sabato 7 novembre 2009

Arista al Latte nella Slow Cooker

Arista al Latte nella Slow Cooker

Quando ho acquistato la SC l'ho fatto proprio pensando alla cottura "perfetta" che si sarebbe potuta ottenere con stufati, spezzatini, arrosti e altre pezzature di carne che richiedono tempi di cottura prolungati a calore moderatissimo. Anche questa volta ho messo tutti gli ingredienti a freddo con il dubbio che l'arista potesse uscirmi "bollita", ma così non è stato, in cottura ha sviluppato infatti una bella crosticina dorata mentre l'interno si è mantenuto morbido, succulento e tenerissimo. Il sughetto si è rappreso quanto bastava per evitare di frullarlo, ma questo dipende dai gusti personali, a noi garba il sughetto denso.

Arista al Latte

Ingredienti
1 pezzo d'arista di circa 900g
300 g di latte
Mezzo bicchiere di Vin Santo
2 cipolle
2 patate medie
Noce Moscata
Sale q.b.

Preparazione
Strofinare l'arista con il sale. Tagliare a velo le cipolle. Tagliare a tocchetti le patate. Mettere nella pentola dello Slow Cooker due cucchiai d'olio, le cipolle, le patate, il latte, il Vin Santo, un pizzico di noce moscata e mescolare bene il tutto. Aggiungere il pezzo d'arista. Incoperchiare e impostare la funzione Slow per 6 ore. Al termine far raffreddare nello SC senza mai aprire il coperchio. Se siete in casa durante la cottura, ogni due ore girare la carne.




N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

17 commenti:

  1. adoro questo piatto!!!buon w.e.

    RispondiElimina
  2. La carne la mangio pochissimo a meno che non sia un buon arrosto....proprio come questo!

    RispondiElimina
  3. Ma Laura hai visto nel mio frigorifero? Oggi cucino l'arista ed allora la faccio così come la tua.
    buona domenica

    RispondiElimina
  4. mi piace una cifra preparato così!
    bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  5. mi fai venire una fame!!! allora questa SC è proprio un buon acquisto!!! complimenti per la scelta!
    a mio marito l'arista piace moltissimo, proverò a farla così anche senza la SC!
    buona domenica e ... buon appetito con i cannelloni!!!
    dida & family

    RispondiElimina
  6. Laura, questo piatto ha un aspetto fantastico...mannaggia, mi piacerebbe fare questo acquisto, ma in questo periodo mio marito proprio non ci sente...!!!
    Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  7. Non avevo mai sentito parlare di questa macchina. Ma esattamente quale è il suo reale funzionamento?
    Comunque a parte la macchina,questa arista mi intriga e la farò anche senza l'aggeggio... ma non si sa mai!

    RispondiElimina
  8. Ma dai...con il Vin Santo e le patate questa arista è davvero molto particolare!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. L'arista di maiale è buona!

    RispondiElimina
  10. anch'io la faccio così, è buonissima!!!

    RispondiElimina
  11. Ultimamente sto rivalutando la carne di maiale e questa arista con la sua salsina deve essere veramente deliziosa!
    Buona serata :)

    RispondiElimina
  12. Mangio poco la carne di maiale.. però.. cucinata così!!!! :-P gnam! ;-)) baci e buon lunedì!

    RispondiElimina
  13. Che buona l'arista di maiale...ogni tanto la facciamo anche noi!!

    ciao e Buona settimana!

    RispondiElimina
  14. NO, quoque tu Laura mihi! questa non la dovevi fare cosi'L'arista al latte e' stato l'incubo della mia giovinezza perchè mio padre la preparava sempre così...tu che sei così attenta e brava,piena di verve gastronomica...stò scherzando la tua E' CERTAMENTE MIGLIORE lo vedo! un

    ♥bacioni bacioni

    RispondiElimina
  15. @ Manu grazie!

    @ Ilcucchiaiodoro un buon arrosto è sempre un buon arrosto ;-)

    @ Germana allora come ti è venuta l’arista?

    @ Federica grazie!

    @ Dida anche senza SL sono scura ti verrà benissimo!

    @ Simo io me lo sono fatta prendere come regalo di Natale anticipato

    @ Fantasie è una pentola elettrica che cuoce a bassa temperatura per tempi prolungati e questo mantiene inalterate le caratteristiche organolettiche dei piatti. Inoltre ti permette di cuocere piatti che richiedono tempi lunghi di cottura senza la necessità di fare la spola tra i fornelli a rimescolare, girare, controllare la fiamma ecc ecc.

    @ Manu e Silvia io il Vin Santo l’ho sostituito al vino bianco secco poiché lascia i piatti più morbidi come gusto.

    @ Nuvoletta grazie!

    @ Micaela grazie!

    @ Eli anche noi ultimamente l’abbiamo rivalutata tanto

    @ Claudia grazie! Buon lunedì anche a te!

    @ Morena noi ultimamente la si fa spesso.

    @ Chicca per me l’incubo è stato il pollo… ogni santa domenica quel pollo molliccio lessato che mia madre spacciava per pollo arrosto…. Tremendo!!! Ecco perché adoro il pollo scrochiarello della rosticceria!

    RispondiElimina
  16. Come posso sostituire il vin santo?

    RispondiElimina
  17. Come posso sostituire il vin santo?

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)