mercoledì 25 maggio 2016

Olive Verdi al Martini e Succo d'Arancia

12 commenti:
Olive Verdi al Martini e Succo d'Arancia

Adoro le olive, ma non posso tenerle in casa perché le finirei seduta stante, sono praticamente “drogata” di olive, tutte, indipendentemente dal tipo e dal condimento. Però, quando devo preparare un aperitivo per gli amici o un buffet di antipasti, le olive al martini non mancano mai! Si preparano molto velocemente, con pochissimi ingredienti, e altrettanto velocemente spariscono perché creano dipendenza!
La ricetta originale la trovate qui ed è tratta da Il Grande libro degli Antipasti edito da Konemann, io ho modificato la ricetta secondo i gusti di casa.

lunedì 23 maggio 2016

Torta di Riso Integrale al Cacao

16 commenti:

Da buona milanese adoro il riso in tutte le sue varianti, in particolare i dolci con il riso sono tra i miei preferiti, hanno quel non so che di sapori buoni e semplici di una volta. Così dovendo pensare a un dolce da portare domenica per pic-nic sul prato, mi è venuta in mente la Torta di riso dell’Artusi. Però ho voluto renderla più golosa arricchendola con del cacao, con delle gocce di cioccolato e profumandola con del liquore all’albicocca che arriva dritto dritto dal mio Tirolo. Vi consiglio di consumare questa torta il giorno seguente alla sua preparazione perchè è ancora più buona!
La ricetta non doveva, come molte altre, finire sul blog ma siccome è venuto un dolce veramente buono, sarebbe stato un peccato non condividerlo con voi. Pertanto ho fatto una foto al volo (di quelle che escono da cani, per capirci) e voilà… il post è fatto.

venerdì 20 maggio 2016

Muffins all’Acqua di Fiori d’Arancio

17 commenti:
Muffins all’Acqua di Fiori d’Arancio

Mi era avanzata dell’acqua di Fiori d’Arancio dalla preparazione delle pastiere napoletane, non sapevo come utilizzarla poi mi è venuta l’idea di farci dei delicati muffins per la prima colazione o la merenda pomeridiana. Tanto ormai lo sapete adoro i muffins e mi piace di volta in volta giocare con nuovi sapori e consistenze. Questi sono particolarmente soffici e profumati, profumati di pastiera come ha detto Junio.

mercoledì 18 maggio 2016

Bico

16 commenti:
Bico

Il bico è una sorta di schiacciata fatta con farina, acqua, lievito, olio, un pizzico di sale e cotta nel forno a legna. E’ una antica ricetta toscana, un pane tipico di Piazze, piccola frazione di Cetona in provincia di Siena. Si tratta di un pane povero, di origine antichissima, nato da un impasto di acqua e farina che veniva poi messo a cuocere sotto la cenere. È una via di mezzo tra la torta al testo umbra e la piadina romagnola e questo potrebbe spiegarsi considerando che per Piazze passava una delle bretelle che collegavano la strada dell’Alpe di Serre alla via Francigena attraverso l’Umbria, pertanto i molti passaggi di viandanti permettevano di venire in contatto con usi e costumi forestieri.
Mano a mano che la dispensa si arricchisce di nuovi prodotti anche il bico diventa più ricco, all’impasto base di acqua e farina si aggiungono il lievito madre o un pizzico di bicarbonato o qualche scheggia di lievito di birra, l’olio extravergine d’oliva e il sale. Nelle epoche passate veniva consumato così come pane o al massimo accompagnato da quello che la terra e l’orto regalavano in base alla stagionalità e alla fantasia della massaia di una volta che riusciva a creare con il poco a sua disposizione delle pietanze molto gustose. Ma quello che rende il bico delizioso è proprio il prestarsi ad essere farcito, e oggi che c’è ampia possibilità di scelta le farciture sono diventare ricche spaziando dai salumi ai formaggi del territorio per lasciare comunque ampio margine alla creatività e alla fantasia della cuoca nelle infinite varianti sia salate che dolci. (di L.De Vincentis per Siena Free.it)

La caratteristica sagra del Bico di Piazze (Siena)

martedì 17 maggio 2016

S. Cresima di Junio

1 commento:
Scusate la mia azzenza dal mio e dai vostri blog ma... un avvenimento molto importante ha impegnato e sta tutt'ora impegnando le mie giornate: la S.Cresima di Junio avvenuta Domenica 15 Maggio.

Tornerò a breve con nuove ricette, intanto voglio condividere con voi la bellissima dedica scritta per Junio dal suo padrino, il suo adorato Maestro Edoardo 

"Ora che nel libro della tua vita c'è anche il mio nome, ora che il seme piantato da Cristo fin dall'Eternità ha dato il frutto della nostra amicizia, in questo giorno in cui ricevi lo Spirito di Dio, come nuovo fratello ti stringo a me con un consiglio "in ogni cosa che farai, nella tua vita, in ogni circostanza, in ogni decisione, invoca lo Spirito perchè guidi i tuoi passi e fermati ad ascoltare la voce del vento"


(in foto Junio, con il suo padrino Edoardo, subito dopo aver ricevuto il sacro Crisma)