare a pranzo dallo zio ma è rimasta "gnucca". Non è proprio lievitata!"
Io: "Che stampo hai usato, di che diametro?"
Lei: "Uno stampo da ciambella da 20/30 cm"
Io: "20 o 30 le cose cambiano. La ricetta era per uno stampo da 24 cm come ti avevo raccomandato"
Lei: "Allora facciamo 24/25. Però resta il fatto che non è lievitata!"
Io: "Il forno era a 180°?"
Lui: "Sì ma siccome ho pensato che fosse troppo caldo prima di infornare l'ho CHIUSA BENE con la carta stagnola!"
Io: "@@@###!!!@@@°°°§§§§§!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E' ovvio che se la chiudi con la stagnola sta poraccia come fa a lievitare?! Ma l'hanno mangiata ugualmente?"
Lei: "Certo! Però ho dovuto levare anche tutta la crosta superiore"
Io: "?????"
Lei: "Perché tuo zio si lamentava che era salata. Tu dicevi una volta fredda di cospargerla di zucchero a velo. Ho preso lo spargitore e così ho fatto. Però lo spargitore dello zucchero a velo era stato riempito con il sale… … … io non so come è potuto succedere… … …"
Così giusto per dirla tutta: lo zio a cui ha portato la malefica ciambella, negli anni 70/80 era il direttore di tutta la ristorazione del Motta Duomo.
#maiunagioia

“Finalmente dei biscotti che non sanno di Last al limone !” Così se ne è uscito l’inossidabile De Win dopo avere assaggiato questi dolcini (sì lo so che ogni volta che scrivo dolcini qualche gastrofighetta ha una crisi di colite). La ricetta l’ho presa dall’Enciclopedia della Cucina Italiana volume 13 dedicato alla Piccola Pasticceria ma come sempre accade l’ho modificata secondo i gusti di casa. Tra cui l’aggiunta di un pizzico di rosmarino che, secondo me, con il limone ci sta da dio.
Questi biscottini al limone sono di una delicatezza infinita. Friabili, burrosi, impalpabili, profumati di limone con un leggerissimo sentore di rosmarino, deliziosi come coccola per accompagnare il tè del pomeriggio magari sfogliando qualche pagina di un buon romanzo.

Forse non tutti sanno che… limone
I romani, che già conoscevano i limoni (come dimostrano alcuni affreschi ritrovati a Pompei), li consideravano “un bene di lusso”. Le origini del limone sono incerte, ma si ipotizza che i primi alberi siano stati coltivati in estremo Oriente, e che la loro diffusione nel Mediterraneo come prodotto alimentare risalga ad epoche più moderne. Solo nel X secolo in Italia si cominciò a coltivare limoni: alla Sicilia è legata la prima coltivazione europea. Risale a pochissimi anni fa, invece, l’eccezionale ritrovamento del limone più antico nel Mediterraneo (del 14 d.C.) in uno scavo del foro romano, che ha riportato alla luce il Carcere Mamertino, leggendaria prigione di Ponzio e degli apostoli Pietro e Paolo secondo l’agiografia cristiana. tratto da Fruttattiva

Biscottini al Limone

Ingredienti per due teglie di biscotti
220 g di farina 00
1 cucchiaio di farina di mais
90 g di burro morbido
80 g di zucchero
1 uovo
La scorza grattugiata finissima di un limone
2 cucchiai di succo di limone
1 bustina di vanillina
La punta di un cucchiaino di rosmarino fresco tritato finissimo
Un pizzico di sale
Mezzo cucchiaino scarso di lievito per dolci

Per la glassa
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone
Acqua a temperatura ambiente

Preparazione
In una terrina monta il burro con lo zucchero sino a farlo diventare gonfio e spumoso.
Poi, continuando a montare, aggiungi il succo, la scorza del limone, l’uovo, la vanillina, il pizzico di sale e il rosmarino.
Setaccia insieme le due farine con il lievito e unisci poco alla volta all’impasto.
Continua a lavorare brevemente l’impasto sulla spianatoia (dovrà essere morbido ma nel contempo abbastanza sodo per essere modellato) e forma due cilindri di 5 cm di diametro.
Avvolgili nella pellicola e mettili in frigorifero per circa un’ora.
Preriscalda il forno a 170° e fodera due teglie con carta forno.
Riprendi i cilindri e tagliali a fette dello spessore di 3 mm.
Disponi le fette sulle teglie e cuoci per 10 minuti (non di più perché non devono dorare!)
Togli la teglia dal forno e aspetta qualche minuto prima di rimuovere i biscotti perché sono molto friabili.
Intanto prepara la glassa: in una ciotola mescola lo zucchero a velo con 1 cucchiaino di succo di limone e tanta acqua (aggiungine un paio di gocce alla volta) quanto basta per ottenere una glassa densa.
Quando i biscotti sono completamente freddi, aiutandoti con una siringa per dolci, decorali con la glassa e falla solidificare completamente prima di servirli o riporli in una scatola di latta dove si conservano (se ci arrivano) fragranti per 4/5 giorni.


MI TROVI ANCHE QUI


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

19 commenti:

  1. adoro biscottis, delizioso, un abbraccio cara

    RispondiElimina
  2. sei/siete un fenomeno. mi rallegri sempre la serata. e mi fai pure venir voglia di biscotti, chè quando sento limone le antenne si drizzano il doppio, più che col cioccolato. me li salvo. un bacione

    RispondiElimina
  3. Vedo che anche la tua mamma è simpaticissima :))
    Adoro i biscottini al limone. Che buoni!!!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. Hanno un aspetto che par dire: mangiami!
    Io adoro il limone nei dolci, ma mio marito no ahimè, quindi debbo usarlo con parsimonia...
    Un abbraccio cara e buonissima giornata

    RispondiElimina
  5. ahahahah mi ha fatto troppo ridere la telefonata con tua madre!!! la torta gnucca!!! :-D complimenti per i biscottini devono essere deliziosi!

    RispondiElimina
  6. Posso immaginare il sapore della torta con il sale, ahahah.....belli e golosi i tuoi biscottini al limone! Buona giornata, baci!

    RispondiElimina
  7. Delle piccole tentazioni golose, molto invitanti!!!

    RispondiElimina
  8. Tuo zio avrebbe sicuramente gradito molto di più questi deliziosi "dolcini", anzichè la malefica ciambella salata.....
    Baci

    RispondiElimina
  9. Una famiglia troppo simpatica la tua..complimenti x questi profumosi biscottini
    Bacini

    RispondiElimina
  10. No vabbè mi sto pisciando sotto dalle risate :-) :-) tua mamma è una sagoma. Dovevi far portare questi biscottini tua mamma

    RispondiElimina
  11. ahahahah...tua mamma ricorda molto la mia! Vede una ricetta e poi fa di testa sua e magari si lamenta anche perchè non viene come dovrebbe! La prossima volta meglio se gliela porti già bell'e-fatta :-P
    Questi biscottini devono essere un sogno! Mi sa proprio che alla prossima che ho il forno caldo me li faccio :-)

    RispondiElimina
  12. Su "Last al limone" sono scoppiata a ridere, anche mio marito non ama i dolci al limone per questo motivo :D Devo fargli assaggiare i tuoi biscotti!

    RispondiElimina
  13. Povero zio :) . In compenso i tuoi biscotti sono venuti proprio bene invece.

    RispondiElimina
  14. Deliziosi i tuoi biscotti. Buona serata

    RispondiElimina
  15. deliziosi questi biscottini, la ricetta è da salvare ! Buon we, un bacione

    RispondiElimina
  16. Una vera delizia al limone!!!!! Un bacio e buon week-end! :-*

    RispondiElimina
  17. Chiamali dolcini, chiamali come vuoi: sono una delizia. L'importante è che le ricette siano golose come tutto (e dico tutto) quello che proponi...da sempre sono una vera fan del tuo blog, un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Che golosi i tuoi biscottini e molto interessante l'aggiunta di rosmarino!!
    Buon weekend!!

    RispondiElimina
  19. Ma sai che sono carinissimi questi biscotti!!!!! E indubbiamente anche molti deliziosi!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati dal mio blog :)