martedì 22 ottobre 2013

Pane della Mezz’Ora

Pane della Mezz’Ora

La storia di questo pane americano così particolare ve la faccio raccontare direttamente dalle Sorelle Simili. Rispetto alla dose della ricetta originale postata qui sotto, io ne ho fatto mezza dose ottenendo quattro filoncini, come quelli in foto, di medie dimensioni. Il burro che ho utilizzato è un burro alle erbe che conferisce al pane un gusto molto delicato e aromatico.

"Questa è la ricetta di un pane americano con una tecnica di lievitazione e cottura assolutamente atipiche. Ricetta che è apparsa per la prima volta pubblicata per presentare una serie di attrezzature con accessori e caratteristiche particolari; a noi piace più pensare, a proposito di questo pane, al racconto che ci hanno fatto e ne giustificherebbe l’origine. Dunque, siamo ai tempi dei pionieri e pare che, per un’improvvisa scorribanda degli indiani, quelli siano stati costretti a fuggire caricando sui carri poche cose, tra cui i forni non ancora scaldati e gli impasti del pane già fatti. Le loro donne si trovarono, così, nella necessità di escogitare il modo di cuocere ugualmente questo cibo così prezioso. Forse questa storia non corrisponde pienamente al vero, ma è così carina!
Pane adatto soprattutto per panini imbottiti, ma se una domenica vi trovate, per esempio, senza pane e avete degli ospiti, sarà per voi una grande risorsa, poiché dopo aver impiegato 15-20 minuti al massimo per fare l’impasto, l’unica cosa che vi rimane da fare consiste nel regolare un timer e girare la manopola del forno. Se lo trovate troppo dolce, potrete calare la dose dello zucchero, non scendete, però, al di sotto di un cucchiaio poiché è necessario a sostenere il lievito durante la fermentazione." (tratto da “Pane & Roba Dolce” delle Sorelle Simili)

Pane della Mezz’Ora
Dal libro “Pane & Roba Dolce” delle Sorelle Simili

Ingredienti
800 g di farina 00 di forza
200 g di acqua
3 cucchiai di acqua
36 gr lievito di birra
200 g di latte
30 g di burro (io ho utilizzato un burro alle erbe)
2 cucchiai di zucchero
3 cucchiaini di sale

Preparazione
Sciogliete in una tazza il lievito e lo zucchero con i tre cucchiai di acqua. Intiepidite il latte insieme al burro ed al sale, versate il tutto in una ciotola, unitevi quasi tutta l’acqua, poi un terzo della farina e incominciate a battere, poi aggiungete il lievito, sciolto con lo zucchero, e la restante farina. Deve risultare un impasto morbido. Dopo che avrete regolato la consistenza dell’impasto (aggiungendo acqua o farina secondo la necessità), versatelo sul tavolo e lavoratelo, battendo, per 5-6 minuti. Dividetelo a metà e formate due palle, poi schiacciatele con le mani sino ad ottenere due ovali, raddoppiateli e arrotolateli con il pollice sino ad ottenere due corti filoni. Disponeteli a falda sotto su una teglia infarinata che riporrete in forno freddo. Accendete il forno per un minuto (non ha importanza la temperatura selezionata), poi spegnetelo e lasciate riposare per 30 minuti. Passato questo lasso di tempo, senza aprire il forno, accendetelo di nuovo a 200° e fate cuocere per 45-50 minuti. Se tende ad assumere un colore eccessivamente rossastro coprite il pane con carta stagnola o carta forno.



NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright ©Laura De Vincentis All Rights Reserved

15 commenti:

  1. Ma sono perfetti! Io al pane non riesco mai a dare una forma dignitosa... :P

    RispondiElimina
  2. Questo è da fare...per me che ancora non ho fatto conoscenza con il lievito madre e soprattutto che sono sempre di corsa!!!
    Buona giornata
    Silvia

    RispondiElimina
  3. mmmmmm...me ne hai fatto venir voglia ... in questo periodo sono in 'dipendenza' da lievitati ... ho appena comprato farina '0' e criscito in panetteria ... cosa dovevo farci non so? ma me li son ritrovati nella busta :O
    un abbraccio forte amica mia

    RispondiElimina
  4. Ce l'ho quel libro, ma quella ricetta devo ancora provarla...ovviamente dopo che ho visto il tuo risultato bisognerà per forza provarla!!!!
    Bravissima

    RispondiElimina
  5. effettivamnete è originale come tecnica ma mi piace

    RispondiElimina
  6. Ciao,non a caso questo pane fa per me,spesso in mancanza lo preparo in casa
    e questa ricetta mi piace molto,grazie.Lisa

    RispondiElimina
  7. l'aspetto è molto invitante...proverò! Tutto ciò che è veloce fa al caso mio ;)

    RispondiElimina
  8. conosco questo pane perchè spesso lo faccio anche io...che bella forma gli hai dato!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. questo libro delle sorelle simili va comprato, mi sa che lo vado a comprare subito con la tua ricetta mi hai convinto che è utile, grazie per la ricetta e felice serata

    RispondiElimina
  10. Ciao Laura, la forma ti è venuta benissimo e immagino che siano anche buonissimi!!!
    Ricetta favolosa, bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  11. voglio provare a farli anche io, sembrano facilissimi !

    RispondiElimina
  12. Beh, devo dire niente male!!!! Vuoi che ceda ad un altro lievitato????? Mmmmmm, mi sa che mi sacrificherò, ahahahahahahah

    RispondiElimina
  13. Che bel pane! Ho anch'io il libro, ma questa ricetta non l'ho mai realizzata, mi tocca rimediare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Antro le una meravigliao grazie buon appetito

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)