mercoledì 23 marzo 2016

Casatiello

Casatiello

Solitamente a Pasqua “rinasce” l’appettito. Si arriva “affamati” dal digiuno della quaresima già pregustando una tavola pasquale riccamente imbandita, per non parlare del sostanzioso pranzo al sacco di pasquetta con la gita fuori porta. Il pranzo di pasqua avviene sempre secondo la tradizione e uno dei piatti tradizionali della pasqua campana è rappresentato proprio dal casatiello. Il casatiello è una torta salata pasquale a base di pasta di pane, arricchita da salumi e formaggi. Sapete da dove deriva il termine casatiello? Deriva da "caso" che in dialetto napoletano vuole dire formaggio e infatti proprio il formaggio ben saporito come il pecorino è il protagonista indiscusso di questa torta salata. Non esiste "IL" casatiello ma ne esistono un’infinità di varianti che cambiano da zona a zona e da famiglia a famiglia specie per quanto riguarda il ripieno. Ottimo gustato sia caldo che freddo, la tradizione vuole che lo si impasti il venerdì santo, lo si faccia lievitare tutta la notte e il sabato venga cotto (meglio sarebbe nel forno a legna) per gustarlo la mattina di Pasqua e a Pasquetta.



QUI trovate tutte le torte salate dell'Antro: strudel, plumcake, ciambelle, muffins, e tanto altro ancora che, tempo permettendo, potrebbero rivelarsi una pietanza sfiziosa per le vostre gite "fuori porta" di Pasquetta. 
Ricette di Pasqua e Pasquetta


Casatiello

Ingredienti per l'impasto x un ruoto da 24 cm di diametro
900 g di farina
280 ml di acqua tiepida
20 g lievito di birra
100 g di sugna (o strutto)
10 g sale marino iodato fino 
1 cucchiaino abbondante di pepe nero
40 g di pecorino romano grattuggiato


Ingredienti per il ripieno

300 g di formaggi (provolone piccante, caciotta stagionata, provola, pecorino) tagliati a cubetti

300 g di salumi (salame napoletano, pancetta, cicoli, grasso di prosciutto) tagliati a dadini

Per decorare

5 uova


Preparazione
Stemperare il lievito nell’acqua tiepida. Sulla spianatoia fare una fontana con la farina e mettere al centro  il lievito sciolto nell’acqua, la sugna, il sale, il pepe e il pecorino. Impastare per bene il tutto sino ad ottenere un impasto morbido, elastico e omogeneo. Continuare a impastare energicamente per una decina di minuti. Formare una palla, metterla in una terrina, coprirla con un canovaccio e metterla a lievitare per circa due ore in luogo caldo (deve raddoppiare di volume). Riprendere la pasta, sgonfiarla e lavorarla per qualche minuto. Mettere da parte un pezzetto di impasto per l’intreccio delle uova. Stendere il restante impasto e versarvi sopra tutto il ripieno. Impastare il tutto amalgamando bene i salumi e i formaggi nell'impasto. Con la sugna ungere per ben un ruoto con il buco centrale e adagiarvi il casatiello. Aggiungere le uova intere, crude (mi raccomando pulite bene il guscio) e coprire con due strisce sovrapposte di impasto a formare una croce. Fare lievitare in luogo caldo, coperto per circa 3 ore. Preriscaldare il forno a 170° e cuocere per almeno 1 ora e mezza o sino a completa doratura. Togliere dal tegame solo quando sarà ben freddo.


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

41 commenti:

  1. Troppo godurioso! Il prossimo anno mi autoinvito alla festa!

    RispondiElimina
  2. ooooh, ecco vedi, ho appena cenato e tu mi fai tornar la fame!!!! E mi associo al comitato anti uovo sodo, preferisco anche io questa versione piu' light!

    Buona serata!

    Albicocca

    RispondiElimina
  3. Ehi, ti è riuscito una meraviglia!! perfettamente soffice, ma fragrante e con un ripieno gustosissimo! piacerebbe moto provare a farlo anche a noi!!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Io da due anni faccio il "tortaniello" (infatti unisco le ricette del tortano e del casatiello :-D) e sparisce in un attimo :-D
    Comunque puoi anche prepararlo il giorno prima con calma, senza alzatacce, e poi bastano 5 minuti di forno... Ma l'hai lasciato raffreddare abbastanza nello stampo? Altrimenti rimane attaccato, come è successo a te :-(

    RispondiElimina
  5. eh beh, sì eh! questa è roba seria...che spettacolo!
    a presto,
    Alessandra

    RispondiElimina
  6. Siete sempre in movimento ed è bello che Junio ami viaggiare, tanti bimbi non li si riesce a fare allontanare da casa e dalla loro playstation, e una volta fuori si annoiano. Junio è un bimbo che ci sembra molto curioso, molto attivo, che bella cosa!
    Il tuo casatiello è davvero magnifico, non abbiamo idea di come sia ridotto quello che si è spatasciato, ma sicuramente è buonissimo anche quello!
    Ci piace un sacco questo genere di preparazione, solo che saremmo sempre a tagliarne fette, una dopo l'altra!
    Baci e buona settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. bhè direi che ti sei rifatta alla grande!
    mi associo al comitato anti uovo sodo, in una preparazione già così ricca, l'uovo sodo, secondo me, è quello che proprio da la mazzata finale! a casa nostra invece la tradizione vuole il casatiello semplice sale e pepe, lo posterò domani, il 'ripieno' lo mangiamo da parte, salame, ricotta salata e uova sode.
    un abbraccio circolare a tutta la famiglia, Trottola compresa!
    dida &co

    RispondiElimina
  8. :-o WOW! L'altro si sarà spatasciato ma questo è perfetto!!!! Bello, ricco, goloso, invitante...una favola :D! Complimenti, un bacione

    RispondiElimina
  9. Sai lauretta, questo l'ho sempre sentito nominare, ma ancora non l'ho mai fatto nè assaggiato...a pasquetta potrei anche farlo...vediamo! :-D
    bellissimoooo, intanto me ne passi un pezzetto??? :-P

    RispondiElimina
  10. laura il casatiello.....in questi giorni tra casatielli e pastiera a napoli si vivrà solo di questi profumi!!!perfetto laura è venuto na squisitezza!!!!!!Tesò che farina utilizzi tu??io di solito la 00 pero in panetteria mi hanno detto che loro per il casatiello usano la 0....bacioni imma

    RispondiElimina
  11. Ma quanta energia hai?!?! E che fior di buffet prepari per il tuo ometto! Mi stai dando un sacco di idee per le prossime feste! Un abbraccio e buona giornata!
    Lucia

    RispondiElimina
  12. buonissimo il casatiello, peccato una sola fetta abbia quasi l'apporto calorico del cenone di capodanno ;)

    RispondiElimina
  13. Laura, io non l'ho mai fatto però una mia amica me lo ha fatto assaggiare e mi piace moltissimo. Ti è venuto proprio bene e copio la ricetta ! bacio

    RispondiElimina
  14. Quanto mi piace....è divinooooooo e ti è venuto perfetto!!!

    RispondiElimina
  15. decisamente gustoso, mi viene proprio voglia di provarlo, ti è venuto benissimo!

    RispondiElimina
  16. Complimenti Laura, è meraviglioso e invitante!

    RispondiElimina
  17. ho sentito spesso parlare del casatiello ma non l'ho mai provato! mi intriga parecchio! un bacione.

    RispondiElimina
  18. Grazie per aver postato questa sublime ricetta. Clementina

    RispondiElimina
  19. bravissima come sempre...chissà che buono!!

    RispondiElimina
  20. Il famoso casatiello! io non l'ho ne assaggiato ne provato...ma mi ispira un sacco questa delizia partenopea!
    devo provarlo!
    il tuo è venuto na bellezz' ...;)

    RispondiElimina
  21. ottima per la pasquetta !

    RispondiElimina
  22. Bella questa ricetta! complimenti davvero!

    RispondiElimina
  23. Deve essere di un buono, ma di un buono ...

    RispondiElimina
  24. è da una vita che dico che devo provarlo questo casatiello! questa Pasqua lo faccio! anche a me le uova sode non mi fanno impazzire ma lo voglio provare nella sua versione classica!
    grazie per la ricetta! da Imma m'era sfuggita!!!

    RispondiElimina
  25. Buono questo casatiello, e che bella la festa per MJ.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Ottimo, ottimo, ottimo!!! Lo farò per Pasqua. Se vuoi sbirciare il mio blog http://atuttacucina.blogspot.com
    Sarei felice di aver qualche suggerimento. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  27. Beh, che dire... Imma è un mito, e tu hai eseguito la ricetta alla perfezione! Brave tutte e due!!

    RispondiElimina
  28. Bellissimo e hai ragione le ricete di Imma garantiscono il successo...ciao Luisa

    RispondiElimina
  29. Oh, ma che goduria.............anch'io sono stata in giro in questi giorni e più precisamente nella magnifica Firenze!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  30. @ Castagna e Albicocca grazie!

    @ Barbara grazie!

    @ Manuela e Silvia grazie!

    @ Jajo ma la ricetta di questo tortanello dove la trovo???? Sì Sì l’ho lasciato raffreddare per benino ma… lo stampo non ha collaborato…

    @ Alessandra grazie!

    @ Luca e Sabrina Già Junio è cresciuto molto più in giro per l’Italia e per teatri che non a casa sua… e prima o poi vi verremo a trovare!!! L’altro è spatasciato appunto ma decisamente buono… ce lo mangeremo a Pasqua e Pasquetta.

    @ Anna grazie!

    @ Dida io prima o poi il tuo lo devo assolutamente provare ;)

    @ Federica grazie!

    @ Ago allora per Pasquetta devi proprio provarlo!

    @ Imma io uso quella per pizze e focacce che prendo da Eurospin. Mi trovo bene, è un’ottima farina. Proverò senza dubbio con la 0

    @ Lucia ora sto ko e vorrei tanto qualcuno che cucinasse per me :D

    @ Luxus in quanto alle calorie hai pienamente ragione!!!

    @ Ale copia pure, Imma è una garanzia! Se lo fai fammi sapere come ti è venuto.

    @ Lady Cocca grazie!

    @ I dolci di Laura grazie!

    @ Betty grazie!

    @ Micaela allora lo devi provare!

    @ Clementina grazie!

    @ Federica grazie!

    @ Terry provalo, è realmente una delizia!

    @ Mary è vero, infatti è sempre presente nella gita fuori porta di Pasquetta

    @ Sebastiano grazie!

    @ Maurina sì a noi garba proprio tanto!

    @ Shade se lo provi fammi sapere come è andata!

    @ Germana grazie!

    @ Speedy70 ma certo che vengo a sbirciare!

    @ Barbara grazie!

    @ Soleluna grazie!

    @ Simo Firenze è sempre bella… è da tanto che non vado a fare due passi “in centro”

    RispondiElimina
  31. ...e mi sa che mi tocca preparare anche questo...è troppo buono, e stavolta provo la tua ricetta che mi sembra davvero ottima.Alla prossima

    RispondiElimina
  32. Laura che capolavoro!!!!!!!!!!!
    scusami come fai a ripubblicare una ricetta in data di oggi che era del 2010? io non riesco!!grazie 1000000!!!

    RispondiElimina
  33. Federica ti ho inviato un messaggio su FB per spiegartelo :)

    RispondiElimina
  34. UN bel casatiello da portare in tavola la mattina di Pasqua, tanti auguri a te e alla tua famiglia

    RispondiElimina
  35. lo conosco e mi piace tantissimo !

    RispondiElimina
  36. Mai assaggiato il casatiello, devo provvedere al più presto. Un abbraccio.
    Marina

    RispondiElimina
  37. Ciao cara!! Mia figlia adora il casatiello quest'anno potrei provare la tua ricetta, grazie e con tutto il cuore, Buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
  38. Ti è venuto meravigliosamente bene, bravissima!!!
    Baci

    RispondiElimina
  39. lo adoro, ma non l'ho mai fatto!

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)