lunedì 4 settembre 2017

Panzanella Ricca

Panzanella Ricca

Junio davanti alla panzanella ricca: "Babbo, guarda!!! Oggi mamma ha fatto un pranzo stile animazione per bimbi!!!!".
Ecco sono ancora in attesa di capire cosa intenda dire con “pranzo stile animazione per bimbi”.
Voi magari avete qualche idea????
 
Non so da voi ma qui le giornate sono diventate meravigliosamente autunnali, addirittura nel nostro Tirolo, dove stavamo sino a settimana scorsa, la neve ha già imbiancato tutto e l’inossidabile De Win mi ha fatto la fatidica domanda “Una sera mi prepari le sagne e fagioli?”.
Ma di giorno ci spariamo le ultime cartucce di pranzi estivi e questa panzanella che in realtà doveva essere per tre persone è finita tutta nelle fauci dell’adolescente di casa che questa estate ha sviluppato un bellissimo rapporto d’amore con i pomodori!
La ricetta originale della panzanella la trovate qui, quella che invece vi propongo oggi è una versione più ricca e decisamente scenografica che provocherà nei vostri commensali il famoso "effetto wow!”. Potete preparare la panzanella in una lunga baguette che taglierete a fette una volta portata in tavola, oppure utilizzare filoncini di pane "monoporzione".
 
Forse non tutti sanno che… la Panzanella raccontata da Giovanni Righi Parenti
“…il pane duro non piace a nessuno specie ai vecchierelli, con le gengive doloranti, o ai bambini teneri ancora da prendere forza: in questo caso si prendeva il pane e si inzuppava nell’acqua del pozzo. Una volta ben intriso, si asciugava in un panno e si sbriciolava; si condiva con poco olio, sale e pepe. Si completava con pomodoro, cipolla tritata, basilico; si spruzzava con aceto ed eccovi una pietanza gustosa di tutto appetito. Il pane bagnato si tornava a bagnarlo con il vino rosso o con il vino fresco dell’estate che si preferiva a quello di ieri, perché quando il vino dell’anno era finito si faceva "la chioccia" cioè un vinello preparato ex tempore pigiando alla svelta l’uva più matura, vino rapidamente fermentato e rapidamente bevuto. Vino saporitissimo da non confondere con certi novelli di oggi preparati con metodi che l’industria ci ha imposto. Questa era la panzanella del senese.” (tratto da: "Chiacchiere condite "il buon mangiare" ovvero la cucina genuina d’altri tempi" di Giovanni Righi Parenti)
 
Panzanella Ricca
 
Ingredienti per 2/3 persone
5/6 pomodori ramati
2 scatolette di tonno sott’olio
1 scalogno tritato
2 cetriolini sott’aceto tritati
1 uovo sodo
1 cucchiaino di basilico tritato
1 cucchiaino di origano
2 cucchiai di aceto di vino
Olio extravergine di oliva (per l’Antro Duca Carlo Guarini)
Sale & Pepe nero
 
Preparazione
Togliere la calottina superiore alla baguette. Levare tutta la mollica, bagnarla con qualche cucchiaiata di acqua fredda strizzarla e sbriciolarla in una ciotola. Unire un pizzico di sale, il basilico, l’origano, un filo d'olio, aceto e mescolare con cura.
Lavare i pomodori, asciugarli, tagliarli a tocchettini e mescolarli con la mollica, unire lo scalogno, i cetriolini, il tonno ben sgocciolato e sminuzzato, l’uovo sodo tritato grossolanamente e mescolare delicatamente unendo un pizzico di sale, uno di pepe e quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva.
Trasferire il composto nella baguette avendo cura di farcirla per bene. Fare riposare in frigorifero per circa 30 minuti prima di servire.
 
-----------------------------------------------
 
Ti garbano i POMODORI?
Allora sbircia in questa raccolta…

POMODORI
Ricette con i POMODORI


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

11 commenti:

  1. L'idea di ammollare il pane nell'acqua del pozzo non è che mi attiri più di tanto ;-) invece con il vino novello ho provato...mia nonna era una campionessa di puccia del pane nel vino!!!
    Adoro la panzanella in tutte le sue versioni, il sughetto dei pomodori renderebbe meraviglioso anche il pane più ostico

    RispondiElimina
  2. la tua foto buca lo schermo e il mio stomaco, che fameeeeee !

    RispondiElimina
  3. Buonissima e che profumo d'estate che emana ancora!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. wow....posso dirlo? :) Una panzanella che mette appetito.
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Non ho mai fatto la panzanella ma la tua mi piace un sacco... voglio provarla al più presto LA

    RispondiElimina
  6. Ma quanto è chic questa panzanella! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. la faccio senz'altro!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Troppo bella presentata così!!!!!
    Non l'ho mai mangiata ma vedendo la tua penso proprio di provarla in questi ultimi giorni caldi :-P

    RispondiElimina
  9. Bella e irresistibile la tua panzanella , ricetta segnata . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  10. idea carinissima Laura! un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Che bontà! Adoro la panzanella, poi così ricca ancora di più.

    RispondiElimina

I commenti anonimi e quelli della suocera non verranno pubblicati ;)