mercoledì 22 ottobre 2008

La Cecina



Questo è un periodo un poco turbolento e pertanto non riesco ad aggiornare il mio blog purtroppo a venirvi a trovare sui vostri fantastici blog. E' che entro il 28 di questo mese devo finire il libro fotografico sulla Toscana che sto scrivendo a "quattro mani" con Marco: io metto le foto, lui i testi. Inoltre in questo periodo il lavoro di Marco ci porta "felicemente" e settimanalmente su e giù per l'Italia; siamo appunto appena tornati dal festival Verdi di Parma dove la Banda Musicale dell'Aeronautica Militare ha riscosso un grandissimo favore del pubblico con un applauso durato ben oltre i 5 minuti!!! L'anno scorso fu la Banda migliore tra quelle che parteciparono al Festival Verdiano e anche quest'anno l'ottimo risultato è stato "bissato" e superato alla grande. Ma di questo delizioso viaggetto parmense vi parlerò in un post dedicato. 

In tutto il caos di queste ultime due settimane sono anche riuscita a realizzare qualche ricettina garbina per lo più "rubata" ai vostri blog, ma non ho ancora trovato tempo di scaricare la digitale. Però una ricetta di una merenda fatta qualche settimana fa (grazie a Mammadeglialieni che mi ha fatto "ricordare" che era giunta l'ora anche a casa nostra di rifare la Cecina) ve la voglio lasciare. Si tratta appunto della Cecina, un piatto povero della Cucina Toscana che a me garba proprio tanto, un piatto che porta con il gusto, il tepore ed i colori delle splendide giornate d'autunno. Ottima come merenda, come antipasto ma anche come pranzo o cena "veloce e golosa" magari servita con salumi e/o formaggio molle

Cecina
Ricetta povera della cucina Toscana
dal libro “Cucina Toscana sapori, antichi essenziali di nobili e contadini”

Ingredienti
250 di farina di ceci
1 litro d’acqua
mezzo bicchiere d’olio evo
sale
pepe nero

Preparazione
Diluire la farina di ceci e l’acqua, lasciandola adagiare sul fondo e poi mescolandola con un cucchiaio di legno. Aggiungere l’olio evo e un pizzico di sale. Far riposare tre ore. Versare il composto in una teglia dai bordi bassi unta d’olio evo (io ho usato una teglia tonda da pizza/crostata di 24 cm di diametro). Lo spessore della cecina non deve superare il 1/2 cm
Preriscaldare il forno a 250 ed infornare per 40 minuti circa sino a che non si formerà una crosticina dorata. Servire tagliata a pezzi cosparsa di pepe nero.

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perchè sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

39 commenti:

  1. che bella moi la chiamiamo soca, ma si fa uguale

    RispondiElimina
  2. è buonissima,non pensavo si facesse anche in toscana,sapevo della liguria con altro nome ,ma siamo li stessi ingredienti..... allora buon lavoro e buon galop ciao

    RispondiElimina
  3. Questo è un piatto che abbiamo tutte le intenzioni di provare appena ci saremmo rpocurate la farina di ceci..
    Un libro a 4 amni interessante..ma ci darai qualche anticipazione no?!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. buonissima!!!!
    mai preparata ma decisamente invitante ;)

    RispondiElimina
  5. non ho mai provato la farina di ceci...questa ricetta mi incuriosisce:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  6. Rosmarinooooo !!! :-D
    Buonaaaa: a Sassari ne mangiai chili !!!! (influenze genovesi :-D)

    Bravo Marco :-D Peccato che non suoni il trombone perchè mi sarebbe piaciuto dire a MJ "mi saluti quel trombone di suo padre" hahahahahahahaha

    Dai con il libro che la rece è prontaaaaaa :-))))) (adesso dovreste avere dei colori strepitosi: la settimana scorsa la campagna iniziava ad avere i colori autunnali).
    Un bacione a tutti.
    Jacopo

    RispondiElimina
  7. Laura, la cecina è una di quelle cose che ritornano ciclicamente nelle discussioni culinarie e che io (vergogna su di me) non ho mai assaggiato.
    Perciò grazie: magari stavolta ci provo!

    RispondiElimina
  8. MMMMM! io adoro la cecina, mi piace un sacco, riesco a mangiarla perfino a colazione!!!! Bellissima foto e fantastica ricetta. Grazie mille, l'ho già copiata! Buona giornata...

    RispondiElimina
  9. che buona Laura....devo ricordarmi di prepararla...magari con delle belle cipolle rosse di contorno....buona corsissima! ;)

    RispondiElimina
  10. Bellissima...ho giusto della farina di ceci in dispensa che supplica di essere utilizzata!
    Un bacio e in bocca al lupo per il libro
    Fra

    RispondiElimina
  11. ecco questo è il bello della bloggosfera..tu entri in cucina dalle tue amiche ed impari una cosa nuova!
    grazie laura!!!
    in bocca al lupo per il libro!
    avanti tuttta!!!
    bacioniiii
    ps. non ti preoccupare per noi..ti aspettetiamo!! siamo tutti presi fare raccolte a tema......ci sono per tutti gusti!
    troppo bello, troppo divertente!
    quando avrai tempo ti racconto tutto!!

    ribaccioniii

    RispondiElimina
  12. dev'essere buonissima questa ricetta almeno a giudicare dagli ingredienti anche se non l'ho mai assaggiata!!! approfitterò per provarla!

    RispondiElimina
  13. bravissima lauraaa!!! mi raccomando, fai tutto per benino, eh?
    un grosso abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Ieri al supermercato ho trovato farina di castagne e di ceci.. le ho comprate entrambe, sai tipo raptus... ora so come utilizzare... almeno una delle due! Grazie, è davvero bella!

    RispondiElimina
  15. Laura, ti ammiro molto. Sei bravissima!!!
    Questa cecina e' una favola!!!
    Buon week end, bacetti :-)

    RispondiElimina
  16. E pensare che ho appena buttato via mezzo pacchetto di farina di ceci quesi scaduto!! Potevo sfruttarla per questa deliziosa cecina!
    Un bacione e spero che presto sarai un po' più tranquilla, anche se ti devo fare i complimenti per il tuo impegno in queste cose!

    RispondiElimina
  17. Ewwiwa la cecina!! mamma com'è buonaaaaaaaa!!! da noi la si mette nella schiacciata ma io la peferisco mangiata così, nuda e cruda!!! ^__^

    RispondiElimina
  18. E' da tanto che non preparo la ceceina, ma mi piace moltissimo!
    Ciao e buona serata.

    RispondiElimina
  19. Ma che spettacolo!sembra proprio buona..Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  20. l'ho fatta sotto forma di farinata....buona! Ma dntro rimane un po' umida, vero?

    RispondiElimina
  21. Ciao, io sapevo che si chiamava farinata di ceci, cmq dev'essere ottima!

    RispondiElimina
  22. Gunther ma pensa mai sentito questo nome

    Marcella in Toscana è stata una "piacevole" scoperta io ero abituata a quella che si faceva dai miei nonni a Novi Ligure con il nome di Farinata

    Manu e Silvia provate e fatemi sapere. E' un libro fotografico in prevalenza sulla Val d'Orcia zona che io amo tantissimo

    Mirtilla hai ragione è golosissima

    Unika provala questo è periodo di farina di ceci

    Jajo ma veramente anche in Sardegna si trova ???? Ma che bello!!!
    Marco suona sempre degli strumenti assai ingombranti ... pensa che la macchina viene scelta in base alla capienza del portabagagli e per portare in giro il clarinetto contrabbasso ed il sax baritono serve ho il trolley o la custodia con le ruote!!!! Io invece non ho problemi di sorta ho solo le mie corde vocali da portarmi appresso :-) Pensa che oggi c'era la sagra della castagna dell'amiata a rocca d'orcia ma causa febbre di MJ l'abbiamo saltata a piè pari :-(

    Giovanna è di una semplicità veremante disarmante. Provala e fammi sapere se è stata gradita

    Isabel anche io la adoro e una taglia la faccio sparire in pochissimo tempo. Sarà che mia madre me la centellinava perchè diceva che faceva ingrassare !!!!

    Lo con delle cipolle rosse???? ma sai che non ho mai provato??? Mi intriga molto! Come le cucini le cipolle ????

    Fra anche la mia supplicava di levarla di mezzo poichè il pacchetto era stato aperto tempo fa

    Brii fortunatamente questa sera riesco ad avere un po di tempo da dedicare alla blogsfera :-) e verro a vedere il link che mi hai inviato via posta :-)

    Micaela provala e "sappimi" dire !!!

    Mammadeglialieni ma quante ideuzze mi dai con il tuo blog??????!!!! :-)

    Barbara anche io l'altro giorno ho fatto scorta di questi prodotti autunnali che mi garbano tanto. Con la Farina di Castagne poi ci puoi fare delle torte proprio garbine se non addirittura delle frittelle

    Marilena grazie !!! :-)

    Dolcetto peccato, avresti potuto provare a farla. Vero è che la farina di ceci non dura molto ma scade velocemente.

    Susina pensa che la cecina nella schiacciata non l'avevo mai sentita. vedi quante belle tradizioni che si scoprono nella blogsfera?????

    Maddea allora ti ho fatto venire voglia di rifarla ???

    Night yesss è veramente garbina!!! Buon w.e. (ormai passato) anche a te

    Manu buon fine settimana a te!!!

    Ciboluette penso sia la stessa cosa cecina e farinata. Cmq confermo dentro rimane umida altrimenti ... allappa e ti si forma una mappaza in bocca difficilmente deglutibile

    Pamy anche io conoscevo questo nome poi qui in Toscana ho scoperto, almeno in questa mia zona, essere la cecina.

    RispondiElimina
  23. CIAO E' TANTO KE NON TI VENGO A TROVARE, QUESTA CECINA LA DEVO PROPIO PROVARE ( ANCHE XKE' I CECI MI PIACCIONO MOLTO) DEVE ESSERE UNA SQUISITEZZA
    QUANDO HAI TEMPO FATTI UN GIRO DA ME HO CAMBIATO UN PO' DI COSE ANCHE SE MOLTE ANCORA NE DEVO CAMBIARE....... MA TERREI MOLTO AD UNA TUO GIUDIZIO

    RispondiElimina
  24. ti prego aiutami a trovare una ricettina facile facile, che richiede poco tempo, per preparare qualcosa di originale e simpatico, in tema con Halloween per il mio Kevin ...
    ti ringrazio sin da ora se riuscirai ad aiutarmi.
    a presto
    ^_____________^

    RispondiElimina
  25. devo assolutamente provarlo!!!
    un bacio!

    RispondiElimina
  26. MA MI SPIEGHI CHE FINE HAI FATTO??? DOBBIAMO CENARE INSIEME UNA SERA CAPITO??? FATTI SENTIRE FURBACCHIONA!!! ORA CHE HAI FATTO LA CECINA, TI INFORMO CHE SEI DIVENTATA TOSCANA DOC!!!! UN BACIOOOOOOOOOO

    RispondiElimina
  27. ciao passavo per un saluto

    RispondiElimina
  28. Che buono!! Mio nonno ne andava ghiotto... Ha un profumo... Ciaooo!!!

    RispondiElimina
  29. ciaoooo Laura!!!!!!
    che buona la tua cecina!!!!!!
    buona serataaaaaaaa e a prestooooooo!

    RispondiElimina
  30. una ricetta deliziosa, complimenti!
    in bocca al lupo per tutto, buon lavoro e buono studio!
    baci e abbracci, Babi :-)

    RispondiElimina
  31. Petunia anche per me è stato un periodo intenso ma verrò sicuramente a trovarti

    Pupottina domani ti mando qualche ricettina

    Panettona un bacio anche a te :-)

    Lale tesorissimo !!!! E' stato un periodo intenso !!! Tra qualche gg andremo a Ferrara ma al mio ritorno non mancherò di chiamarti !!!!

    Manu ma ciaoooo

    Ross che bello leggerti qui !!!!

    Dario ciaooo ti devo venire a trovare e vedere quali e quante delizie hai sfornato

    Babi grazie !!!! Un bacio

    RispondiElimina
  32. Lauretta! come ti capisco anch'io sono incasinata in questo periodo...comunque appena ho aperto il tuo blog...vedo quella foto....hehehe.....ho fotografato quella casa con la chiesina di fianco quest'estate quando sono venuta per un we dalle tue parti..... che posto meraviglioso e mi sono chiesta chi ci abitasse.... per quanto riguarda la cecina , dalle mie parti la chiamano "calda calda" ( c'hanno una fantasia qui!!!) heheheeh
    ti mando un bacetto
    Pippi

    RispondiElimina
  33. Ehiiiii, ma che fine facisti ?!? Ma che avete sigillato la cucina rossa ??? :-)
    Ah, dimenticato: oramai solo sagre e cantine.... hahahahahaha
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  34. Pippi sai che me lo sono sempre chiesta anche anche io????? Prima o poi farò la sfacciata e andrò a bussare alla loro porta ... eheheh
    Un Bacio

    Jajo ci sto ci sto ma in questo periodo è un bailame incredibile !!!!
    La cucina noooo non è sigillata produce produce anche se non a pieno regime :-)
    Bacio

    RispondiElimina
  35. :D questa ancora mi manca... DEVO farla!

    RispondiElimina
  36. Luvi provala e fammi sapere se ti garba :-)

    RispondiElimina

I commenti anonimi verranno automaticamente eliminati